Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Neuropsicologia, informazione su test mnestici

Inviata da Anonimo il 3 mag 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Buonasera a tutti gli specialisti e grazie dell'aiuto che fornite tramite questo portale.

Seguo mia nonna per un problema di memoria, per questo il neurologo le ha richiesto somministrazione di test neuropsicologici da specialista. Ho trovato per fortuna uno specialista neuropsicologo tramite l'albo della mia regione che provvederò a contattare.

Primariamente mi stavo informando (dato che non ne so proprio nulla) anche online riguardo a questi test mnestici e sono capitato su questo sito tramite google reindirizzato da una domanda di un utente. Ho deciso di scrivervi perché sono sì stati prescritti certi test e quelli verranno fatti, ma la mia curiosità verte su un dubbio che mi è sorto leggendo la risposta di un professionista di questo portale.

Il Dottore rispondeva riguardo i test neuropsicologici per la memoria che [cito] "due test diversi daranno sempre risultati diversi perché hanno validità e attendibilità diverse e soprattutto perché sono stati standardizzati su campioni differenti di persone."
... "È un po come fare le analisi del sangue in due laboratori clinici diversi: valutano gli stessi parametri ma con criteri e reattivi differenti ergo...i valori cambiano."
Continuando quindi la metafora che ha portato il dottore, se ad esempio il limite per il colesterolo in un laboratorio è mettiamo: 20 superato 20 è sopra la media; in un altro sarà 50 ma superato 50 sarà olte il limite. Non confronto quindi il gruppo che ha come limite superiore 20 con quello da 50 e viceversa; ma solo i risultati del paziente con quel gruppo.
Non ho capito cosa voleva dire il Dottore quindi, parlo per le mie nozioni di statistica ricevute nel mio corso di laurea, è vero che due test daranno punteggi (chiamiamoli grezzi) diversi però una volta che vengono standardizzati si vauta lo scostamento dalla "normalità" del campione per definire la significatività del risultato.
Non capisco quindi in che senso il Dottore riferiva che due test danno risultati diversi, pensavo un test fosse "positivo" o "negativo" a seconda di qunto si discosti dal valore medio (a seconda poi della propria deviazione standard della curva) e una volta standardizzati su una popolazione sana o affetta da alzheimer (per esempio) entrambi dessero lo stesso risultato se vi sia deficit o meno del paziente.
Se invece come dice il Dottore, un test risultasse positivo perché standardizzato su una popolazione e uno risultasse invece negativo perché il campione era un'altra popolazione, allora i test non sarebbero validi per diagnosi. Per essere validi deve esserci coerenza nel risultato o sbaglio?

Spero non traspaia una vena polemica, non lo sono affatto, sto' solo cercando di capire dato che mi è nata curiosità sull'argomento e vorrei parlarne con uno specialista.
Grazie per le vostre repliche.
G.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Giulio,
In tale senso mi sento di doverla rassicurare:
È vero che la testistica utilizzabile in questi casi non è poca, ma tendenzialmente si fa riferimento sempre ai soliti strumenti, proprio per "parlare tutti la stessa lingua"!
Credo sia improbabile che uno strumento diagnostichi una patologia , ed un altro la disconfermi totalmente.
Ci si può discostare, certo, ma non tanto da invalidare una prova.
Resto a disposizione per ogni cosa.
Cordialità.

Dott.ssa Marilù Altavilla Psicologo a Ceglie Messapica

110 Risposte

66 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giulio,
i risultati di test con standardizzazioni diverse possono discostarsi leggermente, questo si ma mi sembra molto difficile (proprio perchè prevedono delle correzioni er età e scolarità) che i risultati siano così differenti da risultare uno positivo e l'altro negativo. Su questo mi sento di rassicurarla. Inoltre, nella pratica clinica, per la diagnosi si fa riferimento ai medisimi test. In cso in cui si usi una taratura diversa questa viene comunque indicata nella relazione.

I miei migliori auguri
Dott.ssa Silvia Picazio
Roma/Gaeta

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

121 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77850

Risposte