Non riesco a farmi accettare per quella che sono

Inviata da july. 27 ago 2015 9 Risposte  · Assertività

Buongiorno,
scrivo in questo sito per avere anche solo una parziale interpretazione di quel che mi sta accadendo in questo periodo. A inizio anno ho cambiato lavoro , con maggiori responsabilità e una instabilità economica che mi ha fatto sussistere il pensiero di aver fatto una scelta sbagliata . Questo mi ha portato forse a un profondo senso di insicurezza che veniva un po' trascurato nel momento in cui una persona interessante si interessava a ciò che facevo. Premetto che il lavoro occupa gran parte del mio tempo e non ero io l prima a cercare di attirare uomini. Sono laureata e frequento anche un secondo master perché per me è importante mettermi sempre in gioco e crescere professionalmente . Mi cercavano uomini che dicevan esser attratti dalla mia testa e in secondo luogo dal fatto che fossi anche attraente. Fin qui ne ero lusingata . Da inizio anno ho conosciuto due persone che mi han fatto credere di esser interessate a me . Stessi interessi , imprenditori come me , uomini in carriera con un alto profilo . Ma questo non è bastato a non esser presa in giro . Il primo mi aveva nascosto di aver anche un'altra donna . Scoprendolo mi ha liquidato dicendo che ero solo un passatempo . dopo due mesi frequento un altra persona . Interessata a conoscerlo alla sua richiesta di passare le vacanze insieme non lo rifiuto . Mentre eravamo in vacanza sento una telefonata in cui esprime il suo pensiero di divertirsi in vacanza e poi provarci con un' altra. Non voglio dilungarmi ancora , ma mi chiedo e chiedo anche a voi il perché riesca ad attirare persone di questo tipo . Per entrambi è stato un divertimento avermi , e tutto quell'interesse iniziale ? Io non capisco davvero se sono io il problema. Sono una persona con argomenti e mi ritengo interessante e sembra solo che alla fine vada bene solo il mio corpo e solo per un breve periodo. Queste relazioni mi han fatto perdere sicurezza in me stessa chiedendomi perché gli uomini vedon in me una donna da usare . Forse non riesco a far vedere chi sono veramente , forse non vale la pena tenermi se non per divertimento . Ci sto male perché mi sento una stupida e ad amplificare gli effetti di questa mia tristezza interiore si attiva anche l.idea di esser una fallita nel lavoro

insieme , donna

Miglior risposta

Gentile July,
forse lei è solo un pò frettolosa proprio nella parte iniziale dell'approccio con gli uomini che la interessano, nel senso che non si concede il tempo necessario per capire veramente chi è l'altra persona e si fa bastare l' "alto profilo" e la loro ovvia disponibilità iniziale. A me, questa sua, sembra una modalità alquanto rischiosa, che la espone facilmente a delusioni.
Forse in lei c'è effettivamente un pò di insicurezza che si riflette anche nel lavoro ma qui l'antidoto può essere la sua ambizione e determinazione nel migliorare.
Il consiglio che le do riguardo alle relazioni è quello di essere più cauta e prendersi tutto il tempo necessario per conoscere in modo più approfondito la persona che le interessa e che sembra interessato a lei perchè " bruciare le tappe" comporta un maggior rischio di sbagliare su chi fidarsi stando poi a lamentarsi, o peggio, compiangersi rinforzando pensieri di autosvalutazione.
Per capirne di più può esserle utile una consulenza psicologica.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Jury,da quello che capisco Lei attrae sempre gli stessi uomini (ipotesi personale) perché il suo sistema (chiamiamolo anche struttura di personalità) evidentemente ne trae un vantaggio non immediatamente interpretabile. So che non è semplicissimo da comprendere subito questa storia del vantaggio personale,ma credo sia cosi: se,negli anni, più o meno, attira sempre uomini con qualità intrinseche simili, significa che , almeno inizialmente, ciò le fa comodo (alla sopravvivenza del sistema). Credo che, quando ha una nuova relazione, inizialmente le cose vadano bene, lei si sente giudicata (come vorrebbe sempre) con un cervello di un certo livello, quindi si sente adeguata ad un altro cervello (il partner) di alto livello, dunque il suo bisogno di massimalita' (ipotesi, cioè che il suo minimo è il massimo per gli altri, in quasi tutti i campi della sua vita), quindi tutto è a posto. Quando gli altri o si stufato o vengono scoperti nelle loro reali intenzioni, Lei potrebbe provare un senso di vuoto, incompetenza in questo ambito e non capace a far rimanere un uomo accanto a sé. Credo che Lei dovrebbe rivolgere l'attenzione prima ai suoi criteri interni (ovvero qualità, proprietà, gusti, opinioni, etc.) per farli diventare incontrattabili (e non cambiarli a seconda di chi ha di fronte, sto sempre ipotizzando). Quando è diventata sicura di abbastanza criteri interni (che possono o dovrebbero riguardare anche il tipo di uomo con cui vorrebbe trascorrere almeno un tratto di vita o tutta) allora potrebbe guardarsi intorno. Se sono gli altri che Le si avvicinano, cerchi di capire, attraverso questi criteri, se possono essere giusti, altrimenti meglio sola ora che una sofferenza certa domani. In ogni casi, stanti le difficoltà economiche, io intravedo le indicazioni terapeutiche per una psicoterapia.
Buona fortuna e cordiali saluti,
dott. Massimo Bedetti, Psicologo-Psicotetapeuta Costruttivista Postrazionalista

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2015

Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

652 Risposte

914 voti positivi

Lei dice "questo mi ha portato forse a un profondo senso di insicurezza che veniva forse un pò trascurato nel momento in cui una persona interessante si interessava a ciò che facevo". Ma è proprio sicuro che queste persone che lei cita siano così interessanti? Lei parla di persone di alto profilo. Ma cosa significa "di alto profilo"? Io ho l'impressione che lei sia profondamente insicura e cerchi negli altri e in specie negli uomini quella sicurezza di cui ha bisogno. Ma la vera sicurezza lei deve cercarla prima in sé stessa, con i successi che possono derivarle dalla sua vita lavorativa e professionale. Non ha bisogno di conferme dall'esterno. Il problema è dentro di lei, è la sua autostima che, a mio avviso, è carente. Se risolverà questo problema vedrà che sarà in grado di capire quali sono gli uomini autenticamente interessati a lei e quali no. Io credo che l'aiuto di uno psicologo con una terapia di sostegno, su questo le sarebbe profondamente utile.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2015

Logo Dott. Sergio Rossi Dott. Sergio Rossi

190 Risposte

90 voti positivi

Gentilissima July
mi ha colpito una sua frase:
"Il fatto poi che spariscano mi fa credere che solo a parole posso dire di esser qualcuno mentre nella vita reale non valgo nemmeno una conoscenza approfondita . questo mi crea un malessere non trascurabile"

Vede, lei trae un'informazione su se stessa dal comportamento di qualcun altro.

Mi spiego meglio: il fatto che un uomo cerchi di conquistarla e che poi, con atteggiamento volubile e superficiale, le sottragga - frettolosamente - attenzioni per rivolgerle magari ad altre "prede", definisce prima di tutto lui come un uomo superficiale e volubile, desideroso più di conquiste che di approfondire una conoscenza, non definisce assolutamente lei come una persona poco interessante.

La mia impressione è che lei si definisca dall'esterno. Come se pensasse: "Se un uomo che ai miei occhi vale molto si interessa a me vuol dire che anche io valgo molto".

Il mio invito è di imparare a valorizzarsi ed apprezzarsi in modo più autonomo, senza dare troppo peso al giudizio degli altri.

Un caro saluto
Dott.ssa Stefania D'Antuono

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 AGO 2015

Logo Dott.ssa Anna Stefania D'antuono Dott.ssa Anna Stefania D'antuono

141 Risposte

471 voti positivi

Buongiorno dottori vi ringrazio delle vostre risposte . sono per me motivo di riflessione. Si credo che sia molto frettolosa senza prender conoscenza appieno della persona che ho di fronte . Non nego che dopo anni passati a badare alla mia carriera ho un desiderio di valere qualcosa in un altro ambito . essere amata . Cara dottoressa d'Antuono a lei non so rispondere . Non riesco a concepire una mia vita con persone che non siano come me o ancora migliori in modo a mia volta da poter imparare . Persone "comuni" non mi appagano , non sento neanche il bisogno di conoscerle proprio perché non posson apportare niente nella mia vita. Non voglio fare un discorso classista , ma è anche questo il mio problema . Cosa mi attrae in un uomo è la sua passione per un lavoro gratificante . Da qui mi chiedo . non sono attratta da uomini palestrati o superficiali eppure vengo trattata in modo superficiale . Il fatto poi che spariscano mi fa credere che solo a parole posso dire di esser qualcuno mentre nella vita reale non valgo nemmeno una conoscenza approfondita . questo mi crea un malessere non trascurabile

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 AGO 2015

july

Cara July,
lasci da parte i dubbi sul suo valore personale che rischiano di minare ulteriormente la sua autostima e a fare pensare di non avere la possibilità di cominciare relazioni con uomini che siano interessati ad una storia stabile.

Valuti invece, se questo copione sentimentale e affettivo sia recente o se ne trova tracce anche nel passato.

Scrive che gli uomini che ha frequentato sono di "alto profilo": cosa intende? si riferisce ad aspetti economici? Culturali? Altro?

Penso che, nel suo caso, un supporto psicologico sarebbe utile. Potrebbe aiutarla a comprendere meglio i meccanismi e gli equilibri nelle sue relazioni, restituirle l'autostima che ora vacilla e aiutarla a sentirsi capace anche dal punto di vista professionale.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Logo Dott.ssa Francesca Fontanella Dott.ssa Francesca Fontanella

1030 Risposte

1989 voti positivi

Gentile July
a quello che le hanno già scritto i colleghi, che condivido pienamente, aggiungerei una domanda: come mai si sente attratta da uomini in carriera con alto profilo? Forse rappresentano per lei la possibilità di elevarsi e migliorare? O una sfida con se stessa/con gli altri?
Ritiene possibile migliorarsi senza appoggiarsi ad un uomo? Trarre linfa vitale e soddisfazione personale da se stessa più che dalla conquista di un uomo che occupa una posizione prestigiosa, da cui indirettamente trarre motivo d'orgoglio personale e gratificazione?
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania D'Antuono

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Logo Dott.ssa Anna Stefania D'antuono Dott.ssa Anna Stefania D'antuono

141 Risposte

471 voti positivi

Buongiorno gentile july,
lei sente che la situazione con gli uomini si ripete nel tempo? Potrebbe diventare importante verificare se c'è una ripetizione di copioni affettivi che la rendono col tempo disillusa ma, nello stesso tempo, l'amplificazione riguardo la condizione professionale, porta a pensare che lei si possa servire delle frustrazioni affettive per autosabotarsi anche sul lavoro a livello di autostima e motivazione. Un percorso di psicoterapia ad impostazione psicodinamica potrebbe esserle molto utile per riprendere in mano i suoi desideri profondi. Se vuole, resto a sua disposizione.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

1715 Risposte

2749 voti positivi

Gentile july,
quello che le capita con gli uomini è abbastanza normale. Vedono in lei una persona attraente e le si avvicinano. Il problema è che sembrano interessati a conquistarla ma non sono intenzionati ad una relazione stabile e continuativa come forse lei desidererebbe. Credo che lei dovrebbe provare a chiarire dentro di sé cosa si aspetta da una relazione e poi trasmetterlo alle persone che incontra. Cerchi di non lasciare che altri decidano per lei. Il rischio è proprio quello di sentirsi usata. Si tratta di recuperare gradualmente un po' di fiducia in sé stessa e non tema di essere una persona fallita. Se osserva ci sono degli ottimi traguardi che ha già raggiunto. Buone cose.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Logo Dott. Mazzoleni Damiano Dott. Mazzoleni Damiano

100 Risposte

141 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Non so cosa scrivere per farmi accettare la domanda

3 Risposte, Ultima risposta il 07 Aprile 2019

Non riesco ad essere sereno e non riesco ad accettare la mia vita

7 Risposte, Ultima risposta il 12 Giugno 2015

Non riesco ad accettare il mio aspetto fisico

4 Risposte, Ultima risposta il 14 Febbraio 2016

Non riesco ad accettare le ingiustizie

8 Risposte, Ultima risposta il 05 Febbraio 2016

Non riesco a farmi degl'amici!

2 Risposte, Ultima risposta il 17 Luglio 2018

Non riesco a farmi amare da nessuna ragazza

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Giugno 2018

Non riesco a farmi piacera la vita

1 Risposta, Ultima risposta il 16 Maggio 2017

Mi sento inferiore e non riesco a farmi rispettare

7 Risposte, Ultima risposta il 10 Ottobre 2015