Non mi faccio rispettare.

Inviata da Giorgia. 15 giu 2013 5 Risposte  · Assertività

Salve. Il mio nome è Silvia e credo di aver bisogno di un consiglio da qualche specialista. E' da tempo che lotto con un problema, ma solo ultimamente sono riuscita ad individuarlo ed analizzarlo. Non riesco a farmi rispettare, mi faccio usare, sempre. Parto con le migliori intenzioni, determinata e sicura di me stessa; ma al momento dei fatti tutte le mie convinzioni, i miei ideali, e spesso anche parte della mia dignità, crollano e si frantumano. Un tempo succedeva nella mia compagnia di amiche: si prendevano gioco di me molto facilmente, io ci stavo malissimo ma glielo permettevo perché non sapevo fare altro, anche se dentro avevo voglia di scoppiare. Poi ho risolto, e non ricordo neanche io come. Adesso il problema si presenta nelle relazioni amorose (anche se d'amore c'è ben poco). Mi faccio usare da ogni ragazzo con cui mi trovo ad avere a che fare, è più forte di me. Il problema è che po soffro, ci sto male e me la prendo con me stessa perché non volevo farlo ed in realtà ero nutrita delle migliori intenzioni. Cosa dovrei fare secondo voi? Qual è il modo per tenermi stretto quel poco di dignità che mi rimane e farmi portare rispetto? Ringrazio in anticipo per eventuali risposte.

ragazzo , riesco , male , consiglio

Miglior risposta

gentile signora Silvia,
con riferimento alla metodologia cognitivo comportamentale interessanti appaiono per lei le strategie assertive (o affermative) che permettono alle òpersone di farsi rispettare, mantenere buoni rapporti col prossimo e difendere i propri diritti personali senza inutile ansia acquiosendo competenze sociali per raggiunfìgere i propri scopi sociali
dr paolo zucconi sessuologo e psicoterapeuta comportamentale

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

cara Silvia,
il nocciolo della questione parte dall'immagine costruita nel tempo (ed alimentata) che abbiamo di noi stessi,in profondita. Spesso ci imbattiamo, a fiuto,in relazioni che puntualmente ci rimandano a quell immagine di noi. E puntualmente cerchiamo paradossalmente risposte negli altri che la nutrono (se negativa,sarà negativa). I rimandi buoni rimangono nell ombra e a quasi nulla valgono le rassicurazioni. E' cosi forse? lavori in profondità con il sostegno psicoterapeutico,tenendo conto che la motivazione al cambiamento è solo sua. Altrimenti, vi sarà un vantaggio "secondario" di questa ripetitività di relazioni e di giudizi negativi su se stessa.
cordialmente

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2013

Logo Dott.ssa Elisa Fagotto Dott.ssa Elisa Fagotto

327 Risposte

169 voti positivi

Cara silvia,
il rispetto degli altri viene dal rispetto per se stessi. Credo che sia utile capire come mai lei adotta questo tipo di comportamento approfondendo la sua storia personale e famigliare...sono amabile se sono una brava...amica...fidanzata e ho paura di perdere ciò che ho...ma così si rischia di perdere l'amor proprio...e lei merita di amarsi.

Buona ricerca.

Dr. Antonio Cisternino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2013

Logo Dottor Antonio Cisternino MDPAC Dottor Antonio Cisternino MDPAC

481 Risposte

605 voti positivi

Salve Silvia,
senza che lei descriva degli eventi più specifici è difficile aiutarla... Le propongo però un cambio di prospettiva, cos'è che lei prende da queste relazioni? Quali sono i vantaggi che derivano dalla posizione di vittima in cui si mette? Quali sono gli obiettivi che non riesce a raggiungere nelle relazioni?
Spero che rispondendo a queste domande le si possano aprire nuovi punti di vista in cui collocare la sua situazione.
Cordialmente
Dr.ssa F. Parri

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2013

Logo Dott.ssa Federica Parri Dott.ssa Federica Parri

42 Risposte

28 voti positivi

Gentile Silvia,
bisognerebbe comprendere cosa hai paura di perdere nel momento in cui assecondi le esigenze degli altri. Le paure tendono ad essere evitate, invece per farvi fronte è opportuno individuarle chiaramente, a quel punto appaiono come meno minacciose.
Sono a tua disposizione per ogni chiarimento, un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2013

Logo Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa

366 Risposte

155 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Faccio fatica a farmi rispettare

6 Risposte, Ultima risposta il 29 Gennaio 2018

Come posso farmi rispettare? Quali sono le parole chiave?

6 Risposte, Ultima risposta il 01 Gennaio 2018

Mi sento inferiore e non riesco a farmi rispettare

7 Risposte, Ultima risposta il 10 Ottobre 2015

Non farsi rispettare

3 Risposte, Ultima risposta il 28 Novembre 2018

Non riesco a farmi rispettare..

17 Risposte, Ultima risposta il 16 Maggio 2012

Non riesco a lasciare mio marito...ma neanche a farmi rispettare

8 Risposte, Ultima risposta il 05 Novembre 2015

Perche non sono in grado di farmi rispettare?

6 Risposte, Ultima risposta il 21 Novembre 2016

Come farsi rispettare da un bimbo di 4 anni?

2 Risposte, Ultima risposta il 23 Agosto 2016

Perché non riesco a farmi rispettare??

4 Risposte, Ultima risposta il 07 Febbraio 2018

Quanto è importante rispettare l'orario delle sedute?

7 Risposte, Ultima risposta il 27 Ottobre 2015