Mia sorella ha mentito sulla laurea

Inviata da Erikea · 20 apr 2020 Terapia familiare

Gentilissimi,
Vi scrivo perché sento il bisogno di una spiegazione o un “conforto” da parte di professionisti. Il problema riguarda mia sorella: sono anni ormai che abbiamo scoperto le prime menzogne riguardo l’università. I miei genitori ci hanno sempre cresciute insegnandoci l’importanza del percorso di studio fin dalla più giovane età. Purtroppo loro non hanno avuto le possibilità che invece sono riusciti a dare a noi ma anzi hanno avuto una vita molto difficile dalla quale sono riusciti ad uscire solo grazie alle loro forze. Ci hanno cresciute dandoci tutto, senza farci mancare mai niente. La prima volta che abbiamo scoperto la bugia d’istinto ci siamo arrabbiati. La delusione, non solo per quanto riguarda l’università, ma soprattutto per la menzogna in sè. Lei sosteneva che il percorso universitario fosse stato imposto ma posso assicurare che non è vero. Dopo una prima arrabbiatura abbiamo deciso di rivolgerci ad una professionista per cercare di elaborare e riflettere. Sembrava andasse tutto bene, si era convinta a finire. Per questo abbiamo smesso di andare dalla psicoterapeuta. Forse, a ripensarci oggi, ha “continuato” il percorso universitario perché abbiamo anche premuto affinché lei finisse. Ma questo lo abbiamo fatto per il suo bene. Era entrata in una facoltà a numero chiuso (molto buona per quanto riguarda il futuro lavorativo) dopo due anni di infermieristica. Per questo abbiamo anche provato fortemente a convincerla della fortuna che avesse e che avrebbe avuto una volta finiti gli studi. Ma sono passati altri due anni durante i quali ci ha fatto credere che avesse ultimato gli esami e addirittura che si sarebbe laureata. L’altro giorno, ad una settimana esatta dalla presunta laurea, abbiamo indagato circa i suoi strani comportamenti ed è venuto fuori che non aveva fatto nessun esame in più rispetto a prima e che non c’era nessuna laurea in arrivo. Io credo che la facoltà le piacesse ma col passare del tempo, rimanendo indietro con gli esami, vedendo le persone della sua età concludere, lei non sia riuscita a sopportare la vergogna, che credo sentisse e senta, di farsi vedere dai professori e da altri studenti così indietro. Per questo ora sostiene che non le piaccia e non le sia piaciuta mai la facoltà scelta. La situazione non è per niente serena. I miei genitori stanno soffrendo moltissimo e anche mia sorella. Io sto tentando di tenere i fili ma non è semplice. Sento una forte rabbia per quello che ha fatto ma allo stesso tempo sento che ormai non ha molto senso arrabbiarsi. Ho parlato con mia sorella. Sono venute fuori molte questioni tra le quali una che mi ha fatto riflettere molto: ha sostenuto di esser cresciuta sempre col pensiero di dover essere la più brava, ha addirittura usato le parole “la figlia preferita”. Ciò che più fa rabbia è che continua a ributtare tutte le questioni su me e i miei genitori, come a giustificarsi. Per quanto anche noi sicuramente abbiamo sbagliato qualcosa, non credo sia segno di rimpianto alcuno per ciò che ha fatto. Le abbiamo detto che sarebbe bene per lei farsi seguire e dice che lo farà, vedremo. I miei genitori sono molto preoccupati per il suo futuro e così anche io. Quello che vorrei chiedervi è come riuscire a “calmare” le acque con i miei genitori. Purtroppo essendo persone molto pratiche e non avendo le vedute larghe, per così dire, risultano riluttanti sia a farsene una ragione sia a cercare di capire.
Scusate la lunghezza del messaggio ma credo che sia il modo migliore per spiegare la situazione.
Vi ringrazio per il vostro tempo,
A presto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102150

Risposte