Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mi sento un fallimento. Cosa fare della mia vita?

Inviata da Mary il 1 lug 2017 Crisi adolescenziali

Salve a tutti,
sono una ragazza di 22 anni, diplomata da ormai tre anni e da tre anni completamente disorientata!
Al liceo, sono sempre stata convinta del fatto che avrei proseguito i miei studi. Mi vedevo già come una persona in carriera e avevo degli obiettivi ben precisi.
Invece, dopo aver concluso il mio percorso liceale, quando tutti i miei compagni avevano già deciso cosa fare, io ero ancora molta indecisa. Non sapevo a quale facoltà mi sarei iscritta, quello che avrei voluto fare realmente. Alla fine però ho deciso e ho iniziato a frequentare un CdL che iniziava anche a piacermi. Poi, arrivata nel periodo della sessione di esami, totalmente in preda al panico decisi di non voler più frequentare l'università. Il giorno del mio primo esame ho girovagato da sola per chilometri senza mai giungere alla sede dell'università, mentendo a tutti. Non ho mai detto a qualcuno che quell'esame io non l'ho mai dato, che mi sono arresa prima di iniziare.
Dopo di che, in seguito anche ad alcuni problemi familiari, ho deciso di rinunciare agli studi per iniziare a lavorare. Ho provato a lavorare in un call-center ma sono scappata nel momento esatto in cui ho messo le cuffie. Altri due lavori non sono andati bene (anche a causa di situazioni ambigue create dai datori di lavoro) e mi sono ritrovata in tre anni a fare assolutamente nulla. L'unico lavoro che sono riuscita a concludere è stato quello del doposcuola a casa mia.
Mi sento completamente inutile. Ho fallito negli studi e nel lavoro, anche nella vita sentimentale. Ho pensato di seguire qualche corso ma i miei genitori non hanno la possibilità di pagare nessun tipo di corso, ci ritroviamo a stento a poter fare la spesa. Tutto questo mi fa soffrire molto ma ho nascosto tutto a tutti perché negli anni ho costruito un'immagine di me forte e sicura e non voglio che cambi. Ora pensavo di iscrivermi nuovamente all'università ma poi penso che non studiare da tempo mi abbia resa ancor più impreparata di prima. Vorrei fare mille cose, mi appassiono a tantissime materie, ma non riesco a perseguire un unico obiettivo in modo coerente e costante.
So che ho solo 22 anni, ma mi sento completamente fallita. Non so che pesci prendere. Mi chiedo che fine farò, se resterò per sempre a guardare gli altri vivere e a sentirmi così inetta.
Cosa posso fare? Da dove posso iniziare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Mary,
dalle sue parole si percepisce il disagio che le crea questo “disorientamento”. Ha mai pensato di fare un test dell’orientamento professionale per capire cosa possa essere maggiormente in linea con i suoi interessi? Ne trova molti anche online gratuiti..
Per quanto riguarda la sua esperienza universitaria, dice che nel momento in cui si è trovata a dover dare un esame ha preferito allontanarsi. Vorrei farle notare che lo stesso comportamento si è presentato nel momento in cui si è trovata per la prima volta a dover indossare le cuffie nel call center. Probabilmente il timore di “non essere all’altezza” le fa mettere in atto un comportamento di fuga che la porta poi a sentirsi “inutile”. Un modo per superare ciò potrebbe essere quello di affrontare la situazione che la spaventa, a prescindere da come andranno le cose! Lei probabilmente ha paura di fallire ma si ricordi che il fallimento ha la stessa probabilità di verificarsi del successo! Pensi, nello specifico, alla situazione esame: cosa sarebbe potuto accadere di terribile al massimo? Una bocciatura. E quindi? Cosa sarebbe successo? Avrebbe ripreparato l’esame in un secondo momento. Non è meglio rischiare di vincere piuttosto che arrendersi per paura di fallire? Pensi sempre che anche i fallimenti ci aiutano a crescere.
Per quanto riguarda la situazione nel call center, cosa sarebbe potuto succedere di così tragico se avesse messo le cuffie? Magari all’inizio si sarebbe seccata un po’ la gola per l’ansia o magari avrebbe avuto la voce un po’ tremolante. Ma poi già dalla seconda, terza telefonata questo sarebbe stato superato !
Non deve sentirsi una fallita, è la sua paura che la blocca! Quindi come si può fare per cambiare le cose? Cambiare strategia. Se mettiamo in atto sempre gli stessi comportamenti (fuggire di fronte alla “paura”) otterremo sempre gli stessi risultati (“senso di inutilità”).
Potrebbe iniziare facendo un test online, se le piace l’idea di frequentare un corso di Laurea, o riprendere gli studi che aveva iniziato ed affrontare la sua paura pensando che c’è un 50% di possibilità che fallisca e la stessa identica percentuale che invece questo non avvenga. Quindi non si focalizzi sulla prima!
Pensi a quello di cui ha bisogno. Dice di voler fare mille cose: allora inizi! :) Però si ricordi che se fugge, non appena ha paura, otterrà sempre lo stesso risultato. La paura deve essere affrontata. Lei è più forte della sua paura quindi, non appena si troverà in una situazione simile alle due che ha riportato, stringa i denti e la affronti!
In qualsiasi caso, sia di successo che di fallimento, sia fiera di sé perché sarà quello il momento in cui inizierà a sconfiggere questo muro che la blocca :)

Cordiali saluti,
Dott.ssa Martina Lo Monaco

Dott.ssa Martina Lo Monaco Psicologo a Roma

17 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima.
lei è indecisa su molti aspetti della sua vita. troppi. Le consiglio di rivolgersi ad un Centro per la Salute Mentale pagando un ticket.

Angelo Feggi

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

713 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15650

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte