Non capisco perché mi tocca così durante il rapporto

Inviata da Angela · 18 apr 2017 Orientamento sessuale

Sono fidanzata da un anno con un ragazzo della mia stessa età , 21 anni..
Dopo molteplici tira e molla siamo tornati insieme da un paio di mesi e da allora la nostra relazione procede bene. Lui mi sembra preso e innamorato e tenta di dimostrarmelo continuamente , è parecchio esigente a volte e non nego che litighiamo spesso.. C'è però un aspetto della nostra vita di coppia che mi crea perplessità .. Ed riguarda proprio il fare l'amore con lui..
Per me lui è stato il primo e non ho sufficiente esperienza alle spalle per poter giudicare la situazione obiettivamente, pertanto mi baso solo su una strana sensazione .
All'inizio quando stavano insieme eravamo molto preso dalla passione e magari non lo notavo, ma da quando siamo tornati insieme sento che quando facciamo l'amore qualcosa è cambiato .. Ed in positivo almeno per me . Ogni volta , quando lo vedo sopra di me e lo vedo mentre mi guarda provo un'emozione immensa , il cuore mi scoppia e mi sento di amarlo moltissimo . Non mi concentro sulla passione o il piacere perché sono secondari per me a quell'emozione. Eppure dopo qualche minuto lui mi chiede di cambiare posizione perché riusciamo a venire solo se io sto sopra di lui (lui prima di conoscermi mi ha raccontato di soffrire di anogarsmia, non riusciva avvenire con le altre ragazze, con me si ). Lui mi dice sempre di spostarmi perché vuole che io venga ma in realtà io so che è perché vuole venire lui. Io a volte temporeggio ma lui insiste finché non cedo. Oddio io ci tengo che lui provi piacere e mi lusinga ma a volte credo lui voglia farlo solo per quello.., perché poi dopo che viene se ho ancora voglia lui mi abbraccia ma non fa nulla , ride pure se insisto. Io non riesco a venire da un mese e mezzo, sarà successo solo due volte in cui questo tempo, ma nulla. Lui pensa che io dopo aver fatto l'amore mi scurisca perché rimango insoddisfatta ma la verità è che sono un po' seccata con lui . Mentre sto con lui io sono sempre molto affettuosa, gli accarezzò braccia, gambe, schiena, capelli, lo abbraccio e gli tempesto il viso di baci , ma lui non fa mai nulla di dolce quando lo facciamo, solo prima a volte.. L'unico gesto che fa è tenermi il seno stretto tra le mani perché dice che lo fa eccitare in quanto gli piace tanto il mio seno, ma non gli viene mai di toccarmi le gambe, accarezzarmi la testa o la pelle, nemmeno in risposta ai miei gesti.. mi guarda negli occhi però quasi tutto il tempo. Io so che uno dovrebbe fare ciò che si sente in un rapporto ma non capisco perché dopo tanto tempo non ha voglia di accarezzarmi o toccarmi anche nel resto del corpo. Tempo fa gli chiedi più volte di toccarmi le gambe, lo ha fatto un paio di volte ma dice sempre che se lo scorda. Io provo a dirglielo ma lui pensa che sia solo un problema di insoddisfazione mia. Credo di piacergli fisicamente anche per altro oltre il seno , perché non ho problemi, sono snella e asciutta , e ho le mie forme, nessun ragazzo si è mai lamentato . Io mi chiedo se questo sia un problema suo o mio , perché non capisco come mai non gli venga nemmeno in mente questa cosa. Vi ringrazio e mi scuso per essere stata troppo precisa, anche in un argomento imbarazzante come questo . Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 APR 2017

Gentile Angela,
Come già le mie colleghe le hanno detto, non esiste un unico modo di fare l'amore, ma ce ne sono diversi. Ognuno ha esigenze diverse e posizioni preferite e stare in relazione significa anche conoscere e comprendere queste diverse esigenze e venirsi incontro, assecondando non solo il proprio piacere, ma anche quello dell'altra persona.
Le suggerisco di provare a comunicare al suo ragazzo le cose che la scuriscono, dicendogli chiaramente che non sono soltanto legati al rimanere insoddisfatta, ma anche al modo in cui lui la tocca e al modo in cui vuole essere toccata. Gli faccia presente che gradirebbe essere toccata in luoghi e modi diversi, e per lei ci sono aspetti di piacere e di soddisfazione che vanno oltre la semplice eccitazione e soddisfazione durante l'atto sessuale.
Forse è possibile ipotizzare che questo ragazzo sia concentrato più sul proprio piacere personale che non su quello della sua ragazza proprio perché per lui non è così facile raggiungere un orgasmo, in ogni caso è positivo che lui con lei riesca a venire. Forse lui ha solo bisogno di tempo per imparare meglio a capire il proprio corpo ed il suo. Forse una volta che il timore di non raggiunger l'orgasmo in lui sarà superato, potrà concentrarsi anche maggiormente su di lei e su ciò che lei desidera.
Potrebbe essere utile consultare insieme uno/a psicoterapeuta che sia anche esperto di sessualità, con l'obiettivo di superare e affrontare meglio la difficotà a raggiungere l'orgasmo di lui e le strategie per rendere il vostro rapporto più appagante per entrambi.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2197 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 APR 2017

Salve Angela
Non si preoccupi, non è imbarazzante parlare della propria sessualità e lei ci è riuscita molto bene perché ha spiegato non solo quello che accade, ma anche come si sente a riguardo.
È normale che lei adesso viva una sessualità diversa, i rapporti con il tempo si evolvono e il cambiamento avviene anche per rilascio di ormoni diversi a seconda delle fasi in cui ci si trova. Questo differisce però in uomini e donne perche, non è solo un detto comune, uomini e donne hanno architetture mentali altrettanto complesse ma differenti. Provare amore e non solo passione in una fase avanzata del rapporto è normale, così come è molto comune che gli uomini dopo l'orgasmo siano presi da quella che in gergo si chiama "depressione post orgasmo", sempre relativamente al rilascio di ormoni che fanno parte dell'architettura di genere.
Senza dilungarci oltre su spiegazioni scientifiche rispetto alla sessualità, comprendo che lei sia seccata dal comportamento del suo compagno durante e dopo il rapporto sessuale. In che modo ha provato a spiegare al suo compagno come si sente? Cosa prova quando non la accarezza dove e come vorrebbe?
Consideri che se il suo compagno ha avuto con altre donne difficoltà a raggiungere l'orgasmo, è un bene che con lei invece riesca, significa che è suo agio, è preso...
È, inoltre, normale preferire posizioni rispetto ad altre. Immagino che il punto fondamentale della sua richiesta qui sia relativa al fatto che non si sente appagata in quest ultimo periodo perché non raggiunge l'orgasmo e una volta che il suo compagno lo raggiunge, non si "preoccupa" di darle piacere, se così è possibile spiegare quello che accade.
È così?
Mi può descrivere nel dettaglio un episodio? Spezzettando gli avvenimenti prima/durante/dopo il rapporto e le sue emozioni annesse?
Resto a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

951 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2017

Cara Angela, non devi scusarti di aver fornito dettagli che possono risultare preziosi. Ci tengo innanzitutto a precisare che sicuramente la colpa delle difficoltà che sessualmente avverti non è tua così come non è del tuo ragazzo. Non esiste un solo modo di fare l'amore e, a differenza di quanto si pensi comunemente, il sesso è una cosa da imparare, possibilmente insieme. Ecco perchè ciascun partner dovrebbe riuscire a parlare all'altro e a non vergognarsi di dire ciò che gli provoca piacere. Per quanto riguarda il tuo ragazzo, da quel che dici, mi sembra si tratti di eiaculazione ritardata se non impossibile ma comunque situazionale. Sebbene sia consigliabile comunque un controllo medico da un andrologo, potrebbe essere positivo una consulenza sessuologica per capire come migliorare la situazione per entrambi.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale
Arluno (MI)

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

666 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte