Mia mamma tradisce mio papà

Inviata da francesca · 3 nov 2016 Terapia familiare

Oggi ho rivisto l'uomo che stava con mia madre e mi si è riaperta una ferita. Secondo quel che so hanno cominciato a frequentarsi nel 2010, mia madre era cambiatissima, dimagritissima. Quell'anno comprò una nuova sim per sentirsi con lui e un computer per inviarsi mail. Nel telefono lei lo ha salvato con un nome femminile per non destar sospetti, la loro chat è fra le archiviate. Si danno un nomignolo schifoso. Nel 2011 rivelai la storia alla mia migliore amica (che ora se ne sarà scordata) e penso che i miei nonni lo avessero intuito, anche se purtroppo non posso più chieder loro conferma. Nel 2012 mio padre ha avuto un esaurimento nervoso, mia madre pareva stargli vicino, in realtà la relazione con l'altro uomo è continuata. Nel 2013 lui è venuto spesso a casa nostra (a insaputa di tutti ovviamente). Quest'uomo aveva una fidanzata, però aveva dichiarato a mia madre di non amarla e di volerla sposare solo perché era ricca. Che ribrezzo che provo per un verme come lui e per la donna che vive in casa mia che si è lasciata abbindolare da questo (più giovane di lei) che voleva sfruttarla a mio parere per far carriera. Ogni volta che mia madre mi dice qualcosa vorrei risponderle per le rime e tirare fuori il rospo, ma temo che si arrabbierebbe e penserebbe che l'abbia scoperto ora (non è cosí, infatti non so se stiano ancora insieme). Mia madre che si dice cristiana e che dovrebbe dare il buon esempio non doveva farmi questo. Non ha mai avuto neanche il coraggio di presentarmelo ufficialmente, parlava di lui solo come un collega. Sono profondamente turbata, non la riesco neanche più a rispettare.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 NOV 2016

Cara Francesca,
leggendo la sua e-mail capisco il dolore della sua ferita. Questa relazione, reale, presunta, attuale o passata, sembrerebbe aver lasciato in lei il segno del tradimento. Sebbene l'intera famiglia manifesti disagio e sofferenza ciascun membro a proprio modo, lei più di suo padre, vive l'abbandono e l'esclusione. Com'è cambiato il rapporto tra di voi? forse percepisce/ha percepito quest'uomo come un rivale? Ha temuto/teme di perdere la sua famiglia?
Credo dovrebbe cercare un dialogo con sua madre e rompere lo schema del "far finta che non ci sia nulla" che si è creato in famiglia. Essendo a conoscenza di vicende segrete, sta vivendo e gestendo, sola, un peso troppo grande. Non è forse lei la figlia? dovrebbe pretendere che siano gli adulti a tutelare lei e non assumersi il ruolo di tutelare gli adulti di casa.
Chieda sostegno ad uno psicoterapeuta sia per rimarginare la sua ferita, che eventualmente per aiutarla e mediare il dialogo con sua madre.
Cari saluti
Stefania

Dr.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Monza

24 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2016

Cara Francesca, credo che continuare a rodersi dentro sia del tutto inutile, considerando anche che non è lei direttamente interessata. Capisco che si sente come se fosse stata tradita; Il consiglio è quello di presentare a sua madre il problema. Le dica tutto quello che sa o che crede di sapere, e da quanto tempo, e cosa questo ha comportato per il vostro rapporto.Cerchi di tenere un tono di apertura per evitare resistenze o l'insorgere di discussioni che non porteranno a nulla.Ascolti le sue risposte e provate a cercare una soluzione condivisa.
D'altra parte la difficoltà che lei sente non è cosa da poco, uno psicologo potrebbe dare un aiuto concreto ad entrambe.
Cordiali saluti
Dott.ssa Denaro Francesca. Prato

Dott.ssa Francesca Denaro Psicologo a Prato

103 Risposte

143 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2016

Gentile Francesca,
il tuo risentimento nei confronti di tua madre mi sembra eccessivo, tanto più che non sai nemmeno con certezza se la storia del tradimento è cosa vecchia o persiste tuttora.
Tenerti il rospo dentro non ti aiuta a stare meglio e sarebbe preferibile che tu chiedessi a tua madre delle informazioni in merito ma col dovuto tatto e garbo.
In fondo non puoi sapere quali dinamiche retrostanti hanno messo in crisi il rapporto tra i tuoi genitori e il tuo esprimere giudizi duri di condanna può essere uno sfogo tanto frettoloso quanto inopportuno.
Cerca di calmarti e sentire cosa ha da dire tua madre sforzandoti di aprire un dialogo tranquillo con lei su questo tema.
Poi, se vuoi, potrai tornare a chiederci un parere più circostanziato sulla faccenda.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7543 Risposte

21086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2016

Salve Francesca,
dalla sua mail traspare proprio questo profondo turbamento. Non ci dice quanti anni ha e se vive ancora in casa con la sua famiglia.
Che rapporto di coppia hanno i suoi genitori? Da quello che scrive questo uomo è arrivato in cui sua madre non stava bene e anche suo padre nel tempo ha sofferto di disturbi di ansia.
Mi pare che tutti i familiari stiano soffrendo ma ognuno per conto proprio e che ognuno usi un proprio canale per somatizzare.
Che cosa la turba maggiormente? Di mantenere un segreto e di tradire suo padre? Della cattiva condotta di sua madre?
Secondo me avrebbe bisogno di parlare con qualcuno di tutte queste sensazioni per capire come affrontare questa forte emotività.
Provi a cercare un collega della sua zona e inizi un percorso.
Rimango a disposizione.
Saluti

Dott.ssa Lorico Psicologa Psicoterapeuta a Piacenza.



Dott.ssa Concetta Lorico Esposto Psicologo a Piacenza

97 Risposte

93 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2016

Cara Francesca, sei senz'altro molto giovane e molto lontana da dinamiche che purtroppo si creano nelle vita degli adulti. Il mio consiglio è di non tenerti più niente dentro ma di parlarne serenamente (per quanto ti è possibile) con tua madre. Non è giusto che tu continui a viverle accanto provando questi sentimenti che non ti servono certo a maturare e a crescere in modo equilibrato. Una volta che avrai parlato con tua madre falle presente che sarebbe importante per te un sostegno psicologico per cercare di metabolizzare quanto accaduto. Ma, credimi, finché non 'tirerai fuori il rospo' non riuscirai mai a capire né a perdonare. Auguri dr.. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

833 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte