Non riesco a dimagrire e sfogo tutto con il cibo

Inviata da aurora angelucci · 4 mar 2017 Disturbi Alimentari

Sono anni che provo a fare una dieta... ma non ci riesco e dopo tanti anni di alti e bassi, sono arrivata ad una conclusione che secondo me la mia causa principale è che non sto bene psicologicamente, perché, essendo un soggetto che tiene tutto dentro, mi porta poi a mangiare senza controllo. Come posso risolvere il mio problema?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 MAR 2017

Buonasera Aurora, sicuramente rivolgersi ad uno psicologo esperto nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare può essere una buona soluzione. Quello che dovrebbe provare a fare per resistere all'impulso alimentare è cercare di identificare cosa accade prima. Si accorgerà che c'è sempre un'emozione tra rabbia, paura, vergogna, senso di colpa, tristezza o anche gioia e che c'è sempre un evento o un ricordo o una sensazione che ha contribuito a rendere quel l'emozione più intensa. Il cibo ha la funzione di rendere quel l'emozione meno fastidiosa.
Rimango a disposizione
Dott.ssa Barbara Gentile (Roma)

Dott.ssa Barbara Gentile Psicologo a Roma

36 Risposte

92 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAR 2017

Gentile Aurora,
lei non ci dice età, peso e altezza, utili per calcolare il suo indice di massa corporea ed avere un'idea dell'eventuale sovrappeso.
In qualche modo però lei ha colto il legame tra il non saper riconoscere, gestire e condividere le emozioni (specie rabbia e tristezza) e il cercare momenti auto-consolatori con l'assunzione del cibo al di là del fabbisogno calorico.
Pertanto un percorso di psicoterapia potrebbe aiutarla a correggere questa situazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7280 Risposte

20576 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAR 2017

Cara Aurora,
il cibo è spesso utilizzato, più o meno consapevolmente, come sfogo di tutte le nostre emozioni, sia positive sia negative. Questo accade perché, non sapendo bene come gestirle, troviamo nel cibo un aiuto all'appagamento o una ricompensa.
Come ha notato lei stessa, non riuscire a seguire totalmente una dieta può essere il risultato di questa non completa gestione delle emozioni, perché viene limitata l'assunzione di cibo, soprattutto quello che secondo noi ci fa star meglio.

Le consiglio di non arrendersi, gli aiuti ci sono.
Provi a rivolgersi ad uno psicologo che si occupi di gestione delle emozioni e del comportamento alimentare. In questo modo vedrà meglio la connessione tra le due sfere e imparando a gestire l'una prenderà consapevolezza anche dell'altra.
Nel frattempo le consiglio di annotarsi su un diario cosa mangia e eventuali pensieri/emozioni che sente, per essere più consapevole lei stessa in primis di questo legame.
Buona giornata

Dott.ssa Deborah Landa Psicologo a Caselle Torinese

6 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAR 2017

Cara Aurora, a volte può capitare che il cibo funga da regolatore delle nostre emozioni, mi spiego meglio, in alcuni momenti non riusciamo a sentire e di conseguenza gestire le nostre emozioni negative, ad esempio lai rabbia, la tristezza oppure lo sconforto, ed allora deleghiamo al cibo questo compito. Probabilmente in un primo momento ci sentiamo appagati, ma poi purtroppo ci rendiamo conto che si tratta di un appagamento momentaneo ed illusorio. Quello che le posso consigliare è di cominciare piano piano a prendere contatto con queste emozioni, può farlo attraverso un percorso terapeutico che l'aiuti ad acquisire consapevolezza di queste parti importanti di sé. Nell'immediato le suggerisco di provare a fermarsi un attimo e a respirare profondamente nell'attimo prima in cui le viene di sfogarsi sul cibo. Provi a sentire quali sono le sue sensazioni e ad annotarle su un quaderno. In bocca al lupo!
Stefania Filetto

Dott.ssa Stefania Filetto Psicologia e Psicoterapia Psicologo a Roma

11 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi Alimentari

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi Alimentari

Altre domande su Disturbi Alimentari

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte