Mi sento male

Inviata da Giovanna · 23 feb 2016 Disturbo bipolare

Io non mi sento bene.
Cerco di dare il 100% di me stessa quasi sempre, ma non riesco sempre. Ci sono volte in cui mi chiudo, mi abbandono ad una tristezza infinita e mi deprimo. Non vado a lavorare, non voglio sentire nessuno, passo l'intera giornata a letto e poi mi sento in colpa perchè non ho fatto il mio dovere. Comincio a mentire per trovare giustificazioni con chiunque, invento un sacco di scuse. Io non capisco perchè mi comporto in questo modo. Poi per farmi ancora più male comincio a mangiare tantissimo fino a scoppiare oppure a digiunare completamente. Il mio lavoro mi piace, anche se molto competitivo, non ho problemi in famiglia, apparentemente va tutto bene...Ma perchè allora devo vivere questi momenti? Io non mi sento normale. Vorrei essere equilibrata e costante, ma non ce la faccio. Almeno un paio di volte al mese devo vivere queste giornate senza senso, distruttive e orribili. Aiutatemi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 MAR 2016

Cara Giovanna
il suo perfezionismo e il desiderio di dare sempre il 100per100, unito ad un lavoro importante e ad un clima che incoraggia la competizione, le impedisce di vivere serenamente con i suoi tempi e i suoi modi di fare e ritmi naturali.
Lei, di conseguenza, è poi soggetta a questi periodici crolli che la riportano alla realtà dell'essere umano che ha bisogno "di staccare" e di riposarsi.
Pure, mi sembra di capire, che lei viva il riposo come una debolezza e che non ritiene di dover accettare che ci siano dei bisogni del corpo che debbano essere rispettati e soddisfatti.
Avrebbe bisogno, forse, di rivedere le sue priorità di vita e stabilire modelli e tempi più consoni.
Anche il suo perfezionismo e il desiderio di dare il massimo (forse per paura, altrimenti, di non essere accettata) è un punto importante della sua personalità che andrebbe riequilibrato in psicoterapia.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7327 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Sì, hai veramente bisogno di aiuto. Ma è necessario affidarsi ad un bravo terapeuta che Ti aiuti a comprendere e risolvere la sofferenza che vivi.
Con simpatia. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

753 Risposte

469 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Salve Giovanna,
Nella descrizione del suo disagio risolta essere molto schematica centrando a pieno i punti che lei ritiene più essenziali. Purtroppo però manca un approfondimento di alcune tematiche necessarie quali: perché ritiene così essenziale dare se stessa al 100% sempre? Che lavoro svolge? Da quanto tempo avverte questo disagio? Quando dice di non sentirsi normale cosa intende? Sarebbe interessante capire meglio le dinamiche che caratterizzano il disturbo da lei descritto; a primo impatto sembrerebbe trattarsi di depressione (tristezza infinita, stare a letto tutto il giorno, chiudersi in se stessa etc..) ma come ho detto il tutto andrebbe approfondito, magari in sede di terapia, consultando un esperto nella sua zona, per iniziare poi un percorso che le porterebbe giovamento su vari punti di vista.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti e qualora avesse bisogno non esiti a contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Di Rosa Raffaella
Psicologa clinica e dell'età evolutiva, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale a Villaricca (Napoli).

Dott.ssa Di Rosa Raffaella Psicologo a Villaricca

97 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Gentile Giovanna,
sono portato a pensare che c'è una spiegazione per ogni cosa, anche quando non la comprendiamo o non ne siamo consapevoli.
Ed in realtà il suo potrebbe essere proprio un problema di scarsa consapevolezza della sua struttura di personalità rigida che le impone di dare sempre il massimo sicchè quando non ci riesce ( ed è anche questo ovvio perchè, come si dice comunemente "nessuno è perfetto") si sente poi in colpa e si punisce con l'abbuffata o il digiuno.
Cerchi l'aiuto della psicoterapia e troverà certamente le risposte alle sue domande nonchè la soluzione al suo disagio.
Cordiali saluti.
Dr Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Buongiorno Giovanna,
che periodo difficile. Nelle giornate totalmente negative è davvero difficile trovare il modo di pensare positivo. Credo sia consigliabile iniziare con qualche colloquio psicologico per comprendere come si fa strada in lei il disagio.
Buon proseguimento.
Dott.ssa Annalisa Croci

Dott.ssa Annalisa Croci Psicologo a Gavardo

26 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Gentile Giovanna,
Immagino la fatica e le difficoltà nell'affrontare questo problema che pervade la Sua vita. In oarticolare, Le domando: Come definirebbe questo problema? Da quanto si è manifestato. Inoltre, le volevo chiedere: Dovendo affrontare questo problema, come ha fatto a trovare e mantenere un lavoro, oltretutto competitivo? Dove trova questa forza?

Rimango a disposizione qualora volesse rispondere alle mie domande e condividere con me le Sue riflessioni.

Cordiali saluti
Dr Luigi Frezza, lo psicologo delle storie

Studio di Psicologia del dott. Luigi Frezza Psicologo a Battipaglia

33 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Giovanna buonasera. Mi sembra che il punto centrale che ci racconta qui sia il bisogno di dover dare sempre il 100%, questo rigido senso del dovere che risulta pero' estenuante, la lascia priva di energie e con un vuoto da colmare con il cibo. Ma da dove nasce questa spinta? È autenticamente Sua? E' un'aspettativa di altri?
Forse queste "giornate orribili" Le segnalano che c'è qualcosa che ha bisogno di essere ascoltata. Forse non è davvero "destinata" ad attraversare queste giornate "punitive" se non riesce a fare tutto al meglio. Ci pensi.
Buona fortuna,
S. C.

Maria Stella Cerchia Psicologo a Guidonia Montecelio

8 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101150

Risposte