Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non riesco a relazionarmi...e tanti altri problemi

Inviata da Anonima il 12 set 2016 Relazioni sociali

Salve.
Da 2 anni passo tutte le giornate chiusa in casa e per questo motivo ho perso tutte le mie amicizie perché a loro non servivo più per uscire. Sono due anni che non riesco proprio più ad uscire da questa situazione, mi sento incompresa, ignorata dalle persone così tanto che quando parlo con loro o mi girano la faccia o fanno finta di non avermi sentito. Premetto che fin da piccola ho subito violenze sessuali, bullismo, anoressia e autolesionismo. Non sono mai stata bene in tutta la mia vita. Fin dalle elementari sono sempre stata presa di mira da tutti. Mi picchiavano, mi prendevano in giro rubandomi cose o insultandomi. Così è stato anche alle medie. Entrata alle superiori ho avuto un cambiamento drastico caratterialmente, sono diventata aggressiva e violenta, più volte ho picchiato persone, componenti familiari e amiche. Ho avuto periodi di apatia, non provavo più emozioni, non davo più importanza per me stessa, portandomi a compiere 2 volte il suicidio ma senza riuscita. Posso sembrare forse invadente e infantile ma quello che dico è la pura verità. Nella mia famiglia nessuno mi calcola, tutti mi vanno contro e difendono mio fratello più grande che fin da piccola mi ha sempre picchiata e maltrattata nei peggiori dei modi. I miei genitori fin da piccola sono sempre stati assenti e se erano presenti con me erano violenti, picchiandomi senza motivo. Ora vado avanti con le superiori ma non credo che le cose saranno diverse. In classe mi riprenderanno in giro come sempre chiamandomi con termini offensivi nei confronti dei diversamente abili, offendendomi caratterialmente e fisicamente. Questa situazione mi pesa e non poco. Sono andata dallo psicologo a scuola, ma mi sembra non capire. Quando gli parlo delle violenze da parte del mio ragazzo, dalla mia famiglia e dalla mia classe è come se non gli fregasse minimamente di quello che dico io. Minaccio spesso di tentato omicidio, di farmi del male e quando glielo'ho detto mi ha forse diagnosticato la malattia bordeline. Non riesco ad avere più rapporti sociali. Le mie amiche mi hanno abbandonato, la mia famiglia anche. Non so più di chi fidarmi. La mia famiglia sottovaluta i miei problemi, non vuole mandarmi dallo psicologo o da uno psicoterapeuta perché pensano che le malattie che affliggono una persona non è vista come una vera e propria malattia. Non so più che fare. Voglio le amicizie, condurre una vita normale ed essere felice anche di quel poco che ho, ma vorrei essere felice. La scuola che ho scelto non rispecchia il mio obiettivo. Vorrei essere una psicoterapeuta perché al contrario della mia famiglia penso che le malattie mentali sono le più subdole e distruttive.
Grazie mille a chi mi risponderà.
Distinti saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Anonima,
è probabile che tu abbia perso amici e amiche non tanto perchè ti chiudevi in casa e non "servivi" più a loro per uscire ma piuttosto per la aggressività che esprimevi e che ha fatto purtroppo parte integrante della tua vita intra ed extra-familiare.
Quanto ai tentati suicidi, è presumibile che, per fortuna, tu non volessi veramente morire e ti pregherei comunque di non riprovarci mai più.
Tu dici che non sai di chi puoi fidarti ma gli altri possono fidarsi di te? E anche tu, puoi fidarti di te stessa?
Come vedi, le caratteristiche principali che ti contraddistinguono sono l'instabilità e l'aggressività.
Questo però non vuol dire che le cose non possano cambiare e che sei condannata senza appello.
Infatti merita rispetto il tuo desiderio di una vita normale ed è molto vero che le malattie mentali sono le più subdole e distruttive.
Allora, proprio perchè, a differenza della tua famiglia hai capito questa cosa, devi partire da questo insight e siccome per adesso non puoi fare di meglio, cerca di mantenere almeno il contatto con quello psicologo scolastico che certamente non può cambiare con la bacchetta magica la tua situazione come forse vorresti ma può aiutarti a capire altre cose oltre a quelle che stai capendo da sola.
Così, se hai capito che l'aggressività ti avvelena l'esistenza, comincia a prendere le distanze dal ragazzo che frequenti visto che ti maltratta e cerca di perseguire una forma di riscatto attraverso lo studio.
Prova anche a cercare qualche piccolo lavoro purchè onesto per poterti magari pagare quella psicoterapia che la tua famiglia sottovaluta.
La strada è lunga e difficile ma pian piano ce la puoi fare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6673 Risposte

18711 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anonima
la tua è una situazione difficile e tu abbisogni di cure e di uno psicoterapeuta che ti accompagni nel ritrovare la vera te stessa.
Leggendoti mi sono venuti alla mente i versi di Dante... "mi ritrovai in una selva oscura"...ecco, è come che tu fossi chiusa in una selva oscura di ricordi, di pensieri, di sensazioni e di qui questo tuo isolamento, la sensazione che nessuno ti possa amare.
Eppure devi intraprendere il viaggio e devi attraversare questo "inferno".
Insieme a te dovrà esserci uno psicoterapeuta esperto e motivato.
Tu stessa devi trovare forte motivazione a guarire e a ritrovare pace ed equilibrio.
Questo ti auguro.
Sei giovane, devi mettercela tutta.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6780 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79200

Risposte