Non capisco cosa mi succede

Inviata da Jexica. 16 mag 2019 3 Risposte  · Crisi adolescenziali

Buonasera, cercherò di spiegarmi al meglio. Inizio col dire che ho bisogno di qualcuno che mi dica come posso fare per "auto aiutarmi" perché quando provo ad accennare il tutto a mia madre lei sembra fatto finta di non vedere eppure sa benissimo come sono.

Inizio col dire che ho 18 anni, e non capisco nemmeno io la mia persona: è da quando andai alle medie che la mia vita si è modificata del tutto. Sono figlia unica. Ho sempre avuto una migliore, ed alle medie eravamo sempre io e lei, sopportando la classe che offendeva solo per il fatto che stavamo sempre tra di noi. Sono sempre stata una bambina vivace ma da quando sono uscita dalle medie ho perso completamente l'autostima che ora piano piano sto riacquistando. Ho iniziato a soffrire d'ansia, fino a quattro anni fa delle volte uscivo di casa e dovevo rientrare perché stavo male. Andata alle superiori la cosa non cambiò, e la mia amica si allontanò perché si fidanzò e cose varie che non c'entrano con me. E cambiai scuola. Ora vi spiego in breve ciò che ho sempre provato e che provo, che sono cosciente di provare ma non capisco. Sarò introversa? Ma mi sembra che non sia solo questo. Parlo poco con gli altri, non riesco a farmi amici perché la gente pensa che io non la sopporto, ed è così. Non sopporto quando la gente mi chiede cose su di me, non sopporto quando vengono gli zii e mi dicono perché sto sempre a casa, perché non mi fidanzo, perché tutto. E io mi rendo conto che nonostante io delle volte non voglio stare da sola , o meglio, per esempio voglio uscire a fare una passeggiata ma non riesco, non riesco nemmeno a portare giù il cane da sola, non guardo mai in faccia la gente che mi passa vicino e prego di non incontrare mai nessuno, come se la gente mi giudicasse qualsiasi cosa faccia, e so che non è così, ma non cambia ciò che sento.
E se da un lato non voglio conoscere gente per paura di essere fregata, dall'altro mi accorgo che non mi interessa, io sto benissimo sola, mi diverto, mi rilasso. Mi ricordo di non star bene sola solamente quando voglio uscire e non riesco così sfitto qualcuno per farmi compagnia, ma tutte abitano lontano e la maggior parte delle volte decido di non chiamare nessuno. Mi risparmi un sacco di cose stando sola, e mi odio a mort quando non posso camminare, uscire, fare la spesa da sola perché sono sola. Fidanzati o fidanzate non mi i teressano e questo non è per niente un problema per me, mi chiedo se faccia parte di una personalità. La prima e ultima volta che mi è piaciuto qualcuno davvero ero all medie. Alle superiori, cosa di cui mi pento tutt'ora, mi misi con un po' di tempo con uno della mia scuola, che non mi piaceva per niente solo perché tutti dicevano che ero strana, un bacio e tornata a casa provavo un senso di schifo che se ci penso oggi mi disgusto ancora. Non mi interessano ste cose, nemmeno se penso alla persona esteticamente più bella che conosca. A volte penso che dovrei fingere di stare con qualcuno solo per fare tacere i parenti, ma non sarei coerente con il mio spirito. E poi mi sento una sfruttatrice di persone, perché sento gli altri solo le poche volte che mi sento sola, specialmente quando ci sono ospiti. Cos'è tutta questa roba che ho?


Non posso andare da psicologi per il momento. E non posso chiedere aiuto a nessuno perché tutti mi trattano come una disabile si mente ma tutti non notano niente.

amici

Miglior risposta

Gentile Jexica,
l'introversione è un tratto di personalità da valorizzare, d'altra parte è impensabile restare da soli tutta la vita. In adolescenza i vissuti di isolamento sono piuttosto frequenti, forse lei si è costruita una corazza difficile da cambiare. Per migliorare la propria vita credo sia opportuno avere un sostegno dall'esterno, nell'ambiente in cui vive non sembrano essere presenti stimoli. Potrebbe rivolgersi ad un servizio pubblico, in genere offrono una serie di sedute gratuite o a prezzi veramente modici.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Jexica,
sembra che in te si sia formato un circolo vizioso tra la paura di essere giudicata negativamente ed il comportamento di chiusura ed isolamento.
Quando dici "so che non è così ma non cambia ciò che sento" sveli anche una rigidità di struttura che ti danneggia e che potrebbe portarti addirittura alla depressione, cosa che accade frequentemente alle persone rigide.
Oltre a queste caratteristiche negative, hai anche un basso livello di autostima che non ti aiuta nell'instaurare relazioni sentimentali tanto da portarti a baciare un ragazzo che non ti piaceva provando poi disgusto.
Infine, riconosci di essere, oltre che introversa e rigida, anche un pò egoista e opportunista perchè quando ti fa comodo (situazioni sociali in cui ti senti sola) accetti di avvicinarti agli altri e magari ci riesci anche bene.
Sulla base di questi presupposti è difficile la soluzione di tali problemi con semplici formule di auto-aiuto su cui vorresti suggerimenti ma occorre un percorso di psicoterapia che potresti provare ad effettuare presso l'ASL tramite richiesta del medico di base.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2019

Logo Dott. Gennaro Fiore Dott. Gennaro Fiore

6039 Risposte

16884 voti positivi

Cara Jessica, purtroppo l'adolescenza è un periodo difficile per tutti, specialmente se non si ha un sostegno adeguato da parte della famiglia. Tu parli poco dei tuoi, ma suppongo che ci siano dei problemi. Bisognerebbe valutare se tu hai solo una personalità introversa, e stai bene così, oppure se ti sei ritirata per difesa. Io penso alla seconda ipotesi. Tu riconosci che al momento nessuno ti capisce. Purtroppo avresti proprio bisogno invece di un aiuto, perché anche se fossi così bravo da saperti spiegare tutti i tuoi problemi, poi avresti bisogno di una guida per lavorarci sopra. Spero quindi che tu possa avere aiuto, magari rivolgendoti al medico per avere qualche colloquio psicologico presso la ASL. Comunque sei intelligente e sei stata molto brava a scrivere. Resto a disposizione.
Leopoldo Tacchini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2019

Logo Dott. Leopoldo Tacchini Dott. Leopoldo Tacchini

669 Risposte

282 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Non capisco cosa mi succede a livello emotivo

4 Risposte, Ultima risposta il 13 Maggio 2016

Non capisco cosa mi succede da un po'..

1 Risposta, Ultima risposta il 12 Giugno 2017

Non capisco cosa succede

4 Risposte, Ultima risposta il 14 Marzo 2016

Non capisco cosa sento e non so cosa fare

1 Risposta, Ultima risposta il 29 Marzo 2019

Cosa mi succede con le persone?

1 Risposta, Ultima risposta il 18 Dicembre 2018

Cosa sta succedendo? Non capisco

4 Risposte, Ultima risposta il 15 Dicembre 2018

Attacchi d’ansia (?) non so più cosa mi succede

5 Risposte, Ultima risposta il 03 Agosto 2018

Vorrei capire cosa mi succede...

1 Risposta, Ultima risposta il 17 Maggio 2019

Non capisco cosa non va in me

3 Risposte, Ultima risposta il 08 Aprile 2016