non riesco a capire ciò che voglio fare

Inviata da gigilik · 8 feb 2021

Buongiorno, sono una ragazza di 20 anni, sono stata fidanzata per due anni ed è finita da poco più di un mese. E' stata la relazione che ho sempre sognato. Ci siamo conosciuti a Malta 3 anni fa, lui viveva in Toscana e io in Liguria. dopo un mese di fidanzamento io non provavo nulla e l'ho lasciato, non ci siamo più visti nè sentiti. 3 mesi dopo, a novembre, gli ho fatto gli auguri per il suo compleanno, e ne sono uscita più innamorata che mai. Durante l'estate successiva, passata la maturità e dopo la morte di mia nonna, ho iniziato ad avere dubbi, ma siamo partiti insieme per una vacanza e tutto è tornato come prima. A settembre mi sono trasferita a Firenze per l'università, ma il motivo fondamentale è stato lui. Da quel momento abbiamo iniziato a vederci tutti i giorni, a dormire sempre insieme e passare pochissimo tempo separati, per scelta mia, perchè non riuscivo a stare senza di lui. Dopo un mese dall'inizio della mia università non ero convinta della scelta, così ho cambiato facoltà. Per tanto tempo i miei dubbi si sono affievoliti,e quelle poche volte che mi tornavano in mente, ci passavo sopra perchè sapevo di amarlo. Ho provato spesso attrazione per i suoi amici, ma la cosa non è mai andata oltre e lui ha sempre saputo tutto, non sono mai stata in grado di nascondergli nulla, compresi i miei dubbi, mi ha sempre capita e aiutata, anche se ci stata male. A marzo 2020, abbiamo trascorso tutta la quarantena insieme a casa dei suoi, lui era molto preso dallo studio ed io non ero molto convinta della mia scelta dell'università, così consultandomi con i miei genitori e lui ho deciso di ritirarmi e ricominciare l'anno successivo perchè avevo capito ciò che faceva per me. Sono stata a casa sua fino a giugno, non abbiamo mai litigato e ci amavamo più che mai. Durante l'estate io sono tornata a casa, e verso agosto i miei dubbi in parte sono tornati. A settembre sono tornata a Firenze, mi sono iscritta all'università e tutto sembrava andare finalmente bene, ma a novembre, dopo il suo compleanno ho iniziato a sentire questi dubbi pesantemente e gliene ho parlato, ci eravamo lasciati ma dopo due giorni è tornato tutto come prima. Due giorni prima di Natale sono tornata a Firenze per una visita, abbiamo passato il tempo insieme io ero molto strana e distaccata, continuavo a chiedermi se lo amassi o meno. Il giorno dopo sono partita per tornare nuovamente a casa, e mi ha lasciata. Inizialmente avevo preso la rottura come un modo per essere libera, continuavamo a parlare ma nulla di che, perchè l'ho pregato di rimanere "amici", nonostante conoscessi le difficoltà.. Pochi giorni dopo suo nonno si è ammalato e abbiamo iniziato a parlare di più, ed io ero nuovamente felice, ma sentivo che tornare con lui non era ciò che volevo, perchè ero più serena ed ero priva di dubbi. Nei giorni successi sono stata molto male, e abbiamo deciso di smettere di parlare, ma è durato solo 3 giorni poichè io gli ho riscritto per sapere di suo nonno, anche se credo sia stata solo una scusa, e da lì abbiamo iniziato di nuovo a parlare di più, ma io sono stata abbastanza chiara sul fatto che, per ora, la mia intenzione non era quella di tornare insieme, in parte anche perchè lo facevo stare male. Poco prima di tornare a Firenze ho avuto vari attacchi d'ansia, e ho iniziato a pensare che la causa fosse quel rapporto, ,mi sentivo in colpa se gli scrivevo perchè avevo paura che lo stessi prendendo in giro. A fine gennaio sono tornata, ci siamo visti un paio di volte comportandoci da amici e ora continua così. Abbiamo spesso avuto problemi anche a livello di intimità, perchè purtroppo non è una cosa che a me piace molto, e di questo mi sono sempre data la colpa, perchè lui è molto dolce, ma vorrei dire che da piccola ho sofferto di una cosa che mi ha scosso molto, lui è stata la mia prima volta, ma ora è molto difficile per me. I miei grandi problemi sono i dubbi, perchè non riesco a liberarmene, e questo non mi fa vivere bene nulla. Penso se lo amo o no, penso se sia giusto tornare insieme o no, penso se dovremmo smettere di parlare e vederci del tutto o no. Io mi convinco che la l'ultima soluzione sia la più semplice, ma so che me ne pentirei, poichè non so se il mio amore è finito o meno. Io sto cercando perennemente di lavorare su me stessa, per migliorarmi e per non avere più questi dubbi, perchè io questa la vedo come la storia della mia vita, voglio stare solo con lui e abbiamo sempre parlato dei nostri progetti, molto simili. Premetto che sono una ragazza che non si è mai amata, che ha sofferto di disturbi alimentari e che tuttora per me è molto difficile, ma voglio farlo perchè voglio che questa relazione funzioni, perchè se penso che torneremo insieme, io voglio che sia molto meglio di prima, vorrei non avere dubbi da quando mi sveglio a quando vado a dormire. Sto cercando di lavorare su me stessa ogni giorno, avevo bisogno di capire che riesco a stare da sola, e che non voglio lui perchè ho paura della solitudine, ed è così, ho finalmente capito che sto bene da sola, e che lui è una parte che mi migliora. Ho 20 anni e vorrei vivere la mia vita con tranquillità, senza molti problemi. Sto anche pensando di andare da uno psicologo per cercare di stare meglio, perchè farei tutto per salvare questa relazione, anche perchè non mi immagino con nessun altro, ho paura di lasciarlo andare perchè ho paura che mi sostituisca, ho paura di capire che senza di lui sto bene, anche se sono cerca che sarebbe solo una fase iniziale, poichè sono certa che me ne pentirei subito dopo. Pensavo che rompendo la relazione i miei dubbi sarebbero passati, e all'inizio è stato così , ma ora la mia mente è invasa più che mai, e non so più cosa pensare, l'unica cosa che ho capito su di me è che più penso ad una cosa, più me ne convinco, anche se non è vera. Infine vorrei aggiungere che lui da pochi giorni aveva iniziato a scrivermi molto meno, e alla mia domanda in cui gli chiedevo se un pochino gli stesse passando ciò che provava per me, mi ha detto di sì, in parte. Lì mi è crollato il mondo addosso, e un altro dubbio mi ha presa in pieno "voglio che smetta di amarmi o no?". Lui mi ha detto che non ha smesso di amarmi, si è solo affievolito un po', perchè io gli ho chiesto di rimanere amici e lui ci sta facendo l'abitudine, e capisco che ha ragione, ma non so più cosa pensare, non so quali siano le cose che realmente provo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte