Non capisco il perché di questo attaccamento

Inviata da annamaria il 25 nov 2015 Terapia di coppia

Spero che qualcuno possa darmi un punto di vista inedito su cui riflettere e ringrazio in anticipo.
Sono una ragazza di 22 anni, quando ne avevo 13 ho conosciuto un ragazzo di un anno in più di me. Fu la mia prima "cotta" e a lui detti i primi baci. Essendo dello stesso paese io e le mie amiche iniziammo a frequentare lui e i suoi amici e formammo una compagnia numerosa ma lui era incostante nei miei confronti e negli anni che seguirono (fino alle superiori) ebbe storielle con le mie amiche o conoscenti. Tuttavia ogni tanto tornava a punzecchiarmi e io puntualmente ci ricadevo scelsi addirittura la scuola superiore dove andava lui. In prima superiore però si fidanzò con una mia amica, insomma mi procurò una serie di piccoli traumi che non posso riassumere qui. Restava comunque un amore platonico. Io nel frattempo ebbi le mie esperienze e a 17 anni mi fidanzai per due anni e più e lui parallelamente a me, per poi rincontrarci al termine delle nostre storie due anni fa. Fu quella l'unica volta che non subì io la sua sparizione perché a mia volta intendevo non frequentarlo e scoprì che poco dopo si fidanzò con un'altra ragazza. Il bello di questa storia inizia lo scorso giugno quando, terminata la sua storia, ci rincontriamo una sera in compagnia dei soliti amici e si riaccende tra di noi la solita intesa particolare e finiamo a letto insieme. Nei giorni successivi è sempre lui a cercarmi ogni giorno e iniziamo a frequentarci. Io sono incredula sia per le sue attenzioni che finalmente ha nei miei confronti, sia perché lui dimostra di ricordarsi tante cose della nostra adolescenza e di me, anche dettagli che io avevo dimenticato. Infatti è tutto troppo bello per essere vero e dopo un mese sparisce da un giorno all'altro, una sera lo incontro e lui mi dice che ha troppi problemi e nessuna voglia di intraprendere una relazione. Una settimana dopo lo incontro e mi saluta a stento, è lì che vado su tutte le furie e litighiamo. Mi dice che comunque con me una relazione non la intreccerebbe mai per la mia reputazione (dovuta alle mie peripezie adolescenziali). Al mio: ''non voglio un fidanzamento ma vorrei conoscerti, perché ci conosciamo da anni e tu non sai niente di me e io niente di te'' lui mi risponde: ''non ti conosco e non me ne frega neanche niente di conoscerti, tanto tutti mi parlano male di te appena ci vedono insieme.''
Le sue parole mi hanno rimbombato in testa per tutta l'estate, contribuendo insieme ai miei problemi famigliari, ad avere attacchi di panico, ad un aumento di peso per fame nervosa, ad isolarmi fino a non riuscire neanche più ad andare al lavoro e ad una serie di disagi fisici e mentali (dimenticavo tutto in giro ad esempio). Il mese di agosto insieme all'inizio di settembre sono stati i più brutti della mia vita. Lo sognavo ripetutamente. Quando ho cominciato a stare meglio ho conosciuto un ragazzo, ma appena si è interrotta la frequentazione con questo mi sono resa di nuovo disponibile alle avance dell'altro. Abbiamo avuto un chiarimento, e lui si è confidato con me rispetto alla morte di suo padre (avvenuta da due mesi) ma il giorno dopo ero punto e a capo, era sparito di nuovo.
Ad ora ho ben chiaro razionalmente che è un rapporto senza senso, che non funziona. Non attribuisco a lui neanche grandi qualità, non abbiamo interessi in comune, so che non può darmi la storia che vorrei perché non ci incontriamo come pensiero su troppe cose eppure continuo a sognarlo e a desiderare di parlargli e vederlo. Ci sono momenti in cui devo letteralmente trattenermi dal non scrivergli un messaggio, sono le sensazioni che da nove anni sento ogni volta che lo rivedo e da cui poi impiego qualche tempo (a volte mesi) per disintossicarmi; ma da quest'estate la cosa si è decisamente amplificata. Non capisco cosa rappresenta per me e il perché di questa attrazione così potente. Proprio ieri ho sognato di essere incinta e di chiedermi di chi fosse il padre, dicendo a me stessa ''stupida, non prenderti in giro il padre è lui... Sei stata solo con lui negli ultimi dieci mesi e lo sai benissimo'' piangendo di gioia al pensiero che fosse lui il padre.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Annamaria
certo ti sto rispondendo con un mese di ritardo ma spero che accetti la mia visione e che possa esserti utile. "La storia infinita" con questo ragazzo mi sembra bella ma, allo stesso tempo, alquanto tormentosa, soprattutto per la incapacità di lui di "connettersi" ai suoi sentimenti profondi (che teme) e per una mentalità molto tradizionale e chiusa nel valutare le cose della vita.
Quelo che lui, sicuramente, non ha compreso è che i tuoi "trascorsi sentimentali" oltre ad essere qualcosa di perfettamente naturale, sono stati anche dovuti al fatto che non è stato possibile intrecciare una vera relazione tra voi, motivo per cui, come ha fatto lui hai fatto tu, cioè: avete sperimentato e vissuto altre storie..
Certo la profonda insicurezza di questo ragazzo e il suo atteggiamento giudicante rendono difficilissimo costruire una relazione stabile, tuttavia lui resta per te in una luce particolare che si riflette nei sogni e tu vorresti che il vostro rapporto producesse "qualcosa" di bello; nel sogno ciò è rappresentato dall'avere un figlio con lui.
Forse tra voi l'affetto è profondo...magari chissà, il tempo renderà noto l'esito definitivo...
Rimani aperta, se son rose fioriranno...con maggiore maturità e superando ostacoli caratteriali sarà possibile?
Un caro saluto e un augurio Dott Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6700 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile lettrice,
penso che questo ragazzo, nonostante la sua volubilità e tutti gli altri suoi difetti, è rimasto nei suoi pensieri e nei suoi sogni per il fatto molto semplice che è stato il suo primo amore o, come lei meglio dice, la prima "cotta".
E' anche evidente che, per questo stesso motivo, lei lo ha molto idealizzato.
Oltre a ciò la sua fragilità, bassa soglia di tolleranza delle frustrazioni e scarsa autostima espressa nei sintomi descritti ( panico, "fame nervosa", isolamento, amnesie) ha fatto il resto.
Lei ha bisogno di superare tutto questo e ristrutturare la sua personalità mediante un percorso di psicoterapia preferibilmente ad indirizzo psicodinamico.
Cordiali saluti.
Dr. Fiore Gennaro
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6503 Risposte

18178 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buona sera Annina,
a mio parere dovrebbe chiedere un consulto psicologico per capire cosa la lega a questo ragazzo tanto da passare sopra a questi comportamenti e atteggiamenti così lesivi che lui ha nei suoi confronti. Ci sono tante tematiche che andrebbero discusse e le darebbero l'opportunità di riflettere e crescere considerando la sua giovane età.

Saluti.
Dr.ssa Sonia Rossetti.

Dr.ssa Sonia Rossetti Psicologo a Lizzano

73 Risposte

237 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Annina,
mi rendo conto del suo bisogno di comprendere cosa rappresenta lui per lei, e questo è proprio uno dei compiti di un lavoro psicologico svolto de visu dopo che il consultante ha parlato a lungo di se stesso, della sua vita, degli eventi importanti che l'hanno caratterizzata, dei suoi sogni, delle sue aspettative, dei suoi desideri profondi. On line noi possiamo solo orientare. Lei ha necessità di ascolto attento e sensibile per superare quella che lei stessa afferma essere un forma di dipendenza - mi riferisco alla sua espressione "disintossicarmi". Se sente che la forza di volontà non le basta più, valuti seriamente di iniziare un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 77400

Risposte