Non capisco più quello che voglio

Inviata da Gioia · 1 dic 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Buongiorno, mi chiamo Gioia, ho 23 anni e come da titolo non so più cosa voglio e la cosa mi fa stare malissimo anche sul piano fisico, con gastrite e insonnia ormai perenni. Cercherò di essere più concisa possibile. Un anno fa circa ho iniziato una storia con un ragazzo di qualche anno più grande di me. All'epoca eravamo entrambi fidanzati, ed erano storie importanti (lui conviveva), ma che abbiamo entrambi concluso dopo poco, essendoci innamorati l'uno dell'altra. È stato un anno difficile, condito da litigi continui, fondamentalmente perché lui non aveva il coraggio di parlare di me a nessuno, né di aprirsi completamente con me, né di riprendere in mano la sua vita (conviveva con la sua ragazza e poi era tornato a vivere dai suoi dopo la rottura). Io già molto insicura di mio ho sofferto moltissimo per questa situazione, soprattutto per la sua distanza emotiva da me, ma nonostante tutto sono rimasta, convinta di volere solo lui. Ora che finalmente le cose stanno migliorando, nel senso che lui si è avvicinato a me, si impegna molto più di prima nella nostra relazione e così via, paradossalmente io sono piena di dubbi e ripensamenti. Ho iniziato improvvisamente a vederlo diverso, pieno di difetti fisici che fino a poco fa non mi avevano disturbato, a sentirmi spaventata e soffocata all'idea di passare la vita con lui, a chiedermi se lo amo ancora o no, se là fuori non ci sia qualcosa di meglio per me. Contemporaneamente mi sono avvicinata ad un ragazzo che viene in palestra con me e che mi attrae molto fisicamente, e c'è anche stato qualcosa tra noi, sebbene io odi i rapporti fini solo a se stessi e senza coinvolgimento emotivo, come è stato in questo caso. Eppure sono piena di dubbi, e sono disperata. Con la mia famiglia non ho mai avuto un buon rapporto, e ora che pensavo di aver trovato qualcuno con cui costruire la mia vita mi trovo in questo stato. Sono una persona molto chiusa, ho pochissime amicizie e le altre due storie importanti che ho avuto si sono concluse in modo molto simile, con me che diventavo piena di dubbi e mi sentivo soffocare e alla fine decidevo di chiudere, provando subito dopo un gran senso di sollievo nonostante l'inevitabile dolore e la paura di restare sola per sempre. Mi odio per questo, perché desidero l'amore che mi è sempre mancato più di ogni cosa, ma sembra quasi che quando ce l'ho i miei sentimenti cambino. Prima di gettare via una storia in cui ho investito tanto per la terza volta vorrei riuscire a capire se il problema sta nel fatto che il mio ragazzo per qualche motivo non mi piace più e quindi non posso che voltare pagina, oppure se il vero motivo è un altro. Ho intenzione di iniziare una psicoterapia non appena ne avrò la possibilità economica, ma nel frattempo sarei grata se voleste darmi i vostri pareri, perché mi sento davvero uno straccio. Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 DIC 2016

Gentile Giulia,
è importante che abbia riscontrato la sua tendenza a lasciare le relazioni ad un certo momento della storia, ed è probabile che il suo intenso malessere anche fisico sia dovuto dal riscontro in se stessa di questo copione affettivo. Un percorso di psicoterapia analitica andrebbe al di là del capire cognitivamente questo e la condurrebbe nel cammino di assunzione interna dei suoi vissuti e della risoluzione inconscia di questa sua tendenza. Mi rendo conto che Lei avrà i suoi tempi anche economici per iniziare una psicoterapia, ma proprio ora che la sofferenza la sta mettendo duramente alla prova sarebbe opportuno arrendersi all'evidenza ed iniziare il percorso. Le faccio tanti cari auguri.
Rimango a sua disposizione se lo desidera.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 DIC 2016

Gentile Gioia,
mi sembra che lei abbia analizzato la situazione molto bene e forse la risposta ai suoi dubbi se l'è sei già data. Condivido con lei il pensiero di iniziare una psicoterapia che, se fatta in modo doveroso, è davvero un investimento importante e garanzia di crescita personale (per qualsiasi persona).
Per quanto riguarda la sua storia, immagino il senso di pesantezza e ritengo "normale" il fatto di sentirsi affaticati e intolleranti nei confronti di una situazione in cui si è investito affettivamente già tre volte.
Cosa in questa situazione le crea più dolore, paura o rabbia?

A disposizione

dott.ssa Silvia Momentè

Dott.ssa Silvia Momentè Psicologo a San Donà di Piave

19 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2016

Cara Gioia
in fondo delle risposte se l'è già date da sola; una profonda insicurezza, la difficoltà di portare avanti relazioni proprio quando diventano importanti ed impegnative, non capire cosa si vuole: questi sono i motivi che la fanno star male. Gastrite e insonnia completano il quadro: sono classici sintomi psicosomatici, così detti perchè hanno un'origine psichica alla cui base vi sono conflitti emotivi inconsci.
Se non intraprende un percorso psicoterapeutico (analitico), sarà difficile mettere ordine alla confusione che la pervade e capire cosa si cela dietro tutto questo.
Non c'è altro suggerimento che posso darle se non quello di esortarla ad iniziare questo percorso quanto prima.
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

556 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte