Mio fratello mi ruba i soldi

Inviata da Mary · 24 gen 2017 Terapia familiare

Buonasera, vi scrivo per una problematica che riguarda mio fratello. Sin da piccolo i miei genitori si sono sempre accortii che capitava che lui rubava, come sd esempio al supermercato oppure alla nonna, e talvolta che si ccorgevano di questo, lo pregavano di riportare dinuivo quello che aveva preso, e di chiedere scusa. Adesso ha 17 anni, e mi ritrovo a star male perchè mi mancano sempre soldi dal portafoglio, e lui nega sempre. L'ultima è successa proprio questa sera, mi sono nascosta il portafoglio ma lui l'ha trovato, e mi ha fregato 5 euro, allora io sono diventata letteralmente una furia, ed ho visto che comunque lui si è mortificato. Adesso per vergogna di affrontarmi mi manda un messaggio di scuse, ammettendo di aver preso lui i soldi e di averli presi perchè domani a scuola faranno sciopero e quindi voleva avere qualcosa in tasca. Non me la sono sentita di riprendermi dunuovo i soldi, non permetterei mai di farlo andare senza soldi. Il fatto è che sono realmente preoccupate per lui, ruba per fumare sigarette, e sò che fuma per farsi accettare dai compagni. Sò che a scuola ha anche fumato altro, e di questo sono stata malissimo. Fá tutto questo per farsi accettare, perchè non ha amici e quindi tende a farsi trascinare dagli altri. Molte volte ha dei comportamenti molto aggressivi, anche con i miei genitori, è un ribelle, non rispetta le regole e talvolta ha comportamenti immaturi. A scuola vá male, ma continua ad andare a scuola solo per perdere del tempo, solo per non mettersi a lavorare. Sò che lui per me ha un debole, infatti ogni tanto appunto per farlo uscire di casa cerco di farlo uscire con me, ma daltronde non può stare sempre con me, io sono fidanzata, ho pur bisogno dei miei spazi. Non capisco perchè nessuno voglia uscire con lui, che cos'ha che non va? Sono certa che ci vorrebbe una guida da un psicologo per lui, ma non penso lui accetterebbe. I miei pultroppo lo assecondano, tendono a non affrontare il problema, è come se avvolte abbiano paura di lui, quindi lo lasciano fare. Forse sono convinti di recuperare in questo modo quello che hanno perso, quello che forse non le hanno dato da piccolo.
Vorrei aiutarlo tanto, vorrei trovasse degli amici, vorrei che smettesse di rubare, di fare cose per farsi accettare dai suoi compagni, vorrei fosse felice.
Aspetto un vostro consiglio, e vi ringrazio in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAR 2017

Gentile Mary,
bisognerebbe che tuo fratello si abituasse a chiedere dei soldi a te o ai tuoi genitori quando ne ha bisogno. Come mai ha bisogno di rubarli invece di chiederli? Tu o i tuoi genitori gli avreste negato 5 euro se ve li avesse chiesti motivando che erano per avere qualcosa in tasca visto che a scuola scioperavano?
Oltre a questo bisognerebbe fissare delle regole in casa e non permettergli di fare tutto quello che vuole. Lasciarlo fare perché si ha paura di lui non aiuta.
Potrebbe essere anche utile che lui imparasse il valore dei soldi guadagnandoseli, ad esempio aiutando a fare qualche mestieri di casa o commissione per i tuoi genitori, essendo retribuito con una paghetta dai tuoi genitori per l'aiuto che dá, oppure potrebbe trovarsi un lavoretto nei fine settimana o comunque nel tempo libero se gli servono soldi per uscire con qualcuno e spenderli in sigarette.
Poi bisognerebbe approfondire la questione amicizie e chiedersi come mai fa fatica a trovarle: puó essere che anche quando è fuori con gli altri abbia comportamenti che agli occhi degli altri lo fanno sembrare una persona da cui stare alla larga.
Concordo sul fatto che non puó stare sempre fisso con te, anche tu hai la tua vita. In ogni caso è apprezzabile il tuo tentativo di aiutarlo e di stargli vicino.
Se lui non è disposto ad andare dallo psicologo, sarebbe consigliabile che ci andaste tu e la tua famiglia, perché a volte giocando di sponda e imparando qual è il comportamento migliore da tenere in famiglia con lui, puó darsi che questo aiuti anche a lui a cambiare di riflesso dopo che anche voi avrete cambiato alcuni atteggiamenti nei suoi confronti.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

725 Risposte

2245 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte