Non riesco a cambiare la mia vita in meglio

Inviata da Grazia · 21 apr 2015 Terapia di coppia

Salve ,
mi chiamo Grazia e ho 38 anni .
Mi sono sposata quasi incosciamente a vent'anni ...
Per dieci anni sono una moglie impeccabile , occupando il mio tempo del marito , della figlia e della casa.
Non mi sogno minimamente di tradire mio marito , la fedeltà è il punto forte di questa unione.
Mi rendo conto però di non essere felice , lui mi annoia e non stimola minimamente la passione tra noi.
Uomo affidabile e leale , buono ma non sa essermi complice ..manca l'intesa tra noi .
Io , più giovane di lui di 12anni , quando arrivo alle soglie dei trent'anni mi rendo conto che ho bisogno di altro .
Ne parlo con lui e senza nascondergli nulla comincio a non considerarlo più come l'unico uomo esistente sulla terra.
Conosco online un tipo e lascio il marito per conviverci..tutto alla luce del sole.
Mi sentivo innamorata e pronta a tutto ma mi accorgo presto di essermi imbattuta in un uomo con dipendenza al gioco ( casinò, macchinette, scommesse ) . Intanto mio ancora marito mi sostiene e mi convince a tornare da lui per ricominciare..
Purtroppo però il vuoto tra noi persiste e benché ci vogliamo bene non riusciamo a essere felici insieme fino a non riuscire più a scambiarci nemmeno un bacio né altro : smettiamo di fare sesso.
Per tre anni resisto poi comincio online a conoscere quslcuno ..
Mario che mi aiuta a vivere piacevolmente la vita , mi porta fuori a cena , mi coccola , dice di amarmi , si fa un tatuaggio col mio nome e le mie labbra , e mi propone diverse cose per poter vivere in ad insieme..quasi mi convince ma non lo amo e decidiamo di restare amici..
Poi conosco un ragazzo più giovane di me di 5 anni , bello e con cui ho da subito un'intesa considerevole .
Lui ha la sindrome di asperger , quindi molto intelligente ma non facile da capire negli atteggiamenti.
Manca il dialogo tra noi e risento di mancanza di attenzioni .
Dice : " Ti amo " molto spesso e sembra davvero interessato.
Ma mi annoia ed è taciturno, ha interessi che non condivido come la passione per batman , per i videogiochi , serie tv di fantascienza e sta praticamente sempre davanti al pc che si è costruito da solo.
Ci vediamo , vivendo lontani , due volte al mese .
Convivo col marito , non lavoro benché vorrei farlo .
Date queste circostanze le visite del mio amante , non vedo che altra definizione dargli , durano il tempo di una nottata , a casa mia mentre il marito lavora.
Tengo a precisare che quest'ultimo sa tutto benché sapendolo ancora preso da me , evito di informarlo delle visite.
Ora io vorrei godere di una relazione che non sappia solo di qualche nottata perché mi fa sentire sola e vuota..
Ne ho parlato con il mio attuale partner che dice di poter cominciare a pensare al futuro tra noi , magari trovando un lavoro lui dalle mie parti.
Ma litighiamo spesso per insicurezze reciproche e sento insoddisfazioni che mi fanno venire voglia di trovare altro per stare bene..
Succede che cedo alle lusinghe di altri uomini , con cui vi trascorro anche dei weekend .
E pensando di chiudere con l'amante gli confesso di essere stata con un altro..lui la prende male e mi invita a cercare di recuperare il rapporto.
I sensi di colpa mi convincono a subire tutti i suoi malumori e atteggiamenti da cafone.

Dopo mesi e mesi le acque si calmano ma a parte le due nottate mordi e fuggi e telefonate quotidiane non resta altro che la noia.
Credo di amarlo , forse questo è il motivo che mi tiene legata a lui e a rinunciare a ogni tipo di altro bisogno.
Ma non mi sento davvero dentro una vera storia e non riesco ad immaginarmi un futuro insieme.
Tutto ciò mi deprime e mi tiene in gabbia.
Non riesco a cambiare nulla tuttavia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 APR 2015

Cara Grazia,
dalla tua lunghissima lettera emergono aspetti che sarebbe opportuno analizzare.
Secondo me, dovresti cercare uno psicoterapeuta che ti ascolti e riesca ad incanalare le tue energie in modo positivo, dopo aver individuato l'origine della tua perenne insoddisfazione.
Sembra, infatti, che tu cerchi di avere l'interesse e l'amore di un uomo per compensare dei vuoti che non esprimi a parole, ma che sono evidenti e si leggono tra le righe.
Se vuoi, contattami in privato e potremo approfondire l'argomento.
Dott.ssa Loredana Aiello

Dott.ssa Loredana Aiello Psicologo a Como

18 Risposte

276 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Cara Grazia, la noia fa da regina nella tua esposizione. Sembra che tu attribuisca agli altri ogni motivo del tuo malessere. Tuttavia, cambiano i partner, ma non cambia la tua sensazione di vuoto, di solitudine. mi sembra opportuno che tu ti rivolga a uno psicoterapeuta per intraprendere un percorso di crescita personale che ti consenta di approfondire la conoscenza di te stessa, dei tuoi desideri, delle tue esigenze, delle tue aspettative, e di porti degli obiettivi.
Cari saluti.
Dott.ssa Maria Concetta Culcasi

Dott.ssa Maria Concetta Culcasi Psicologo a Trapani

69 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2015

Cara Grazia,
mi sento di dirle che ciò che maggiormente emerge sia il suo desiderio di amare ma senza riserve, perdendo di vista sé stessa.
Credo che la cosa opportuna sia cercare di capire ciò di cui ha realmente bisogno, che forse non è aggrapparsi agli altri ma a sé stessa, alla Grazia che può scoprire di valere, di poter essere amata e apprezzata dagli altri, prendendo in mano la propria vita e scegliendo chi amare sicura di sé e del proprio valore.
Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2015

Vi ringrazio di cuore e nonostante io abbia molto superficialmente raccontato di me , voi tutti siete stati attenti a cogliere lati che effettivamente fanno parte del mio modo di essere.
Sì, partire da una autonomia economica mi sarebbe di grande aiuto per poter contare sulle mie forze e superare alcuni dei miei limiti comportamentali.
I miei blocchi , i miei timori andrebbero approfonditi con l'ausilio e il supporto di uno specialista quali voi rappresentate egregiamente. .
Grazie .
Distinti saluti.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2015

Gentile Grazia,
la sua situazione mi sembra piuttosto confusa; non ha mai accennato a tentativi di terapia di coppia o individuale per recuperare il rapporto con suo marito e d'altra parte mi sembra che le varie storie che si sono succedute le lascino ugualmente una insoddisfazione. Avete mai pensato di andare da uno psicoterapeuta? Cosa la trattiene poi dal cercare un lavoro se vorrebbe farlo? Come vede ci sono molti interrogativi che uno psicologo le porrebbe. Sarebbe anche opportuno considerare il tipo e la validità del suo matrimonio. Al riguardo le segnalo un articolo sul matrimonio che può trovare sul mio sito professionale e le consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta per dare risposta alle domande di cui sopra.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

718 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Buongiorno Grazia, ha scritto una lunga mail, quasi un pezzo di autobiografia, ma non ha scritto in cosa ha bisogno di aiuto.
Noia e annoiata sono le parole più frequenti, che indicano come lei si sente.
Prendere in mano la sua vita, capire cosa desidera, e iniziare un percorso di psicoterapia potrebbero essere l'inizio per uscire dalla noia e provare a vivere con consapevolezza.
In bocca al lupo!

Dott.ssa Barbara Paolinelli Psicologo a Trento

42 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Cara Grazia
gli errori che hai fatto a 20anni sono assolutamente comprensibili (mi riferisco al matrimonio inconsapevole che hai contratto), però ora che hai 38 anni tu devi "essere presente" e sveglia nelle tue scelte e, soprattutto devi saperti ascoltare interiormente e comprendere a fondo le cose che non ti vanno bene.
L'aiuto di uno psicoterapeuta può essere davvero importante per te per aiutarti a mantenere il contatto interiore con ciò che senti e che realmente vuoi.
A mio parere questo"intrigo" psicologico-sentimentale in cui sei coinvolta e che ti lascia di fatto sola nella realtà è qualcosa che ti pesa e che non desideri veramente.
Ci sarebbe molto da cambiare nella tua vita a partire da una ricerca di autonomia e quindi di un lavoro (anche se non è facile) ...questo come prima cosa...
Auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6941 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Cara Grazie,

il cambiamento è dentro di noi. Finchè si cerca le risposte della nostra insoddisfazione, in un'altra persona e si colpevolizza l'altro delle nostre colpe, si tiene oscuro il reale blocco dal quale non si riesce ad uscire.
Provi a fermarsi e a leggere dentro se stessa cosa realmente vuole, chi realmente è.
Non si è qualcuno in funzione di un altro.
E' madre, moglie e soprattutto donna. Faccia tesoro delle mille risorse che già ha.
Dott.ssa Annalisa Salvati

Dott.ssa Annalisa Salvati Psicologa Psicologo a Roma

18 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Dalla narrazione che Lei fa della sua vita, si colgono aspettative solo di tipo emotivo.
E come che se Lei fosse al centro di una stanza e alcuni uomini si muovano intorno a Lei, cercando (a quanto pare invano) di liberarla dalla noia.

Tuttavia non emergono le sue personali aspirazioni, al di là delle attenzioni sentimentali.

La domanda che le chiedo di porsi è se le aspettative che sta dando alle relazioni sentimentali non siano eccessive.

Sembrerebbe quasi che la sua identità sia un po' troppo definita e collegata a doppio filo dalle sue relazioni.
Se fosse così, se tutte le sue energie si concentrano solo su questo, sarebbe inevitabile rimanerne insoddisfatti.

Occorrerebbe forse diversificare i suoi interessi, in modo da avere gratificazioni da più ambiti ed un equilibrio che possa partire da Lei e non solo dalle vicissitudini sentimentali.
E' chiaro che la mia è una lettura che potrebbe essere incompleta, ma è quello che leggo fra le righe di ciò che ha scritto.
Se fosse interessata ad approfondire, può contattarmi ai miei recapiti, o può rivolgersi ad un collega che l'aiuterà a fare chiarezza.
Cordialmente, Dott.ssa Anna Patrizia Guarino.

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Grazia
ho letto il tuo lungo messaggio. Emerge solo un fatto, il più evidente.
La tua passività. Sembra che tutto ti annoia. Dubito tu ci abbia detto tutto. Nel tuo messaggio sembra che la responsabilità della tua vita sia stata affidata al tuo partner. Forse io proverei a riscriverla, ponendo se stessi al centro del problema, individuando cosa non va, e cosa si potrebbe fare. ALlora sarà anche più facile vedere la soluzione che raramente si trova nella 'fortuna' di trovare quello giusto.

Dr. Domenico Bumbaca, Psicoanalista Psicologo a Roma

26 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Cara Grazia, da quel che scrive sembrerebbe che lei si aspetti che un cambiamento di vita dipenda dalla persona che l'accompagna. Come se sia l'altro a farla stare bene o ad annoiarla. Io credo che Lei debba innanzitutto spostare l'attenzione su di Lei, su cosa sarebbe disposta a cambiare Lei per stare bene e prendersi maggiormente la responsabilità della sua vita. Solo in questo modo potrà effettivamente migliorarla!
Cordiali saluti

Dott.ssa Guglielmucci Simona Psicologo a Roma

41 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Hai tentato una soluzione alla tua vita cercando altri uomini, forse non è quella la strada, forse il problema sta altrove e no può essere risolto cambiando qualcosa fuori di te. Forse l'insoddisfazione che provi è nel tuo interno: ma ci vuole coraggio per affrontarla seriamente, chissa se te la senti. Ti auguro di si.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Ricorda che ogni qual volta una persona usa il verbo riuscire, non vive nel presente ma si proietta nel futuro. Ti sei sposata guardando il futuro non tuo marito. Non esiste la moglie impeccabile ma solo Tu nel qui ed ora. Poi posso spostare sugli altri, ma alla fine della storia io credo che tu ti sia innamorata usando il pensiero a protezione sul mondo. Guarda il mondo, vivi immerso in Esso e in base a ciò che senti nel qui ed ora scegli. L'ansia non è un sentimento e le scelte per Se in risposta a 12 anni di ansia/oppressione non son scelte per Se ma scelte in risposta dell'Ansia. Credo che tu non abbia proprio visto tuo marito e l'Uomo on line. Io credo che tu abbia visto solo certezza nel primo caso e Novità nel Secondo. Chi manca sei Tu per Te stessa Ora. Puoi imparare a cogliere il senso del Tuo sguardo recuperando naturalezza nella percezione del qui ed ora, consapevole e responsabile

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2015

Cara Grazia,
concordo con quanto scritto dalla collega: esser finita su questo sito non è certo un caso.
C'è qualcosa nella tua storia di vita che merita di avere un suo spazio, un suo tempo e la sua attenzione: per queste ragioni ti invito a valutare l'ipotesi di contattare un professionista nella tua città per intraprendere un percorso personale.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa, Torino

Dott.ssa Valentina Mossa Psicologo a Torino

159 Risposte

255 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2015

Cara Grazia,

grazie per aver condiviso la tua storia faticosa, sento tanta tristezza e solitudine nelle tue parole di donna alla ricerca da sempre di qualcosa che sembra non poter essere trovato. Penso che se hai scritto su un sito di psicologi è perché cominci a capire che c'è qualcosa che non ti fa stare bene e da sola non ce la fai a risolverla, credo che sia importante per te a questo punto della tua vita cominciare a comprendere e a prenderti cura di te con l'aiuto di un professionista. In bocca al lupo e se hai bisogno sono a disposizione

Dr.ssa Federica Brucchietti Psicologo a Milano

21 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte