Necessitá di approvazione, insicurezza.

Inviata da Mara · 13 apr 2018 Autostima

Salve, sono una ragazza di 23 anni; sono sempre stata una persona fin troppo sognatrice, con delle alte aspettative per la mia vita ma anche molto condizionabile.
Nella mia testa ho davvero un mondo tutto mio, con dei pensieri precisi e delle volontà ben specifiche che però non prendono mai forma per paura di giudizi negativi o superficiali.
Da un periodo a questa parte ho anche difficoltà nel prendere decisioni e, parlandone con gli altri, sento la necessità di avere l'approvazione che ciò che voglio fare sia giusto e, in caso di risposta negativa dall'altra parte, vado in crisi, mettendo in dubbio quelli che sono i miei desideri. La mia insicurezza sta crescendo arrivando al punto di isolarmi quasi totalmente da tutti, sfociando addirittura nella misantropia. Sono consapevole che i pensieri cambiano da persona a persona ma, quando non ricevo approvazione da persone importanti nella mia vita, in me crolla ogni sicurezza, cosi nascono i sensi di colpa e l'irrimediabile voglia di compiacerle per rimediare a ciò che ho detto (anche se sono solo idee). Quando devo affrontare un qualsivoglia tipo di situazione che so possa ferire qualcuno, entro in panico, mi viene l'ansia e non so come uscirne fuori senza ledere nessuno. Sono solita fasciarmi la testa prima di essermela rotta.
Ho paura di esprimere la mia opinione in una discussione in cui è coinvolta piú gente, perché odio le occhiatine imbarazzanti che mi potrebbero essere rivolte. A volte mi è capitato anche di parlare con un singolo di un determinato argomento, che poi è stato affrontato in gruppo, e questa persona ha utilizzato le MIE parole, parole che io non ho avuto il coraggio di dire. Ho provato molto sconforto ed anche molta rabbia e, questo episodio ha scatenato in me il bisogno di chiedere aiuto a superare questa mia grande e limitante pecca. Come posso cambiare il mio essere cosi insicura? La mia dipendenza di approvazione? Ringrazio anticipatamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 APR 2018

Gentile Mara,
lei è consapevole di essere insicura e facilmente condizionabile ricercando sempre l'approvazione degli altri : ciò si traduce in un basso livello di assertività e di autostima.
E' anche consapevole che questo le comporta malessere e la fa vivere male.
Per correggere questi suoi tratti disfunzionali, l'unica possibilità è di intraprendere un adeguato percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2018

Salve Maria,

Ha spegato il suo problema in modo molto chiaro. Dal mio punto di vista ha una consapevolezza di quanto le accade e questo è già un buon punto di partenza. Ovviamente, potrebbe esserle utile lavorare sui meccanismi con i quali si mette in dubbio e si autolimita nelle sue decisioni e scelte. Riuscire a cogliere le motivazioni ed i bisogni dietro uesti meccanismi può aiutarla a trasformare dei limiti in risorse e riacquistare sicurezza e slancio nella vita di tutti i giorni.

Cordialmente,

Dott. Pietro De Trucco
Psicologo/Psicoterapeuta (Caserta) (Napoli)

Psicoterapeuta Dr. Pietro De Trucco Psicologo a Napoli

39 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2018

Mara,
Leggo le sue parole e noto una buona capacità di comprensione di sé: sa di essere compiacente, sa di essere dipendente dal giudizio degli altri, sa che le sue reazioni sono spesso di fastidio quando l'altro non la approva o usa le sue idee in sua vece. Quello che può essere per lei un punto di crescita è il comprendere in che modo ha imparato questo per sé e dunque decidere una direzione di cambiamento. E questa direzione è diversa per ognuno di noi, per cui ciò che può fare è procurarsi uno spazio per approfondire questa già buona consapevolezza di sé e avviare lo step finale di autonomia. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti

Dott.ssa Enrica Sabatino Psicologo a Aprilia

19 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2018

Cara Mara,
probabilmente nella tua storia familiare c'è una grande attenzione al giudizio altrui e allo stesso tempo viene concesso poco spazio alle emozioni. un percorso di psicoterapia orientato alla mindfulness ti può consentire di aprirti alle tue sensazioni più profonde integrando corpo e mente. Lavorare sulle situazioni che ti bloccano per superarle sarà la strategia vincente, cogli l'occasione di questo evento disturbante per rafforzarti e riuscire ad affrontare l'ansia. Ci vorrà pazienza, accettazione e non giudizio, poniti con curiosità e apertura accogliendo ciò che arriverà.
Buon percorso!
Dott.ssa Silvia Orso

Studio Silvia Orso Psicologo a Udine

70 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2018

Cara Mara,
i condizionamenti familiari spesso ci portano a compiacere l'altro per paura di perdere l'affetto, il loro amore. Nel tempo soffochiamo parti importanti di noi stessi e diventiamo sempre piu' insicuri e dipendenti dall'ambiente esterno.
Il vero cambiamento comporta una presa di consapevolezza profonda superando i limiti autoimposti. Per tale motivo un percorso psicologico le permetterà di esplorare cosa l' ha bloccata emotivamente e nello stesso tempo avrà l'opportunità di essere maggiormente autentica.
Cordialmente
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2691 Risposte

2217 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2018

Buongiorno Mara,
sembra che le emozioni sperimentate in quest'ultimo episodio le abbiano fatto sentire il bisogno di chiedere aiuto. Comprendo come l'insicurezza e la necessità di approvazione siano per lei limitanti ma non sono una "pecca", bensì l'espressione di un disagio che va compreso. In psicoterapia potrà esplorare le sue paure per potere passare da una modalità forzatamente compiacente ad una più autentica e compatibile con i suoi bisogni.

Cordailmente,
Dott.ssa Natalia Monti
Psicologa Psicoterapeuta (Bologna)

Dott.ssa Natalia Monti Psicologo a Bologna

9 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2018

Gentile Mara,
il cambiamento è un processo e non esiste una ricetta preconfezionata da seguire. Prima di modificarsi e cambiare, come chiede lei, è necessario andare alla ricerca delle cause che l'hanno portata a sperimentare questa grande sofferenza, a sentirsi così insicura e a reprimere se stessa in maniera così profonda. Per poter avviare tutto ciò potrebbe cercare un supporto psicologico che la accompagni. Immagino si tratti di una difficoltà che lei si porta dietro da molto tempo e ora forse sente la necessità di capire. Coltivi questa ricerca.

Cordialmente

Dott.ssa Raso Rossana (Aosta)

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte