Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mia figlia è diventata impossibile

Inviata da Gine96 il 27 gen 2020 Psicologia infantile

Salve ho una bimba di appena 2 anni, premetto di essere un po stressata, sto organizzando il matrimonio, lei a settembre a cominciato ad andare all asilo nido, nessun problema, va tranquilla e serena, solo che ha una settimana più o meno che vuole stare sempre in braccio e un continuo urla pianti e non ci modo di calmarla all inizio ho pensato fosse una cosa solo con me, ma oggi all asilo una maestra mi ha detto che fa così, vuole stare in braccio loro non possono tenerla sempre in braccia quindi piange tutto il tempo, non è mai stata attaccatissima a me, non riesco più a gestirla, e diventata prepotente e molto nervosa, mi dice sempre "in braccio"

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Gine96,
la storia che racconti mi fa pensare che tua figlia sia una bambina che in apparenza è sicura e tranquilla mentre non lo è davvero del tutto e oggi finalmente è libera di mostratelo. Con il pianto e il desiderio di stare in braccio esprime le sue difficoltà e il bisogno che qualcuno se ne prenda carico perché da sola non riesce.
Cosa puoi fare per lei? Aiutarla a diventare più sicura di sé. Quando sei a casa con lei osservala e incoraggiala a fare sostenendola con lo sguardo ma anche con parole di incoraggiamento (si, vai a giocare; dai che ce la fai, la mamma ti guarda; ti sei arrabbiata? mi dispiace ma puoi riprovare se ti va;..) e suggerimenti (prova a girare l'incastro forse così entra; prova da sola, sono qui vicino a te; infila questa scarpa in questo piede, si così;..). Aiutala a sentirsi capace coinvolgendola in quello che fai (es. preparare la cena, apparecchiare, vestirsi, ..) questo le permetterà di sentire la tua presenza come vicina, di acquisire fiducia in sé e di avere voglia di sperimentarsi.
Prima di andare all'asilo rassicurala, dille che le vuoi bene, che penserai a lei, che vi rivedrete dopo il pranzo e che ti dispiace che piange ma che sai che si divertirà con i suoi amici. Dalle un bacio e lasciala alla sua maestra.
Quindi in sostanza dalle più che puoi sicurezze con la tua vicinanza attenta e invitala a sperimentare la sua autonomia lì dove ti sembra che possa riuscire.
Un caro saluto,
dr Katjuscia Manganiello

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

136 Risposte

139 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte