Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mi sono innamorata, ma non del mio compagno, e adesso?

Inviata da Silvia il 2 feb 2014 Terapia di coppia

Buongiorno Vi contatto per capire se c'è una soluzione al mio problema o sono senza speranza...ho 32 anni,"felicemente" fidanzata da 11 anni, conviviamo da 2. Apparentemente tutto bene, finché non ho incontrato un uomo qualche mese fa, sposato in crisi, con figlia piccolina.è nata come una bella amicizia, lui aveva bisogno di sfogare i suoi problemi, io di vivere ...e ci siamo incontrati così, c'è stata una grande sintonia da subito , ci vedevamo poco per farla breve, lui con i suoi impegni ed io con i miei, ma è nato qualcosa di più, che lui non ha forse mai accettato e io dal canto mio ho definito per me amore ...e da li è sbocciata la mia crisi sempre più profonda al punto che sono dimagrita 6 kg in un mese, che non avevo più voglia di tornare a casa mia la sera...che ho trascurato tutto pensando solo a lui, pur sapendo che non c'era futuro ...poi forse ho assimilato questo pensiero e ho immaginato di riuscire a vivere la storia così...solo che lui aveva mille problemi , a periodi non lo sentivi poi si rifaceva vivo e io come una scema sempre li per lui...che mi faceva sentire speciale che mi diceva di essere speciale e che non poteva fare a meno di me anche se aveva una famiglia e io che gli rispondevo di fare chiarezza in lui e di coltivare l'amore per sua figlia e per sua moglie...ma ho anche un orgoglio, un carattere e un'auto stima e alla fine a volte abbiamo litigato, perché io non potevo essere un semplice svago...non si può sempre dire "si sir"per paura di perdere una persona...una delle ultime volte che l'ho visto è successo di nuovo e me ne sono andata sbattendo la portiera della macchina...poi quando ero da sola sono seguite crisi di pianto, ho iniziato a bere..:lui mi ha scritto che deve stare solo, che deve pensare alla sua famiglia che ha bisogno di lui e che mi scriverà perché avrò sempre un posto speciale nel suo cuore...mi sono troppo arrabbiata per queste fandonie! Speravo almeno in un dialogo vis a vis...ma questo è solo per farvi capire...io sto malissimo perché dall'altra parte in questi mesi ho compreso di avere problemi mie nei confronti del mio compagno ...non vedo più la ns storia come prima , i miei sentimenti nei suoi confronti , non ho interesse x le cose che fa...ho compreso che se mi sono buttata tra le braccia di un altro la mia crisi con il mio compagno era già in atto da tempo e questo mi spaventa da morire... Adesso che ne sono consapevole non so più cosa fare...non mi è mai capitato negli 11 anni che siamo stati insieme, ho sempre tenuto alla larga eventuali altri uomini perché stavo bene con lui e non desideravo altro, ho sempre considerato il tradimento una cosa che non fa parte di me ed effettivamente ne sono ancora convinta perché il mio tradimento comunque è stato per amore...ho iniziato una psicoterapia con uno psicologo che mi aveva già conosciuta per altri problemi ( non sono nuova alle crisi). , ma adesso era dal 2008 che stavo bene..adesso sono uno straccio...prendo antidepressivo alla mattina e goccine per calmarmi e dormire, per non pensare forse...mi prendono attacchi di panico ...ho iniziato a bere ( io che ero astemia quasi)...mi prendono attacchi di pianto che durano ore e in cui penso solo che vorrei sparire...ho paura una tremenda paura di non farcela a risollevarmi...a volte penso di riuscire a riprende in mano la mia vita e il fatto che l'altro mi abbia allontanato sia una cosa positiva così non avrò più il
Suo pensiero...a volte mi sento persa perché la mia vita mi fa tristezza e iniziano le crisi di nuovo...stavo pensando anche di provare l'ipnosi per vedere se ho problemi irrisolti che mi
Portano ad essere instabile ...non so più cosa fare...aiutatemi per favore...indirizzate mi verso un percorso di guarigione ...grazie di cuore

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile Silvia,
ci dice che è seguita da uno psicologo per una psicoterapia ed è sicuramente la cosa migliore per risolvere - ma con molta calma - il suo problema. Ci vorrà forse un pò di tempo per elaborare ed è importante che si affidi con fiducia e che comunichi apertamente con il suo curante riguardo a dubbi o difficoltà.
Cordiamente

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Silvia,
sta facendo una psicoterapia in parallelo ad una cura psichiatrica?
Credo sia importante riflettere sulla sua crisi di coppia che probabilmente va avanti da molti anni e non è mai stata affrontata ed elaborata fino in fondo.
Che rapporto ha con il suo partner?
Lei scrive "felicemente fidanzata", ma onestamente è difficile crederlo. Non avrebbe motivo di cercare gratificazioni altrove.
Deve prendere coscienza di questa situazione senza riversare le sue frustrazioni sull'altro, che per altro è sposato e se ne guarda bene di cambiare questa "posizione". Forse lei teme una separazione dal suo partner, ma comprenderà che non basta avere un punto di riferimento, serve ben altro per alimentare una relazione di coppia solida e duratura.
Ci tenga aggiornati.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

687 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora Silvia,
dubbi personali ed eventuale ricorso all'ipnosi nel suo specifico caso vanno attentamente discussi e valutati con un capace psicoterapeuta, anche formatosi in "ipnosi clinica" con specifico percorso formativo documentato.
paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1554 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Silvia,
dato che lei non è nuova di percorsi psicologici, si dovrebbe rendere conto che non esistano "indirizzi" che possiamo darle che la rimettano sulla retta via, così in un click.
Mi rendo conto che la situazione non è facile. Sembra dover fronteggiare due crisi: una connessa con l'abbandono, l'altra con la percezione di aver finito una relazione nella quale ha investito tanto, in termini di affetto, tempo, progetti.
Si faccia aiutare.
Un cm alla volta.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

368 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Silvia,

la sua latera mi ha molto colpita, ed immagino che il periodo che sta vivento sia davvero molto dolorosso e difficile.
La sua richiesta iniziale è quella di voler capire se ha ancora qualche speranza per risolvere il suo problema, ma vista la sua giovane età e le varie, se pur nascoste, buone intenzioni sparse in tutto il testo penso che abbia tutte le carte in regola per vivere in maniera più tranquilla e serena il suo quotidiano. A volte la vita ci riserva momenti più difficili di altri nei quali si sperimenta un'intensa sofferenza tale da non permetterci di vedere la sua fine; in questi momenti sarebbe utile riconoscere di aver bisogno di aiuto per poter contare su un supporto utile per affrontare le crisi ed attraversarle in maniera da poterne uscire più forti e consapevoli. Si ricordi che in alcuni momenti le crisi possono risultare come preludio per un nuovo capitolo della nostra vita. Mi spiace molto leggere che sta prendendo l'insolita abitudine di bere perchè questo non è il giusto modo per affrontare i problemi e soprattutto, credo, che questo non sia il giusto modo in cui lei debba trattarsi. Come ho già avuto modo di scriverle, dal suo testo, a mio avviso, ci sono diversi elementi che mi informano del fatto che lei abbia non poche risorse ed utili intuizioni che possono rivelersi molto efficaci per poter affrontare al meglio questo periodo. Il fatto stesso che lei formuli un chiaro aiuto per porre fine alla sua sofferenza per me è un chiaro segno di forza e di impegno verso un cambiamento più sereno.
Sono sicura che questo brutto momento passerà, intanto le faccio i miei migliori auguri per una vita più tranquilla.

Dott.ssa Margherita Lardo

Dott.ssa Margherita Lardo Psicologo a Firenze

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte