Mio figlio trattiene le feci, dov'è il problema?

Inviata da Tanya · 26 giu 2014 Psicologia infantile

Buongiorno, ho 25 anni e sono mamma di due bambini 5 anni e 26 mesi. Sono in grave difficolta' con mio figlio, mantiene spesso le feci e me ne accorgo perche' e' sofferente io cerco di spiegargli che non deve assolutamente trattenerla perche dopo sta male e li corre in bagno. Non soffre di stitichezza. Non so piu' come comportarmi. Non so se questo sia colpa nostra. In casa si respira un po' di tensione e ansia ma noi genitori cerchiamo di non farlo notare e di esser sereni ma e' difficile specie se nessuno dei due genitori lavora... Mi creda ce la sto mettendo tutta, sin dalla nascita del primo figlio ho sempre provveduto da sola a loro senza l'aiuto e un consiglio di qualche familiare perché sono sola. e questo comportamento di mio figlio e' come una sconfitta. Non mi fa sentire una buona madre perché non riesco a percepire un disagio. Eppure quando gioca e' felicissimo disegna cose bellissime e sempre colorate, molto socievole ed educato. Aiutatemi e datemi dei consigli per piacere. Sara' perche' sono io troppo apprensiva e ansiosa?? Troppo ansiosa perche' soffro di attacchi di panico.... Attendo una vostra risposta. Saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GIU 2014

Cara Tania,
le rispondo come terapeuta e come mamma dandole il massimo della mia comprensione quando lei dice che si sente una fallita nel vedere il proprio figlio mostrare tale comportamento sofferente...capisco cosa intende. Il trattenere le feci non è un atteggiamento così grave come invece sta vivendo. E' la manifestazione di un qualcosa che il bambino vuole comunicare ai suoi genitori. Può avere tanti significati un esempio è il senso di perdita di controllo che il bambino vede di fronte a dei cambiamenti che il nucleo famigliare subisce (es. trasloco) oppure ancora è la manifestazione di un aspetto della vita affettiva dei grandi che viene trattenuto e non affrontato dai grandi tra di loro (comunicazione trattenuta tra madre e padre). Questi sono solo due esempi dovrei approfondire di più la sua storia per darle degli altri suggerimenti. Importante è però non sgridare il bambino nel momento critico del trattenere, colpevolizzarlo o denigrarlo. Vedrà che scemerà da solo. Se tale situazione si protrae nel tempo (oltre due mesi) provi a rivolgersi ad un terapeuta per capire come meglio gestire la situazione.
Dr.ssa Saronni Elisa

Dr.ssa Saronni Elisa Psicologo a Alessandria

2 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2014

Gentile signora, il fatto di trattenere le feci indica uno stato d'ansia e mancanza di un senso di tranquillità! Provi a portare il bambino da una psicologa che faccia uscire fuori dal suo piccolo i motivi di questa tensione e con i giusti accorgimenti potrà aiutare il suo bambino a sentirsi più rilassato.
Auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2014

Gentile signora, io penso che il primo obiettivo da raggiungere sia la sua serenità, e una maggiore fiducia in se stessa. Non è colpa sua, ma sicuramente suo figlio, che come tutti i bambini ha antenne ipersensensibili, capta la sua ansia. Si occupi dei suoi attacchi di panico, cerchi l'aiuto di qualcuno che l'accompagni all'origine delle sue paure. Il suo bambino non mi sembra avere problemi seri. Forse ha solo bisogno che la sua mamma sia felice.

Dott.ssa Cinzia De Martini Psicologo a Bareggio

12 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GIU 2014

Gentile Tania,
non sempre se un figlio ha dei problemi la "colpa" è della madre. Ci possono essere vari motivi per cui il bambino trattiene le feci, difficilmente identificabili da qui, senza conoscere a fondo il piccolo ed il contesto nel quale vive.
Vede, una delle interpretazioni possibili, è che suo figlio cerchi attenzioni. Fino a che trattiene le feci, la mamma sarà lì ad occuparsi di lui, a dirgli "così non va bene!".
Il consiglio migliore che possiamo darle è quello di rivolgersi ad un collega di persona, proprio perché per intervenire e capire c'è bisogno di un quadro più ampio.
Che ne pensa?

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GIU 2014

Buongiorno Tanya,
per poter iniziare una indagine è necessario che tu dica da quando il tuo bambino si comporta così, perché molti bambini lo fanno ma per motivi diversi. In ogni caso non si mai deve intervenire in modo direttivo ma piuttosto verificare eventuali suoi atteggiamenti difensivi nel giocare con lui. E' probabile che la presenza del fratellino possa per qualche ragione, essere uno dei fattori determinanti e soprattutto in un contesto in cui sei tu a gestire tutto da sola. Ma il papà come interagisce nella vostra dinamica familiare? Se nessuno dei due lavora, perché ti senti sola nel ruolo genitoriale? Hai chiesto un parere al pediatra? A scuola come si comporta? Sono disposta a darti un aiuto ma per questo è necessario che tu risponda alle domande che ti ho fatto. Ciao
Dott.ssaCarla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

645 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GIU 2014

Comunque nelle domanda non ho specificato, si tratta di mio figlio di 5 anni. Saluti....

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GIU 2014

Gentile Tanya
suo figlio non soffre di stitichezza e questo è già un dato positivo; evidentemente il disturbo è piuttosto lieve e forse basteranno solo delle raccomandazioni per farlo sparire. Se ciò non dovesse accadere però le consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta perchè potrebbe essere la spia di un certo disagio che il piccolo vive, disagio a cui sicuramente si può trovare rimedio. Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

723 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte