Mia figlia ha problemi all'asilo

Inviata da Cate · 3 ott 2014 Psicologia infantile

Buongiorno, sono Cate. Volevo meglio specificare cosa mi preoccupa: la mia piccolina fa fatica a restare ferma anche sulla sedia è in continuo movimento occorre riprenderla perché il muoversi di continuo le toglie concentrazione. Questo fin da quando era piccolissima, ovvio che in età scolare è diventato un problema! Le sue amicizie a scuola sono, perlopiù, con i maschietti più turbolenti dai quali, a volte, viene sopraffatta. Parlando con lei emerge la grande stima che comunque ha per le amichette più tranquille. E' una bambina dolce che desidera sempre essere coccolata. Credo però che a scuola sia etichettata dalle insegnanti come "biricchina" ed è accaduto che i maschietti incolpassero lei di qualcosa che non aveva fatto, episodio nel quale l'ho difesa a scuola con insegnante e compagni. Da qualche giorno ho assunto un atteggiamento diverso, cerco di ascoltarla di più e di considerarla di più, insomma di darle più di quanto le davo prima. Spero, anche attraverso i vostri consigli, di migliorare questa situazione e riuscire a calmarla, almeno un po'. Cordiali saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 OTT 2014

Gentile Cate
è molto bello sapere che lei sta tenendo conto dei nostri consigli e che abbia avuto voglia di chiarirci un pò meglio la situazione.
La sua bambina deve essere molto speciale dal momento che mette insieme diverse qualità come essere vivace e un pò spericolata e al contempo dolce e coccolona.
Certo che questa esuberanza può dare qualche problema a scuola.
Inoltre lei ha fatto molto bene a difendere la sua bambina sia davanti ai compagni che all'insegnante. la bambina va sostenuta e accettata con le sue caratteristiche caratteriali e questo è importantissimo.
A mio parere oltre a continuare a dare attenzioni e "presenza" alla bambina è molto utile instaurare un forte contatto con le Maestre in un atteggiamento di fiducia e collaborazione con loro (anche dando loro importanza) in modo che si sentano più coinvolte positivamente nel dare contributo e sostegno alla bimba.
Spieghi bene alle maestre il carattere e i comportamenti della bambina così come lei li conosce da mamma ...alle volte risulta molto utile " spiegare" i nostri figli agli insegnanti che possono avere in questo modo un quadro più ampio della situazione.
Tanti Auguri per lei e per l'adorabile piccola!
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci psicoterapeuta in Ravenna .

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7730 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 OTT 2014

Gentile Cate,
un atteggiamento di apertura e di ascolto nei confronti di sua figlia è sicuramente un ottimo punto di partenza per aiutare la bambina nel suo percorso di sviluppo, per farle sentire il suo affetto e la sua vicinanza e per farle capire che può contare sulla mamma in ogni occasione.
I bambini e così le bambine non sono tutti uguali e può capitare che anche le femminucce siano vivaci come i maschietti. Fin qui nulla di strano. Dalle informazioni che ci fornisce pare però che il comportamento crei alla bambina delle difficoltà nell’adattarsi alla vita scolastica e di gruppo. Per questo vale la pena rivolgersi con fiducia ad uno psicologo per un approfondimento in quanto da poche righe non è possibile farsi un’idea precisa della situazione e fornirle delle risposte puntuali. Un professionista saprà sicuramente individuare se è presente un problema e se necessario suggerirle modalità educative appropriate alle situazioni.
Cordialmente
Dott.ssa Silvia Roberta Villa

Dott.ssa Silvia Roberta Villa Psicologo a Torino

18 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 OTT 2014

Buongiorno Cate,
non dici da quanto tempo la bambina frequenta la scuola , da quando ti sei resa conto del suo aspetto 'ipercinetico' e soprattutto in quali momenti lei scarica la tensione in tal modo. Possiamo sempre riprendere il discorso, non prescindendo però dall'esporre il caso al Pediatra per primo e poi ad uno/a Psicoterapeuta dell'Età Evolutiva di persona. Non è il caso di andare avanti per supposizioni ma piuttosto di 'rimboccarsi le maniche' ed affrontare la questione tenendo conto del fatto che dura da tanto tempo .Auguri e se vuoi avvalerti del mio sostegno da qui , sai come trovarmi Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

706 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120900

Risposte