Non riesco a capire che cosa ho

Inviata da Lorenzo · 20 ago 2017 Orientamento professionale

Buonasera, sono un ragazzo di 21 anni, sto studiando Ingegneria da 3 anni ma sono molto indietro con gli studi, mio padre fa il militare, non c'è mai stato è da quando ho 17/18 anni che ho iniziato a perdere interesse per lo studio in generale, forse perchè non ho trovato qualcosa che mi appassiona davvero... Ho passato molto tempo ai videogames da quando ho iniziato l'università (sono stati una costante da quando ho 12/13 anni) ma questo febbraio la mia ragazza con la quale stavo insieme da 4 anni e mezzo mi ha lasciato, e ho voluto smettere di passare il mio tempo davanti ad uno schermo. Il problema è che adesso mi sono creato uno schermo nella mia testa... sono improduttivo, passo le giornate a crearmi problemi che non esistono, non trovo la voglia di studiare, mi alzo la mattina con un'idea ma dopo un paio di ore la cambio, faccio discorsi interiori e congetture strane, come se non mi realizzassi in niente se non nel creare problemi fasulli e cercare soluzioni ad essi. Il fatto è che in parte mi piace farli, ma sono sempre le stesse tematiche che affronto più e più volte, arrivando alla conclusione ma senza fare niente per risolvere il problema alla radice. Avevo iniziato un percorso di psicoterapia ma non aveva dato grandi risultati, anzi, non dormivo la notte per motivi assurdi, forse perchè ero già in una condizione instabile, ho cambiato psichiatra e adesso sto facendo una cura di 100mg di fevarin e 500 depakin chrono. Non so più cosa fare, dove andare a parare, ho provato a fare anche meditazione ma non credo sia servita a molto se non a capire che forse dovrei semplicemente cercare un lavoro invece di continuarmi a fare domande su domande e non fare niente a giornate. Questa stessa domanda è di fatto fine a se stessa alla fine.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 AGO 2017

Gentile Lorenzo,
dici bene che avevi "iniziato"un percorso di psicoterapia nel senso che lo hai solo iniziato ma mai portato avanti e completato.
Purtroppo o per fortuna la psicoterapia richiede una partecipazione attiva del paziente che spesso preferisce il farmaco che è solo un sintomatico e non aiuta a pensare.
Se però hai capito che sarebbe preferibile cercarti un lavoro invece di essere improduttivo, questo è già importante purchè concretizzato.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6964 Risposte

19323 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23000

domande

Risposte 84400

Risposte