Mi sento un rifiuto

Inviata da Nella I. · 29 ago 2022 Autostima

Buona sera a tutti.
Spero che qualcuno possa aiutarmi a superare o almeno ad avete una risposta a ciò che mi sta letteralmente distruggendo. Ho iniziato una terapia con una terapeuta circa 3 anni fa per problemi legati alla mia famiglia e la mia infanzia. Non volevo iniziare questo percorso perché avevo paura ma poi ho deciso di andare. Pian piano mi sono lasciata andare anche se con tantissima sofferenza e fatica. Mi ha aiutata a risolvere e superare, anche se in parte, i miei problemi. Sono migliorata mi sentivo meglio....ma nel frattempo mi sono molto mto affezionata a questa persona. A volte ammetto di aver esagerato con messaggi che all'inizio però lei non rifiutava...anzi! Abbiamo avuto delle discussioni e delle " rotture" per questo ma poi abbiamo sempre risolto spiegandoci. Le spiegavo infatti che io non volevo né essere invadente né altro semplicemente avevo bisogno di una sua maggior presenza. Le ho detto mille volte di volerle molto bene e che se l'avessi persa ne avrei sofferto terribilmente, anche perché imiei problemi erano da sempre legati proprio alle perdite e agli "abbandoni" . Le cose sono andate avanti tra alti e bassi ma iniziavano a prendere nell'ultimo periodo una buona direzione. Io avevo iniziato a pensare a dei progetti per il futuro molto importanti, supportata da lei ed io felicissima di renderla orgogliosa di me e del mio percorso ero disposta pure a scalare una montagna. Negli ultimi due mesi abbiamo avuto solo 2 incontri per motivi suoi personali. Prima una volta a settimana. L'ultimo incontro tutto bene, le ho fatto un regalo che lei ha accettato felicissima ( così lei ha detto) Poi le invio un messaggio per un mio problema di salute che mi preoccupava e mi preoccupa molto. La trovo in un momento suo familiare particolare e se la prende tanto. Io mi sento in colpa ,tanto in colpa,capisco che forse ho esagerato....presa dallo sconforto sono combattuta tra l'andarmene e " liberarla" dalla mia presenza, le chiedo scusa, la prego di non lasciarmi perché un'altra perdita sarebbe distruzione per me, anche perché nell'ultimo anno ho perso in pochi giorni due persone IMPORTANTISSIME per me, sono stata malissimo, il Covid mi ha distrutto ecc.ecc. Ma lei mi liquida con un messaggio dicendomi che la terapia non può piu continuare e che lei non vuole continuarla ed altre cose che mi fa male solo pensarci e che quindi non scriverò...Ora io mi sento morire. Sento di essere una pessima persona, di non sapermi comportare né saper volere bene....Ho avuto l'ennesimo abbandono e l'ennesima perdita. Non ho più voglia di portare a termine nessuno dei miei progetti perché mi sento una fallita....Ho perso quel poco di fiducia che avevo costruito in me...e non so se potrò mai più fidarmi di nessuno in vita mia. Come ha potuto farmi questo dopo che le ho detto che lei era per me la famiglia che non avevo mai avuto. Dopo che le ho aperto il mio cuore completamente mentre mai lo avevo fatto prima. Ho davvero fatto qualcosa di così grave da meritare un trattamento simile.... Per favore ditemi xhe ho sbagliato tutto almeno me ne farò una ragione. Ero andata da lei per riacquistare un po di amore e fiducia per me stessa e nel Mondo in torno a me ....ma ora mi odio a morte e non voglio più parlare né vedere nessuno....È stata la cosa più terribile che potesse mai accadermi in un momento già così terribile per me...Come né uscirò... E soprattutto lo supererò mai... Perché non mi ha più nemmeno dato la possibilità di fare la mia ultima seduta e darmi delle spiegazioni....Perché mi ha abbandonata in questo modo così freddo e crudele...Perché
Vi prego datemi una risposta

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 AGO 2022

Buongiorno Nella,

Seguo con attenzione ciò che riporta.
Mi dispiace se è stato un ulteriore abbandono nella sua vita e mi dispiace che non le sia stato spiegato il motivo.
Nella nostra professione non possiamo avere relazioni personali più intime con i pazienti, il nostro codice deontologico vieta che i pazienti ci possano fare regali ( anche se accettarli ci fa piacere).
Non so perché la sua terapeuta non gliel'abbia spiegato, forse in un periodo difficile anche per lei non è riuscita a spiegarle i motivi del perché non continuare, mi dispiace Nella.
Saperlo adesso spero che possa attutire i suoi sensi di colpa in parte, non dipende da lei ma è il tipo di relazione che voleva avere che non va bene.
Le consiglierei di intraprendere un percorso psicoterapeutico, con un altra professionista,sapendo che non si può andare oltre il rapporto terapeutico.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1788 Risposte

553 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2022

Salve Nella, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle risolutiva al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

530 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2022

Buongiorno Nella,

La capisco quando parla di "essersi affezionata". Come avrà avuto modo di sperimentare, il legame terapeutico crea una dimensione intima molto profonda. E comprendo perfettamente quanto una rottura drastica possa essere sentita molto dolorosa.

Mi dispiace molto che lei si sia sentita rifiutata.

Penso che potrebbe essere utile non assumersi tutte le responsabilità della fine di una relazione, e orientare l'attenzione a cosa succede nella relazione.

Resto a disposizione se vuole uno spazio, anche online.

Dott. Luigi Pasquariello

Dott. Luigi Pasquariello Psicologo a Mercogliano

20 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2022

"Ero andata da lei per riacquistare un po di amore e fiducia per me stessa e nel Mondo in torno a me". L'errore sta proprio qua. Non si trattiene una persona pregandola di non lasciarci. Le coppie si formano per incontri di interessi e bisogni specifici, se si inizia a formare il disequilibrio per cui un membro della coppia chiede all'altro aiuto relazionale, l'altra persona inizia inevitabilmente a non sentirsi libera e ad accusare sempre di più il peso del fardello che le viene chiesto di portare. La relazione taumaturgica è patologica e primo poi destinata a frantumarsi. Lei dovrebbe lavorare sulle sue fragilità in modo da non doversi appoggiare all'altro e quindi a non correre il rischio di farlo scappare.

Dott. Matteo Mossini Psicologo a Parma

581 Risposte

452 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2022

Cara Nella,

talvolta si può rischiare di oltrepassare i confini deontologici a causa di traumi e ferite del passato che non si sono adeguatamente rielaborate, ridimensionate e risignificate.
Sono a sua completa disposizione per qualsiasi approfondimento, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

826 Risposte

289 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte