Non ho più una direzione

Inviata da Lara · 20 gen 2020 Orientamento scolastico

Mi sento in alto mare e non so cosa fare più della mia vita.
Studio lingue e musica da sempre, ho fatto il liceo linguistico, studio pianoforte da 6 anni e ho iniziato a studiare canto a 15-16 anni. Dopo il liceo ho avuto un momento di défaillance in cui non sapevo cosa fare e ho parlato con uno specialista. Ho proseguito dunque laureandomi in lingue e sono risultata idonea in due conservatori. Al conservatorio ho fatto due anni tremendi, non c’era dialogo con l’insegnante, voleva solo i risultati senza spiegarmi come arrivarci, mi trattava male. Ho dunque deciso che era il caso di provare il trasferimento (una volta fatto, non sarei potuta tornare indietro). Una mia amica che studiava in un altro conservatorio mi ha consigliato di andare là, con l’insegnante che aveva lei. L’insegnante accettò di farmi un’audizione ufficiosa per vedere se ero idonea. Alla fine dell’audizione sembrava entusiasta, mi ha fatto tutta una serie di complimenti e, insieme all’insegnante di pianoforte lì presente, mi ha dato istruzioni per il trasferimento, dicendomi che non ci sarebbe stato nessun problema, che avrei dovuto fare una piccola prova pro-forma davanti alla commissione, ma di prenderla a cuor leggero perché tanto quest’insegnante mi aveva già accettata. Anzi ha voluto che dessi la mia parola, la garanzia che avrei fatto il trasferimento perché non poteva rimanere con un’ora buca, per questioni amministrative. Io ero felicissima, sono uscita dall’aula piangendo dalla felicità e contenta del fatto che avrei potuto finalmente studiare seriamente. All’audizione tuttavia, contro ogni previsione, non venni accettata. Ne parlai con l’insegnante, sperando in una spiegazione plausibile e in qualche consiglio utile, visto che ormai avevo fatto letteralmente all-in e mi ero trovata a piedi. E invece mi sono sentita delle scuse che non stavano né in cielo né in terra rispetto a quello che mi aveva detto all’audizione ufficiosa. Ora, 3 mesi dopo, non riesco più a studiare musica, mi viene da piangere ogni volta che provo a mettermi e il più delle volte non inizio neanche a prendere il libro perché so già che starò male. Sono passata da studiare tutti i giorni a studiare 2-3 volte alla settimana nel periodo del primo conservatorio, a non studiare proprio più e anzi appena mi capita di canticchiare mi interrompo subito, quasi castrandomi da sola. Ora non so più fare, se rimettermi in gioco, se ne vale la pena, se ho le capacità o no, se ha senso, se mi sono illusa, se posso aspirare a qualcosa di più. E soprattutto non capisco cosa mi ha spinto a reagire così male di fronte a questa fregatura. Cosa posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 98950

Risposte