Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mia figlia 22enne è traumatizzata!

Inviata da Christian il 4 dic 2017 Terapia di coppia

Buongiorno, mi presento: mi chiamo Christian, sono sposato da 23 anni e ho due splendidi figli di 22 e 13 anni.
Con mia moglie ho sempre vissuto un rapporto burrascoso dato che la sua vita è dedicata quasi esclusivamente alla nostra figlia maggiore tralasciando me è il più piccolo. Pulizia personale, rapporti con amici/amiche , lavoro, e chi più ne ha ne metta , di mia figlia sono stati gestiti per intero da mia moglie.
Dopo anni di scontri per questo, più volte, sentendomi messo da parte, dico a mia moglie che ho la sensazione che il nostro rapporto sia al capolinea. Non riusciamo a ricavarci nessuno spazio per noi , ma la cosa che più mi lascia perplesso è che a lei questo non interessi. Appena ci troviamo soli ne approfitta per dormire, quando capita che usciamo fa di tutto per essere il meno presentabile possibile ....
La mia autostima ne risente parecchio... Mi iscrivo ad una chat e inizio a messaggiare con una persona. Solo l'attenzione di questa persona per me mi rende felice, mi fa cambiare umore, mi da la carica. Il tutto per mia "sfortuna"dura solo 1 giorno! Non avendo mai avuto niente da nascondere , mia moglie prende il mio cellulare e scopre i messaggi. Non c'era nulla di scabroso, ma ovviamente è scoppiato il finimondo! Il problema è che la prima persona che viene avvertita è mia figlia maggiore. Alla stessa saranno raccontati da parte di mia moglie particolari del nostro rapporto senza nessuna censura: a partire dai movimenti bancari a finire con le mie richieste sessuali in quei sporadici incontri consumati in tutta fretta tra una doccia non fatta da lei è una preghiera a concedersi fatta da me....
Passano alcuni giorni di vero inferno: minacce di avvocati, carabinieri, speranze di vedermi sotto i ponti, il tutto alla presenza di mia figlia grande che oltre ad accompagnare la madre nelle sue escursioni dando il meglio di se dal punto di vista fisico:ben pettinata, ben vestita , ecc faceva anche la parte dell'amica/confidente.
Passano i giorni e cerchiamo di riappacificarci, proviamo a ripartire mettendo delle regole al nostro rapporto. Sembrerà strano, ma prima non succedeva: ci si saluta, un bacio ogni tanto, messaggio durante i momenti di pausa da lavoro, cena a tavola tutti insieme, doccia prima di andare a letto, si dorme nello stesso letto.
Noi contenti, ma mia figlia a me non rivolgeva la parola, con sua mamma sembrava andasse d'amore e d'accordo . Fino a sabato mattina . Ci svegliamo e mentre vado a svegliare il più piccolo di casa. Sento mia figlia che si alza e dopo aver urlato parole nei nostri confronti esce di casa.
Alla mia richiesta di tornare a casa e darci delle spiegazioni dice che è stanca di sentirci fare l'amore in ogni angolo della casa, a qualunque ora! E non solo. Dice che sin da quando era piccola, avendo dormito con noi fino ai 13 anni , si vergogna del fatto che lo facessimo continuamente con lei nel letto...
Non so che idea vi possiate fare ma sono una persona con delle idee al limite della folli: per dirne una non ho mai cambiato il pannolino a mia figlia proprio perché femmina, figurarsi se avessi potuto fare qualcosa con lei nel letto...
Il mio problema è che ora mia moglie dice che non ne vuole più sapere di me perché tutto questo è successo a causa dei messaggi. Ma questo è il minore dei mali.
Sono preoccupato per mia figlia grande che era veramente convinta di quello che diceva ... Che traumi e che sofferenza deve avere dentro di se per dire queste cose?
È il bambino più piccolo, mai nominato, ma che assiste a tutto questo, come proteggerlo?
Vi ringrazio in anticipo se vorrete rispondermi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Christian,
è certamente cosa delicata e difficile entrare in dinamiche famigliari così complesse. Un dato appare certo: la sua insoddisfazione e frustrazione rispetto ad un matrimonio che sta mostrando aspetti un pò inquietanti. Sua figlia la accusa di essersi comportato in modi inappropriati e quasi al limite dell'esibizionismo sul piano dell 'intimità con sua moglie, imponendole l'ascolto di effusioni ed esternazioni di tipo sessuale. Se ciò non corrisponde al vero , sarebbe corretto da parte sua, invitare figlia e moglie ad affrontare una breve terapia prima di coppia, poi, famigliare e, in quella sede chiarire una volta per tutte, quali siano stati e siano i suoi motivi di risentimento verso sua moglie e quale il suo comportamento complessivo in famiglia, attento a non turbare in alcun modo i suoi ragazzi in crescita. Se lei è onesto, saprà sicuramente imporre a sua figlia le sue ragioni , poichè è probabile che questa ragazza abbia maturato una immagine assai confusa di lei , forse a causa della sottile ostilità che sua moglie le dimostra e le ha sempre dimostrato . Non mi pare che la sua signora infatti , sia addolorata o preoccupata di perderLa, ma soltanto di trovare un modo per "incastrarla". Sicuramente quindi c'è qualcosa nella relazione famigliare che fa acqua da troppo tempo. Credo sia giunto il momento di riprendere le redini della sua esistenza , chiarendo che una moglie sciatta e disattenta alle sue necessità peraltro non particolarmente eccessive , le procura disagio e vergogna e, una figlia sciocca ed eccessivamente superficiale nel recriminare, è causa di grande dispiacere e delusione. Esprimersi di fronte ad una terza persona , competente in materia di relazioni famigliari , non potrà che procurare grande beneficio sia a lei che all'intero nucleo famigliare.

Le faccio i miei migliori auguri.
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

641 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Christian,
comprendo la preoccupazione ed il pensiero che può provare per la situazione difficile che sta attraversando in questo momento la sua famiglia.
Spesso gli equilibri familiari sono delicati e sorretti da fili invisibili, quello che appare come qualcosa di inspiegabile o fuori dalla norma,in realtà può essere il frutto di una serie di "non detti" o schemi relazionali disfunzionali passati implicitamente.
Ovviamente sua figlia ha risentito della crisi coniugale tra lei e sua moglie e forse, si è sentita "tradita" dall'avvenuta riappacificazione perchè aveva trovato nel legame diadico con la madre una sponda sicura nella quale rifugiarsi dall'incertezza e imprevedibilità familiare.
Occorrerebbe approfondire la storia della vostra famiglia, analizzando il rapporto di coppia ed i vissuti correlati alle due gravidanze, infine occorrerebbe andare a fondo sul funzionamento familiare e sui rapporti tra di voi.
A volte la sessualità genitoriale supposta o fantasticata da un figlio, può essere un tema importante da approfondire in quanto veicolo di importanti significati simbolici.
Sarebbe importante intraprendere un percorso di psicoterapia familiare o quanto meno di coppia.
Consiglio un orientamento psicoterapico psicoanalitico interpersonale per approfondire le tematiche relative alle dinamiche relazionali familiari.

Saluti
Dottoressa Giuli

Dottoressa Elisabetta Giuli Psicologo a Campi Bisenzio

9 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Christian,
lei racconta in modo sintetico di una situazione coniugale e familiare cronicamente complicata in cui inizialmente emerge molta rabbia da parte di sua moglie esplosa quando ha scoperto la chat da lei intrapresa con l'altra donna.
E' presumibile che sua moglie abbia sempre fruito dell'appoggio di sua figlia sia in questa occasione che in precedenza.
E' anche ipotizzabile che alla ragazza abbia dato molto fastidio la fase di riappacificazione con sua moglie per cui lei si è sentita esclusa e tradita anche dalla madre di cui aveva raccolto certe confidenze inopportune sicchè poi ha avuto a sua volta quel momento di esplosione condito probabilmente anche con falsi ricordi e qualche bugia allo scopo di far riacutizzare il conflitto tra lei e sua moglie.
Il suggerimento è per una psicoterapia familiare o di coppia che metta fine a questi "giochi" interattivi disfunzionali e pericolosi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18819 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte