Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non amo più il mio compagno

Inviata da Rmx il 23 apr 2019 Terapia di coppia

Buongiorno, sto con il mio compagno da più di 10 anni e abbiamo un figlio di 6 anni. Poco per volta il sentimento è finito, sono anni che non abbiamo più rapporti e sto con lui solo perché non voglio far soffrire nostro figlio che è molto legato ad entrambi. Tutto è cominciato da quando lui ha avuto problemi sessuali e nonostante io gli abbia proposto di andare da uno specialista, lui dopo una prima visita, ha interrotto la terapia dando colpa all'età, dicendomi che era normale che non avesse più erezioni (lui adesso ha 53 anni e io 44).Io per un po ho pensato che fosse normale la cosa e nn ci ho dato importanza, avendo un bambino piccolo che mi occupava tanto tempo. Ora il bambino comincia ad essere grande e io da più di un anno ho iniziato a sentire il bisogno di avere attenzioni ma lui ha continuato a far finta di nulla.
In tutti questi anni non ho avuto l'esigenza di cercare qualcosa al di fuori della coppia, ma una volta raggiunta questa consapevolezza ho cominciato a dare più importanza alle persone e da qualche tempo ho iniziato una relazione con un vecchio amico che adesso sta diventando molto importante per me.
Vorrei uscire da questa situazione, ma non riesco a trovare il modo di parlarne con lui perché non vorrei far soffrire il bambino, sarei anche disposta a continuare a vivere tutti insieme per il suo bene, ma vorrei che al mio compagno fosse chiara la situazione.
Questa persona che frequento non mi fa la minima pressione, capisce la situazione, anzi, è lui che spesso mi tranquillizza e mi dice di non affrettare i tempi, pur essendo lui single e contraccambiando i miei sentimenti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile signora,
lei è partita con l'errore e il pregiudizio di pensare che i problemi sessuali insorti nel suo compagno fossero una difficoltà ed una responsabilità soltanto sua e non della coppia, tirandosene così fuori.
Di conseguenza ha cercato la soluzione per lei più semplice ma si sta rendendo ora conto che tanto semplice non è.
Pertanto, le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia individuale dovendo poi il terapeuta valutare l'utilità di coinvolgere in terapia successivamente anche il suo compagno.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18390 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara utente,
comprendo che la situazione di coppia è compromessa da diverso tempo, di conseguenza lei ha trovato all'esterno un conforto emotivo. Sarebbe opportuno avviare un chiarimento della relazione attuale tramite un confronto aperto con il partner.
Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico al fine di valutare la scelta responsabile opportuna ossia se restare separata in coppia o valutare una separazione.
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Rmx, comprendo il suo disagio; non sentirsi desiderati dalla persona che si ha accanto capisco che sia molto frustrante. Le suggerisco di prendere in considerazione la possibilità di intraprendere un percorso di supporto psicologico per gestire questa situazione in funzione dei bisogni di suo figlio ma anche dei suoi. Continuare a stare insieme quando non si ama più l'altra persona, non è detto che sia sempre e automaticamente la soluzione migliore per i figli. Un caro saluto e le auguro davvero di riuscire a trovare una soluzione che possa farla sentire sollevata. Luisa

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

322 Risposte

373 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Rmx,

la sua è una situazione molte comune e comprendo la sua preoccupazione nei confronti del figlio e anche del possibile cambiamento. Le consiglio, vista la fase di vita molto delicata, di intraprendere un percorso psicologico. Penso che abbia bisogno di uno spazio suo, dove potersi confrontare con un professionista, approfondendo ed individuando le possibile paure, fragilità e preoccupazione.
Se ha dei dubbi mi può scrivere, cercherò di aiutarla.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1545 Risposte

1138 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte