Non resisto più, non so come comportarmi

Inviata da Alessandra il 6 dic 2015 Crisi adolescenziali

Ciao! Sono una ragazza di 17 anni che non ce la fa piú. Un po' per la mia grave insicurezza che si estende in una strana timidezza, e un po' per il fatto che mi sento inferiore dato che vivo in una famiglia di persone brave e brillanti. Molte volte mi sento paragonare in modo del tutto negativo dai miei fratelli. In queste ultime settimane poi sono molto nervosa e scontrosa verso persone che non c'entrano nulla. Ho uno sportello a scuola ma non penso di andarci perché ho questo problema che in testa so ciò che voglio dire e appena apro bocca butto qualche monosillabi. Ho perso la voglia di uscire perché ogni volta facevo sempre strade strane pur di non vedere nessuno. Penso di aver scritto dei concetti confusi ma necessito di un consiglio perché non so più come comportarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Alessandra,
credo che dovresti cominciare col volerti più bene ed essere più umile senza affogare nel tuo rancore, nella tua invidia degli altri che ritieni più bravi e nel tuo isolamento.
Altra cosa che puoi fare è usufruire dello sportello di ascolto della tua scuola (che tra l'altro è anche gratis) e se non riuscirai ad esprimerti bene ti scuserai e sarai aiutata ad esprimerti meglio.
Terza ed ultima cosa ( la migliore ) puoi chiedere ai tuoi genitori di sostenerti per poter intraprendere un vero percorso di psicoterapia per poter acquisire sicurezza, assertività, autostima e amore per te stessa e per gli altri.
I concetti che hai espresso per noi non sono confusi ma abbastanza chiari.
Hai chiesto un consiglio e ti è stato dato ma avrai l'umiltà di ascoltarlo?
Un cordiale saluto.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6479 Risposte

18136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessandra
devi partire dall'accettarti come sei, con la tua insicurezza e timidezza.
Facendolo potrai cominciare a cambiare un poco e a migliorarti.
Il fatto di paragonarti agli altri e di confrontarti con loro è anche una cosa che si fà alla tua età, però, più che farti sentire svantaggiata dovrebbe aiutarti a comprendere quali sono i tuoi punti di forza; sono sicura che tu ne abbia molti.
Oltre ad approfittare dell'opportunità dello "sportello" che avete a scuola, dove troverai qualcuno che ti ascolta e che ti aiuta, devi trovare il modo di confidarti coi tuoi genitori e magari con una amica fidata.
Piano piano devi arrivare a considerarti speciale proprio perché sei particolare e la tua luce è di un colore diverso da quella dei tuoi fratelli, ma non è detto che splenda meno; devi impadronirtene totalmente e imparare ad esprimerla.... sì, hai capito bene..stò parlando della tua luce...del tuo unico e particolare modo di essere.
Allora riassumiamo: primo passo confidarsi con i genitori, secondo andare alla sportello e chiedere aiuto, terzo cominciare a vedersi diversamente e riprendere contatti e amicizie.
Sono convinta che, facendo queste cose, non solo inizierai a sentirti meglio ma riprenderai una vita più attiva e interessante.
Un caro saluto
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6695 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessandra,
non ce la fa più pertanto è arrivato il momento di rivolgersi fisicamente a qualcuno per trovare un supporto, già un primo passo lo ha fatto, ha scritto questo suo messaggio, con sintesi e chiarezza; il fatto che nella sua scuola sia presente lo sportello di ascolto credo sia una buona occasione da non farsi sfuggire, anche se verrà fuori solo qualche monosillabo, può capitare, ed il professionista presente allo sportello credo proprio che sia preparato anche a questo: ci sono diciasettenni che tendono a esprimersi urlando ed altri che sono bloccati nella comunicazione, del resto è una età delicata in cui la personalità deve trovare il modo di affermarsi e sbocciare. Piccoli passi, permettono di scalare le montagne, sono comunque d’accordo con il collega che suggerisce un lavoro di psicoterapia che riguardi la sua autostima.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Elisa F. Chicchi

Dott.ssa Elisa F. Chicchi Psicologo a Figline Valdarno

33 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Alessandra
scrivi poco della tua famiglia di persone che giudichi brave e brillanti ma che, mi pare, non riescono a capire l'enorme e rara sensibilità che si nasconde dietro alla tua timidezza.
Tu stai anche attraversando il periodo dell'adolescenza, tempo di transizione verso l'età adulta, tanto agognata e tanto temuta.
La tua non accettazione del tuo modo di essere, solo perché diverso da quello degli altri componenti della tua famiglia alla quale ti paragoni, è punto cruciale sul quale lavorare e riflettere.
Visto che scrivi di avere le idee chiare in testa ma che hai difficoltà a verbalizzarle, perché non provi a metterle per iscritto? Vederle scritte nero su bianco ti potrebbe aiutare a sentirle più concrete e a buttarle fuori anche verbalmente, dopo averle lette e rilette. Sarebbe una bella idea per te tenere un diario della tue emozioni?
E puoi anche rivolgerti senza timori allo sportello d'ascolto della tua scuola. Lo psicologo saprà sicuramente aiutarti ad esprimerti al meglio, qualora da sola non ci riuscissi. E' lì per accoglierti.
Sii fiduciosa.
Un caro saluto.
Dott.ssa Simona Loi Zedda
psicologa-psicoterapeuta della gestalt

Simona Loi Zedda Psicoterapeuta Psicologo a Cagliari

15 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77300

Risposte