Mi sento sola

Inviata da Sabrina il 25 apr 2016 Crisi adolescenziali

Buonasera a tutti, mi chiamo Sabrina. In questo ultimo periodo mi sento sempre sola, trascurata da tutti e a nessuno importa di me.Di amiche ne ho solo una che è la mia migliore amica e menomale che ho lei. A scuola qualche volta sono messa da parte e se qualcuno mi parla è solo perché vuole copiare qualche compito ( a scuola me la cavo riguardo allo studio). Sono una ragazza insicura, timida, ansiosa, si preoccupa di piccole cose e penso che forse è questo il problema che mi allontana ad avere amici. Sono sempre gentile con tutti ma in cambio non ho niente. Se per esempio qualche volta sono triste nessuno se ne accorge o mi chiede cosa è successo e poi ci sono io che si preoccupa se qualcuno è giù di morale.
Qualche mese fa avevo un'amico, che fa parte della mia classe, che parlava sempre con me, scherzava, messaggiava e mi riteneva una vera amica. Ma ultimamente non mi parla più, non mi saluta: il niente, solo perché una ragazza è gelosa ( ed è anche fidanzata). Dopo questa batosta non voglio fidarmi più di nessuno e non mi affezionerò. Riguardo a ragazzi va tutto male: mi innamoro sempre di ragazzi sbagliati e mi sono stancata. Lo penso tutto il giorno, quando lo incontro per strada mi si accelera il battito cardiaco e poi c è lui che neanche mi caga e che si fa la vita sua. Ho un'altro problema: ho paura delle persone. Non mi sento a mio agio quando sono con delle persone forse perché ho paura che mi giudicassero in qualche modo. Non so più cosa fare, non ho nessuno, in famiglia è un disastro ( in casa ho mia nonna che ha avuto un infarto e mia madre se ne occupa e di conseguenza non ha tempo per me, mio padre lavora da mattina a sera e mia sorella mi tratta sempre male). Io e la mia migliore amica abbiamo un obiettivo: andarcene dal paese e vivere in America o in Inghilterra. E spero con tutto il mio cuore che si avveri questo sogno. Spero mi diate consigli e grazie di cuore a chi risponderà ❤❤

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Sabrina
è interessante il fatto che tu sia brava a scuola tanto che i tuoi compagni ti cercano (non importa se lo fanno per copiare da te, ma intanto questo potresti già viverlo come un riconoscimento speciale).
Ti sto indicando la via di ribaltare il tuo usuale modo di pensare che mi sembra un poco troppo impostato in senso negativo.
In realtà la timidezza non ti blocca poi così tanto, forse, quello che ti manca sono delle "competenze sociali" e queste dovresti impegnarti ad imparare.
Di cosa si tratta?
Essenzialmente del saper comunicare con gli altri, proporsi, essere più aperta, mostrare apprezzamento e simpatia, dire agli altri di cosa si ha bisogno e chiedere anche sostegno e aiuto; tu aiuti loro per i compiti e loro potrebbero aiutare te nei tuoi momenti no...sono certa che ci sarebbero persone disposte a farlo.
Insomma Sabrina cerca di uscire dall'isolamento che ti sei creata attorno e cerca di vedere il mondo più colorato.
Importante che tu e la tua migliore amica continuiate a sognare e a darvi obiettivi per il futuro; alla vostra età pensare di viaggiare e di realizzare qualcosa anche lontano da un ambiente che offre poco, può essere uno stimolo valido per superare timidezza e difficoltà varie.
Quindi io mi sento di sostenere il tuo sogno!
Coraggio e avanti, impara fin da ora a comunicare con tutti, in futuro, ovunque sarai ti servirà.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6695 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sabrina,
dici di sentirti sola e senza nessuno... ma un'amica ce l'hai! Non trascurare questo fatto! I compagni di classe non si scelgono, non è detto che siano destinati a diventar amici... e comunque il fatto che ti avvicinano a te, a tuo dire, solo per i compiti, è comunque positivo, se tu fossi realmente antipatica alla gente non verrebbero in cerca di te. Dici di dimostrarti gentile, questa cosa viene apprezzata dagli altri, probabilmente più del tuo buon lavoro. Continua a proporti da amica, credo che gli altri neanche ti considerino una persona sola da dover avvicinare, sanno che hai una grande amica che ti sostiene e risulti agli occhi dei tuoi compagni una persona competente e capace con la migliore amica vicina, sorridente e disponibile, pertanto in gamba... anche se il tuo vissuto è tutt'altro. Sei innamorata del tuo amico che però ha un'altra ragazza? Questa cosa è dolorosa, mi spiace, ma, purtroppo, è quasi una "passaggio dell'adolescenza"... capita a praticamente tutti i tuoi coetanei, anche questa è un'esperienza; sarai in grado, un giorno, di comprendere la sofferenza che si prova al rifiuto in amore e la tua empatia sarà di sostegno a qualcun altro. Sii felice delle tue conquiste e impara ad apprezzare le belle cose che hai. Puoi sempre parlare a cuor sincero con i tuoi genitori che, son sicura, saranno disponibili ad ascoltarti e anche ad accompagnarti da uno piscologo per qualche colloquio orientativo.
Un caro saluto
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

229 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sabrina,
sai come funziona la nostra mente? Se crediamo di valere poco e abbiamo poca fiducia in noi stessi ci ritroviamo in situazioni che andranno a confermare queste nostre convinzioni, quindi incontreremo persone che non ci ascolteranno, non ci valorizzeranno e non crederanno in noi. Questo aumenterà la nostra insicurezza facendo in modo da chiuderci ancora di più. E' come il cane che si morde la coda.
Ciò che si fa in queste situazioni è assumere un comportamento nuovo dandoci la possibilità e assumendoci il "rischio" di vivere nuove esperienze. Chiuderci non è la soluzione,aumenterà il nostro senso di solitudine.

Buona vita,
Dr.ssa Ilaria Terrone, Bari

Dott.ssa Ilaria Terrone Psicologa Bari Psicologo a Bari

160 Risposte

216 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sabrina,
cosa ti fa pensare che in America o in Inghilterra tu saresti una persona diversa da quella che sei adesso? Pensi di avere delle buone capacità di adattamento tanto da vivere meglio lontano dalla famiglia in un paese straniero con cultura, costumi, lingua e modo di vivere diverso?
In realtà, il problema più che esterno, è interno a te e riguarda il tuo carattere introverso, la tua ansia sociale e il tuo basso livello di autostima.
Sono questi fattori che condizionano negativamente la tua vita e le tue relazioni familiari ed extra-familiari.
Pertanto, prima di fantasticare di trasferirti all'estero, ti suggerirei di fare lo sforzo di chiedere ai tuoi genitori di sostenerti per un percorso di psicoterapia onde poter migliorare i sopracitati fattori che causano il tuo disagio.
Cordiali saluti,
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6488 Risposte

18148 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sabrina,

le tue parole mi hanno molto colpita, dicono di te tante cose, di come tu sia una ragazza molto dolce e sensibilile, la stessa sensibilità che probabilmente ti fa anche però soffrire, più cerchi di essere carina e gentile con gli altri e più vedi che non sei ricambiata.
Purtroppo da qui non possiamo entrare nella testa degli altri e capire perchè le persone si comportano in un certo modo, è tuttavia normale e comprensibile di come tu non voglia più fidarti di nessuno, ma il rischio è quello di rinchiuderti in te stessa o di stringerti ancora di più a questa tua cara amica e sarebbe davvero un peccato perchè credo che tua sia una bella persona e possa dare molto agli altri e altrettanto riceverne. Per delle esperienze negative che ti sono capitate non devi allora generalizzare e credere che tutti siano così.

Inoltre ti inviterei a riflettere sul fatto di come gli altri, a tuo dire, ti facciano paura, paura forse del loro giudizio, di come ti vedono, questo aspetto può incidere nei tuoi rapporti e di come ti interfacci con le persone perchè, in quest'ottica, non permetti a te stessa di essere spontanea e di poter vivere più serenamente.

Un caro saluto

Dott.ssa Ilaria La Manna Psicologo a Padova

8 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77300

Risposte