Mollare l'università?

Inviata da Fabiana · 15 dic 2015 Orientamento scolastico

Salve a tutti,
sono Fabiana ed ho 20 anni e sono in crisi perché da circa un anno e mezzo, da quando ho finito il liceo, non riesco a capire quale sia la mia strada per il futuro. Questo è ormai il secondo anno che frequento l'università ma ho già cambiato una volta facoltà perché quello che studiavo non mi soddisfaceva, mi faceva sentire inadatta e non realizzata, e questo mi ha resa infelice ed ha contribuito ad aumentare le mie insicurezze.Oggi mi ritrovo ad affrontare lo stesso problema con la nuova facoltà ,con l'aggravante di aver già perso un anno, e con addosso il peso sempre più schiacciante dei sacrifici ,soprattutto economici, dei miei genitori che probabilmente andranno persi per la seconda volta.
Devo ammettere che le mie scelte sono state prese in preda alla confusione ed allo sconforto.Ma ora non so come uscirne.
Credo di essere portata per le materie artistiche ,ma per un motivo o per l'altro un pò per mancanza di fiducia in me stessa, un pò per condizionamenti esterni,un pò perché la realtà del nostro paese ,al giorno d'oggi, sfavorisce chi come me è amante dell'arte ,ho accantonato l'idea ti poter seguire le mie inclinazioni per favorire qualcosa che, magari, mi avrebbe garantito un futuro.
Ora però non so nemmeno più cosa voglio. Sono sul punto di lasciare l'università per prendermi un pò di tempo, per cercare di schiarirmi le idee ma mi assalgono mille dubbi. Ho paura di sbagliare ancora e sono tormentata dai sensi di colpa. Mi sento un fallimento, mi sento stupida ed ho tanti pensieri negativi che mi frullano per la testa. Non mi sento di avere un obiettivo da raggiungere e a volte mi capita di pensare che tutto ciò sia dovuto alla mancanza di voglia di studiare. Mi rivolgo a voi perché non so più come comportarmi in questa situazione. Cosa dovrei fare?
Grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 DIC 2015

Gentile Fabiana,
se alla fine del liceo c'è un interesse o una passione già definita, è preferibile, a mio avviso, approfondirla e svilupparla nella scelta universitaria.
Se così non è, sarebbe preferibile valutare con calma i pro e i contro delle diverse opzioni cercando di acquisire tutte le informazioni utili possibili prima di fare la scelta.
Una volta fatta la scelta però, tutte le altre opzioni dovrebbero essere cancellate e le energie dovrebbero essere concentrate solo sulla scelta fatta.
Nel suo caso, siccome c'è stato un ripensamento e sono intervenuti dei dubbi, può essere utile parlarne da vicino con uno psicoterapeuta per essere aiutata a decidere cosa fare e anche ad acquisire un miglior livello di autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2015

Buongiorno Fabiana,

la scelta della facoltà universitaria è una scelta complessa e stressante,
che mette in gioco spesso molte questioni personali (autostima, sicurezza, fiducia) e famigliari (dipendenza, aspettative famigliari, problemi economici).

Ti suggerisco di provare a rivolegerti al Servizio di Orientamento della tua università se esiste, oppure a uno psicologo per provare a confrontarti con qualcuno che ti possa aiutare a far chiarezza dentro di te.

In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2015

Buongiorno Fabiana,
ho seguito molti studenti in situazioni simili alla tua.
Posso dirti che la confusione è normale, decidere l'università da seguire è il primo passo per fare della propria passione una futura professione. Spesso le passioni sono complesse da identificare e non sempre combaciano con quello che poi è il materiale proposto negli studi. Ma non fermarti, vero che frequenti già da un anno e conosci già alcune materie ma non fermarti. Schiarire le idee è una ottima scelta anche se deve essere portata avanti con l'aiuto di qualcuno che possa seguirti ed aiutarti ad indirizzare le tue energie e risorse.
Confermo quanto detto dai colleghi che hanno già risposto: chiedi ad uno psicologo di aiutarti in questa fase di riorientamento.
A tua disposizione
Dott. Fabio Glielmi
Roma

Dott. Fabio Glielmi Psicologo a Roma

174 Risposte

262 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2015

Carissima Fabiana,
la confusione che ti accompagna emerge dal tuo racconto.
La situazione che descrivi non è facile, mi rendo conto, ma anche se ora ti sembra di on avere via d'uscita le possibilità ci sono.
Non sai che cosa fare. Forse una pausa non sarebbe un'idea sbagliata, inoltre ci sono i modo per "congelare" il proprio anno accademico, devi solo chiedere in segreteria come fare.
Ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo per affrontare questa confusione e per comprendere che cosa ti abbia fatto desistere nello scegliere una via artistica.
Parla con i tuoi genitori della tua situazione e delle tue difficoltà, sapranno sostenerti come hanno fatto con l'università.

A disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

435 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88400

Risposte