Mio fratello non accetta il mio ragazzo

Inviata da Anonima · 18 mar 2019 Terapia di coppia

Salve a tutti sono una ragazza di 23 anni fidanzata da quasi tre con un ragazzo meraviglioso. Dopo un anno e mezzo di frequentazione abbiamo deciso di fare la conoscenza delle rispettive famiglie, in modo anche da passare il weekend insieme senza dover pagare b&b. ( Il mio ragazzo abita in un paesino a 30 km dal mia città). La conoscenza con la sua famiglia è andata molto bene tanto che ad oggi mi sento parte della loro famiglia. Anche la conoscenza del mio ragazzo con mia madre è andata bene (mio padre è venuto a mancare 4 anni fa), tanto che mia madre l'ha subito invitato a tornare,rimanere a cena etc.
Mio fratello ( 30 anni) ha creato invece da subito problemi, rifiutandosi di mangiare con me e il mio ragazzo, preferendo uscire e pranzare fuori piuttosto che mangiare con noi. Mia madre ha provato a parlargli, dicendogli che sta giudicando una persona senza conoscerla, che sta sbagliando, ma lui è irremovibile. La situazione da un anno non è cambiata ma degenerata: se capita un weekend o una domenica in cui il mio ragazzo è a pranzo o a cena io devo allestire un tavolo in salotto perché lui non vuole mangiare con noi, oppure se siamo in cucina e lui rientra mia madre ci fa uscire dalla stanza. Questa situazione mi sta logorando dentro non solo per la vergogna che provo ogni volta che il mio ragazzo venie trattato come un malato in quarantena, ma anche perché inevitabilmente mi sento esclusa dalla mia stessa famiglia; é successo anche quest ultimo weekend. Lunedi ho un esame universitario e i pensieri che cercano di capire che male io possa aver fatto mi impediscono di studiare in tranquillità. Sto iniziando a parlare molto meno in casa e cerco tra lavoro e studio di starci il meno possibile. Cosa dovrei fare? trovare un altro lavoro cosi da potermi permettere di vivere sola e la mia vita in tranquillità? in realtà per questo avrei voluto aspettare la laurea, ma tutto ciò mi sta pesando terribilmente.
Grazie anticipatamente a tutti gli psicologi che risponderanno
Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 MAR 2019

Buongiorno, non mi è chiaro se ha parlato con suo fratello, vi siete confrontati ? Ha chiesto i motivi di questo atteggiamento?
Potrebbe esserci una gelosia, è l'uomo di casa ( da quando suo padre è venuto a mancare), una forma strana di protezione nei suoi confronti.
E' difficile ma lei dovrebbe cercare di continuare a condurre la sua vita come ha sempre fatto, è impossibile capire senza un confronto aperto.

Resto a disposizione.
Dott.ssa Luigia Cannone

Dott.ssa Luigia Cannone Psicologo a Rimini

140 Risposte

91 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAR 2019

Gentile Anonima,
è possibile fare solo delle ipotesi sull'atteggiamento ostile di suo fratello; può darsi che si tratti di gelosia o senso di responsabilità e protezione (per quanto mal dimostrata) nei suoi confronti essendo venuta a mancare la presenza di suo padre.
Il suggerimento è di provare a parlare con calma e privatamente con suo fratello (cosa che avrebbe dovuto fare già da tempo) per comprendere le sue ragioni e poter trovare un accomodamento.
Se nonostante ciò suo fratello è irremovibile e nemmeno sua madre riesce a mediare non le resta che evitare di invitare a casa il suo fidanzato che certamente comprenderà essendo per altro umiliante e di cattivo gusto allontanarlo se suo fratello rientra all'improvviso.
E' evidente che è nel suo interesse possibilmente accelerare per raggiungere l'autonomia e mettere un pò di distanza dai suoi familiari che ne saranno unici responsabili.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7190 Risposte

20438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAR 2019

Carissima,
dato che il comportamento di suo fratello dura da ben un anno e che sua madre ha provato inutilmente a parlargli sembra che le possibilità di cambiamento siano esigue. Il mio consiglio è duplice. Da una parte cercare di accelerare con l'università in modo da poi cercare un lavoro che le permetta autonomia. Però lei allude a dei sintomi che mostrano il suo malessere e le impediscono una corretta concentrazione. Le consiglio pertanto un percorso terapeutico per sopportare al meglio questo periodo di mezzo. Può rivolgersi ad uno psicologo della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno.

Dott. Angelo Feggi - Psicologo Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

762 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte