Non mi decido tra 2 uomini

Inviata da Giulia · 4 mag 2015 Terapia di coppia

Sono una donna poco piu' che quarantenne. Sono stata gia' in cura da uno psicologo, una persona meravigliosa che io considero un padre per me, e prima ancora da una psicologa, anche lei una bellissima persona. Sono stata in cura a causa di una nevrosi depressiva che mi aveva portata a bloccarmi in tutto cio' che facevo, ho fatto la studentessa "fuoricorso" per almeno 6-7 anni piu' del necessario, e ho iniziato a lavorare a 29 anni. Nel lavoro sono stata spesso licenziata, dati i tempi ho potuto dare la colpa alla crisi, ma so che dev'essere qualcosa che ha a che fare con me. Parto in quarta all'inizio, piena di entusiasmo, cerco di fare vedere che sono brava e spero sempre di essere amata ed apprezzata, ma ecco che dopo un po' arriva la stanchezza e la noia.
Il mio problema adesso e' pero' di natura sentimentale, dato che sono legata sentimentalmente ad un uomo mio coetaneo da quasi 10 anni, ma la nostra e' una relazione a distanza, poiche' vivo all'estero da 6 anni. Ci vediamo una volta al mese.
E' una persona molto buona e onesta, con una famiglia serena e benestante alla quale sono affezionata. La mia famiglia al contrario, e' indigente e infelice, e non vorrei mai tornare la'. Io vivo in una camera in affitto, non potendo permettermi un monolocale e tantomeno l'acquisto di una casa.
Otto mesi fa ho conosciuto un uomo quarantenne divorziato con 2 figli maschi di 8 e 10 anni. Abbiamo comunciato a frequentarci e lui non sa ovviamente nulla, crede che io vada a trovare i miei genitori in Italia quando vedo il mio compagno.
Adesso mi ha chiesto di andare 10 giorni in Spagna con lui ad agosto ed insiste per prenotare, ma so che in quel periodo sara' libero anche il mio compagno. Adesso non posso piu' nascondere niente e devo affrontare la situazione, ma non so piu' che cosa fare.
Non e' la prima volta che tradisco il mio compagno, ma tutto e' sempre rimasto "sotto controllo" finora (io ho anche un altro amante occasionale, che pero' sa del mio compagno, e convive con la sua compagna, quindi in questo caso la situazione non si complica), ma adesso purtroppo non piu'.
Io ho paura di rimanere sola. Ce l'ho a maggior ragione adesso, per l'eta'che ho e per la situazione economica precaria in cui mi trovo, ma l'ho sempre avuta, anche da ragazza. Facevo fatica a distaccarmi da un partner dal quale mi sentivo molto attratta, soprattutto fisicamente.
Non sono molto attratta fisicamente dal mio compagno, che pure e' un bell'uomo, ma non ha quella capacita' di attrarre che hanno sempre avuto su di me gli uomini innamorati della vita, attivi, positivi, pieni di progetti e di energia, come e' invece l'uomo quarantenne che ho conosciuto di recente, che vive qui nella citta' estera dove vivo io ed e' cittadino di questa nazione (la citta' di provenienza che leggete nei miei dati e' quella di cui sono originaria io, e anche il mio compagno).
Non mi decido tra i due uomini. Tra l'altro, l'uomo che frequento da 8 mesi, oltre che di una diversa nazionalita', e' anche di una diversa religione. E' ebreo (peraltro, il tipico ebreo) e quindi per leggi religiose non potrebbe sposare una donna non ebrea. Preciso che ho visto i suoi figli solo una volta, non ho mai visto i suoi genitori. Di me ha fatto menzione ai suoi genitori, ma con loro mi chiama "l'italiana", e anche con l'ex moglie mi chiama cosi'. Peraltro l'ex moglie, un'ebrea brasiliana che pero' vive con i due bambini nei sobborghi ricchi della citta' dove vivo io (io abito in una zona di tenore medio-basso), sembra una persona disequilibrata, inoltre su WhatsApp scrive all'ex marito che la povera italiana (cioe' io) non ha ancora visto niente e non sa cosa l'aspetta. Questa donna e' una profittatrice (non lavora e si fa mantenere dallo stato e dall'ex marito), ma non vorrei mai che avesse una punta di ragione....
Premetto che ho beccato il mio uomo ebreo a chattare online con altre donne su un social network (non facebook) per expat online, io stessa l'ho conosciuto ad una festa di un gruppo di expat. Ho visto anche che e' iscritto ad un sito di online dating per ebrei.
Vi ho parlato di me per cercare di farvi capire come sono e della mia situazione per illustrarvela... Adesso vi chiedo un consiglio per cercare di capire come posso gestire questa situazione e saltarne fuori.
Con affetto,
Giulia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 MAG 2015

Giulia,
la sua è una situazione davvero ingarbugliata e io partirei proprio da un lavoro di "disintreccio dei nodi". Come fare? Di sicuro parlarne con un terapeuta potrebbe aiutarla non poco, tuttavia credo che lei debba iniziare a togliere dalla sua borsa una serie di pesi e di problemi che lei stessa si porta dietro rallentandosi, zavorrandosi.
Deve fare chiarezza sentimentalmente, deve scegliere, ci sono troppe relazioni nella sua vita relazionale/amorosa. Guardi che non glielo dico per questioni morali, se lei fosse serena potrebbe frequantare anche 100 uomini. Solo che mi pare si aggrappia a questo e quello, che tenga insieme le relazioni per uno strumentale desiderio di suppporto (psicooogico/materiale?) e che ora sia giunta al momento della verità, cosa che ovviamente prima o poi sarebbe avvenuto.
Più chiarezza, più sintesi, anche nei fatti di cuore.
C'è un affollamento che ora non è in grado di gestire e non le fa bene.

cari saluti
Dott. Alessandro Pedrazzi

Alessandro Pedrazzi Psicologo a Milano

54 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2015

Gentile Giulia,
lei ci pone una domanda che attiene alle scelte personali e nello stesso tempo ci dichiara una difficoltà a prendere una decisione. Su quest'ultimo aspetto uno psicologo dovrebbe poterla aiutare, mostrandole alcune tecniche che aiutano a decidere. Questo tema è stato approfondito dalla Psicoterapia Strategica Breve per cui le consiglierei di consultare un psicologo della medesima scuola. Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

741 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte