Mia suocera è diventata un grosso problema

Inviata da Cla · 29 set 2016 Terapia familiare

Buonasera, cerco in breve di raccontarvi la mia esperienza: sto con il mio compagno da 7 anni circa, viviamo insieme da un po' e abbiamo un piccolo birbante di 1 anno e mezzo. 3 anni fa abbiamo aperto una pizzeria d'aspetto, ma a breve chiuderemo perché sono più le spese degli incassi. Il mio problema (da sempre) è mia suocera, vedova, da quando il mio compagno aveva solo 8 anni e sua sorella 2, ora lui ne ha 32, nel frattempo si è risposata e ha avuto un'altra figlia ma si sono lasciati... lui vive affianco alla nostra casa, e lei con la scusa di lui all'inizio era sempre qua, anche quando il suo ex marito lavorava. È sempre stata molto invadente e gelosa di me, all'inizio ho pensato sarà la novità, poi gli passerà. invece no lui fa tutto quello che dice lei, non posso aprir bocca che la difende a spada tratta, io e lei abbiamo avuto più di una volta un confronto, io ho cercato di spiegargli con calma quello che mi infastidiva, ma non sembra capire. L'ultimo mese di gravidanza mi ha fatto dannare, veniva e andava a a tutte le ore, 10 mila telefonate, e se né io né lui potevamo rispondere al telefono chiamava a mia mamma (che non sa sempre dove siamo e cosa facciamo) lei invece pretende quello, dice che si sente messa da parte. per non parlare appena è nato il bambino, è stata una maleducata e invadente anche agli occhi di altre persone (io ormai quando la vedo mi vengono le palpitazioni e cambio umore). Adesso ha convinto il figlio ad andare a scuola, alle serali, sta andando anche lei e la figli minore (lei ci sta è giovane e gli manca solo la 5). Ma lui è un padre di famiglia invece di cercarsi un lavoro va a scuola (mancano 3 anni per il diploma) e io devo andare a casa sua a controllare la madre che non è più autosufficiente, visto che sa che ci servono soldi sopratutto in questo periodo, non ho potuto rinunciare. Quindi me la ritrovo a casa la sera, le 9/9.30 perché deve salutare e stare con il nipote....mi sento sempre la seconda scelta, non mi sento libera di fare ciò che voglio perché lei puntualmente organizza le nostre giornate, non ne posso più vorrei un po' di intimità familiare, senza rendere conto a nessuno e sopratutto vorrei fare la madre a modo mio, visto che quando c'è lei io vengo emarginata,n on posso dire questo no che lei mi ripete i miei figli lo mangiavano ecc....e lui non è mai dalla mia parte...mi ha chiesto scusa solo dopo che è nata l'altra nipotina (di sua figlia) mi ha detto ora capisco come ti facevo sentire appena è nato tuo figlio...certo né sua figlia né suo marito le permettono di invadere e manipolare le loro vite, come fa con noi. allora perché farli con la mia famiglia? Il mio compagno non capisce la situazione è dice che sono io che non la sopporto e dovrei cambiare atteggiamento.ma io così non vado avanti e ci sto molto male.grazie per le risposte,spero di essere stata abbastanza chiara

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 SET 2016

Gentile Cla,
è ipotizzabile che la precoce vedovanza di sua suocera abbia comportato per compensazione un legame molto stretto, di "invischiamento", con il figlio che starà sempre dalla parte della madre anche quando sarebbe il caso di farle capire che è troppo invadente.
D'altra parte, lei Cla, non possiede al momento,strategie valide per far fronte a questa situazione senza rischiare di scontrarsi con suo marito o con sua suocera e quindi non le resta che riversare frustrazione e rabbia all'interno col risultato delle palpitazioni e del cambio di umore.
Pertanto il suggerimento per lei è di acquisire mediante un percorso di psicoterapia queste strategie di interazione dialettica, di assertività e di maggiore tolleranza delle frustrazioni che le mancano.
In questo modo, con un pò di pazienza, riuscirà di sicuro almeno a ridurre l'eccessiva ingerenza di sua suocera nella sua vita privata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2016

Salve Cla, ho letto la sua richiesta dalla quale sembra emergere un forte sentimento di esasperazione in relazione alla vicenda che ci racconta che, a mio parere, solo apparentemente sembra tutta concentrarsi sulla dinamica che si è andata a cristallizzare in anni con la madre del suo compagno - altrimenti detta suocera - credo però che nell'intraprendere un percorso non dovrebbe essere tralasciata la dinamica relativa alla costruzione della vostra coppia e del passaggio dalla coniugalità e genitorialità.

Dott.ssa Caccavale Carmela Psicologo a Afragola

81 Risposte

151 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2016

Buonasera Cla, situazioni come la sua sono molto frequenti. E in queste circostanze capita spesso quello che è successo a lei, cioè che il tentativo di confrontarsi con calma e di spiegare quello che si prova e quello che provoca fastidio si rivela inefficace, oppure funziona per un periodo di tempo molto limitato. Molto spesso le persone che sono così invadenti lo fanno principalmente o perché sono convinte di fare quello che è meglio per tutti (quindi anche per lei) oppure perchè sono perfettamente consapevoli del fatto che sbagliano, ma non lo ammettono perché purtroppo non riescono a comportarsi diversamente, spesso a causa di problematiche personali.
Sarebbe molto interessante e molto utile analizzare dettagliatamente i vari modi in cui nel corso del tempo ha provato a gestire l'invadenza di sua suocera e gli effetti che ha ottenuto. Solitamente, infatti, si riesce a sbloccare queste situazioni così soffocanti modificando, eventualmente con l'aiuto di un esperto, il proprio modo di rapportarsi agli altri per produrre, in modo indiretto, un cambiamento del loro atteggiamento e del loro comportamento. Attenzione però, questo non significa che il suo atteggiamento è sbagliato ma che lei, individuando ed applicando un atteggiamento diverso e più funzionale alla situazione, può aiutare sua suocera a cambiare e a sviluppare con voi un rapporto sereno ed equilibrato.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

309 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88450

Risposte