Mia figlia di 3 anni e mezzo e i suoi atteggiamenti.

Inviata da linda · 18 set 2012 Psicologia infantile

Mia figlia di 3 anni e mezzo si fa la pupu addosso e mi dice che ha paura di farla perchè le fa male. Stringe il sederino pur di non farla uscire. Io non riesco a rimproverarla e solo le spiego che deve farla al bagno ma lei non mi dice niente. Non so se tutto ha a che vedere con il fatto che litigo spesso con il padre e lei vede e sente tutto e se si alza la voce, inizia a tirare cose pur di attirare la nostra attenzione. Sembra che voglia dirci di smettere di litigare. Io ho paura di fare del male a mia figlia e ho bisogno di un vostro consiglio.

Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 SET 2012

Cara Linda,
innanzitutto bisognerebbe escudere che la difficoltà di sua figlia sia correlata a un disturbo fisico; pertanto Le consiglio di parlarne inizialmente con il Suo pediatra.
Escuso il fattore medico, si potrebbero indagare fattori psicologici: i bambini più di tutti hanno una grande capacità a percepire tensioni familiari, quali Lei riferisce! A tre anni i bambini non sono ancora in grado di comunicare i loro disagi a livello verbale, a causa del loro ancora primitivo sviluppo cognitivo, ma comunicano attraverso comportamenti, quali appunto i capricci, i rifiuti, o il lanciare oggetti. è quindi probabile che il fatto che Sua figlia abbia questi comportamenti solo quando i genitori litigano, alzando la voce, sia un modo per attirare l'attenzione o meglio per farvi smettere di litigare e preoccuparvi per lei.
Il fatto che Lei se ne sia accorta dimostra consapevolezza per quanto sta accadendo; in tal modo credo che Lei e Suo marito troverete da soli la soluzione migliore. Altrimenti può pensare di consultare uno psicologo familiare per appianare le tensioni nella coppia genitoriale e per discutere insieme di quali possono essere gli atteggiamenti più adeguati da tenere con la bimba, ma anche per ritrovare un sereno equilibrio all'interno del sistema famiglia, di cui Vostra figlia e Voi tutti ne beneficerete.
Cordialmente.
Dr.ssa Valentina Segato

Dr.ssa Valentina Segato Psicologo a Trieste

45 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2012

Salve Linda,
non ci dice se sua figlia aveva iniziato a fare la cacca sul vasino o se si è sempre rifiutata. Ci sono 2 aspetto importanti a mio avviso: la prima è la necessità che sua figlia non trattenga le feci e si blocchi d'intestino perchè questo causerebbe dei problemi; la seconda è il blocco relativo all'uso del vasino o vaso per la cacca. Rispetto al primo problema, se sua figlia tende a trattenere, può farsi consigliare dal pediatra uno sciroppo naturale che aiuti a mantenere le feci morbide. Riguardo al secondo aspetto, non credo sia necessariamente legato ai litigi (che comunque andrebbero evitati davanti alla bambina), ma può essere una difficoltà della fase dello spannolinamento. Provi a proporre a sua figlia il pannolone in caso di cacca e non insista. Piuttosto può prendere dei libri che in genere i bambini amano molto, sulla cacca, in modo da poterla rassicurare.
Infine, rispetto ai litigi fra lei e il papà che comunque non sono rassicuranti per la bambina, potete cercare un aiuto a prescindere dal fatto che possano avere influenza sul modo in cui vostra figlia usa o non usa il bagno.
Cordiali saluti
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2012

Gentile Signora,
un clima famigliare conflittuale non è certo ideale per la crescita equilibrata di un bambino, che ne può risentire ed esprimere i suoi disagi attraverso il comportamento o sintomi psicosomatici, i canali di espressione propri dei bimbi.
Le feci hanno per il bambino un significato simbolico, in parole semplici una sorta di "regalo", che fanno a chi si prende cura di loro, in particolare la mamma.
Il comportamento dfi sua figlia ha un significato che andrebbe letto e decodificato alla luce delle dinamiche familiari, specifiche e differenti per ogni singola situazione.
Le suggerirei di evitare i litigi in presenza della bimba e cercare insieme a suo marito di comprendere, affrontare e risolvere le vostre difficoltà. Risolvere è importante, poiché non è sufficiente cessare le liti .Se le questioni di fondo non vengono affrontate in modo efficace, anche in assenza di scontri aperti l'aria che si respira in famiglia può essere ugualmente pesante e i bimbi sono come "spugne" che assorbono i malumori degli adulti.
Con sua figlia comunque cerchi di mantenere un atteggiamento sereno e non costrittivo.
Se da soli non riuscite ad affrontare le vostre problematiche e il comportamento di sua figlia dovesse persistere oltremodo, sarebbe opportuno rivolgersi per un consulto ad un terapeuta familiare.

Cordiali saluti

Dott.ssa Laura Rinella Psicologo a Roma

30 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2012

Gentile Linda,

bisognerebbe evitare di litigare davanti ai figli soprattutto se molto piccoli; i bambini assorbono come le spugne e non dimenticano crescendo. Tuteli lei e suo marito la bambina; i suoi atteggiamenti possono (bisogna verificarlo approfonditamente) rappresentare la manifestazione di un disagio che lei esprime attraverso modalità come quello che descrive. Faccia attenzione se tali comportamenti si protraggono nel tempo e nel frattempo lei e suo marito affrontate le vostre questioni al di fuori della portata della bambina.
E' importante ed educativo!

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2012

Spesso l'encopresi a 3 anni è frutto di abitudine, pigrizia, molto raramente la problematica è diversa. occorre avere molta pazienza, aiutare e accompagnare la bambina, stare con lei in bagno, parlarle o raccontare una storiella. Di sicuro litigare o alzare la voce non aiuta.
contatti uno psicologo dell'età evolutiva se non riesce a risolvere o se la problematica continua.
saluti
dott.ssa Carmela Di Blasio

Psicologa Psicoterapeuta Naturopata Di Blasio Carmela Psicologo a Pescara

78 Risposte

37 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2012

Buongiorno gentile Signora,
è un buon punto di partenza che lei riconosca lo spessore dei conflitti familiari e che si ponga la domanda se questo può incidere sul benessere della sua piccola bambina. Parta da questo e tenga presente la probabile richiesta di pace che la bambina, con i suoi mezzi, cerca di esprimere e richieda una consulenza psicologica, lei stessa senza la bambina, ad uno psicologo psicoterapeuta della sua città per valutare di intraprendere un percorso che l'aiuti nella conflittualità con suo marito. Aiuterebbe anche la bambina senza coinvolgerla più di quanto è già coinvolta nel trattenere la paura che prova vivendo i litigi tra voi.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2840 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18050

psicologi

domande 27800

domande

Risposte 95850

Risposte