Non capisco cosa sta succedendo.

Inviata da Marika Giustolisi · 22 ott 2019

In questo ultimo periodo (circa due anni) si sono presentati con più frequenza degli stati emotivi altalenanti. Premetto che sono una persona molto riflessiva e purtroppo non mi sento a mio agio a parlare dei miei problemi con le persone che mi stanno vicine. Ho una famiglia molto presente e gli amici non mi mancano ma è come se non volessi espormi con loro. Mi sento come se solo io sapessi l'importanza ed il peso di quello che provo e che se ne parlassi con loro tutto si ridurrebbe in una breve chiacchierata che li porterebbe a conoscere, con mia difficoltà, una parte di me. Ed è proprio questo che voglio evitare perché che senso ha aprirsi cosi tanto se chi hai davanti potrebbe un giorno allontanarsi da te? Non lo trovo assolutamente giusto, come se fosse una mancanza di rispetto per quello che ho passato o per quello che sto provando. Questo discorso ovviamente vale per gli amici ma per la famiglia si presenta un altro tipo di blocco, nel momento in cui tocco quei "bassi" altalenanti di cui parlavo prima e faccio scattare la preoccupazione dei miei genitori o di mio fratello, non riesco a concretizzare a parole la "pesantezza" che sento. Allora penso che forse non ho alcun tipo di problema. Sono sempre quella che ascolta e da consigli, attualmente la maggior parte dei miei amici (quelli intimi) stanno vivendo dei problemi e riversano, come è normale che sia, le loro paure e la loro negatività su di me. Il mio carattere mi porta sempre a sorridere e a scherzare anche se, come ho già detto, non sono più cosi stimolata nel combattere il mio cattivo umore e ciò mi porta a rinchiudermi in uno stato totalmente malsano dove faccio pensieri dannosi per la mia persona, sia fisici che mentali.
Ad esempio l'anno scorso ho passato un mese assurdo:
- non parlavo con nessuno,
-mi ero allontanata dal mondo dei social,
- Provavo a spronarmi ed uscire con le persone che mi cercavano anche se l'unica cosa che volevo fare era starmene a letto a non fare nulla,
-quando uscivo rimanevo in silenzio e nel momento in cui la situazione richiedeva un mio intervento mi sforzavo cosi tanto che avevo mal di testa e i miei sensi erano quasi ovattati,
- quando rientravo a casa ero cosi stanca da sentirmi peggio di prima.
Insomma... volevo solo annullarmi del tutto. Il periodo di durata più lungo è stato il mese dell'anno scorso, successivamente questi momenti si riducono dalle poche ore a massimo di tre giorni. Studio materie psicologiche e sono una persona che ama analizzare la mente per capire cosa si cela dietro ad un comportamento. Il mio difetto più grande in tutta questa storia è che tendo a minimizzare tutto, dico che è una cosa normale e che tutti ormai ci passano ma questo non toglie il fatto che io non stia bene. Non so cosa fare, vorrei aiutarmi da sola e da un lato vorrei pure allontanarmi da tutti. Vorrei attorniarmi di persone positive che invece di raccontarmi i loro problemi cercano di non fare pensare a quelli miei. Vorrei solo leggerezza.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 OTT 2019

Gentile Marika,
credo che fondamentalmente lei sia una persona molto esigente, complicata e con tonalità dell'umore rivolta tendenzialmente verso il basso anche quando cerca di sorridere e scherzare.
Aiutarsi da sola o allontanarsi da tutti (come lei dice) non mi sembrano strategie vincenti per migliorare il tono dell'umore.
Le consiglio perciò di intraprendere un percorso di psicoterapia che è anche una occasione di crescita personale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte