Mio padre è mancato senza essermi riconciliata con lui e ora non ho più pace

Inviata da Jenny · 26 set 2019 Elaborazione del lutto

Buonasera, scrivo su questo sito per esternare il mio dolore recente e ricevere un aiuto psicologico… Il 22 agosto è mancato mio padre dopo un mese di coma a causa di una malattia rara..
Mio padre si era risposato nel 2004 dopo la separazione con mia madre avvenuta 10 anni prima. La separazione dei miei genitori e le seconde nozze di mio padre non sono mai state un problema, le ho accettate serenamente e con regolarità sono sempre andata da mio padre.
La cosa che non ho mai accettato di lui era il suo comportamento nei miei confronti : il troppo senso Dell umorismo, il prendermi in giro e denigrarmi per delle sciocchezze (l aspetto fisico). Fin quando ero piccola e adolescente ho sempre incassato ahimè queste umiliazioni senza dire nulla.
Compiuti 21 anni ho realizzato la decisione di allontanarmi volontariamente da lui proprio per il fatto che mi trattava ancora così senza pensare a instaurare  un dialogo..
Per orgoglio di entrambi nessuno ha fatto un passo per 8 anni... Dopodiché sono stata io a cercarlo ma le cose non erano cambiate,il suo atteggiamento era sempre lo stesso..in seguito ho cercato ancora di instaurare un dialogo per fargli capire che voleva essere trattata da donna adulta, ma invano.
Dal 2012 al 2019 c'è stato l ennesimo distacco con lui senza dialogo.
Il 2 agosto 2019 ricevo una chiamata che nessun figlio vorrebbe mai ricevere.. Mio padre ricoverato in ospedale con poche speranze.. Nel momento in cui l ho rivisto dopo anni e in  in coma, mi è crollato il mondo addosso, e solo in quel momento ho capito troppo tardi che mio padre non sarebbe mai cambiato nei miei confronti e che avrei dovuto accettarlo per come era.
Ce un altro dettaglio importante che vorrei aggiungere:dopo la sua scomparsa, sono venuta a conoscenza che la malattia di cui soffriva, gli era stata diagnosticata nel 2010, e io l ho saputo solo quando era troppo tardi.
In questo periodo sto cercando di andare avanti e ringrazio mia madre che mi sta vicino e mi supporta, il lavoro e le piccole cose quotidiane mi aiutano. Ma onestamente al momento non so darmi pace... Mi chiedo se l aver saputo prima della malattia avrebbe cambiato le cose oppure no. Al momento sono consapevole che mio padre mi è mancato più di quanto avrei potuto immaginare e non ho pace per non averlo compreso prima. Grazie a chi mi risponderà.
Jenny.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2019

Gentile Jenny,
dal momento che suo padre, come lei stessa dice, era una persona con elevato senso dell'umorismo, si dovrebbe innanzitutto capire se il prenderla in giro e denigrarla per il suo aspetto fisico era fatto in modo scherzoso e senza cattiveria oppure no e di conseguenza se il suo risentimento era eccessivo essendo lei permalosa e rancorosa oppure no.
Certamente è deprecabile anche che suo padre abbia ricevuto diagnosi di una malattia seria nel 2010 senza mai direttamente o indirettamente farglielo sapere.
D'altra parte, solo ora che suo padre è venuto a mancare lei pensa di avere sbagliato a non riavvicinarsi per troppo orgoglio e si sente in colpa ma se fosse ancora in vita probabilmente avrebbe continuato a stare lontana.
Considerando che ogni sbaglio ha un duplice effetto e cioè a) negativo perchè comporta una sofferenza e b) positivo perchè comporta un apprendimento attraverso la sofferenza, per lei è saggio ridimensionare il senso di colpa in quanto fardello inutile ma anche ridimensionare l'eccessivo orgoglio quando comporta troppa distanza emotiva dai propri familiari pur nella speranza che vi sia reciprocità.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21036 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte