Mi sento in carcere

Inviata da #basta · 28 feb 2020 Terapia di coppia

Salve, ho una situazione assurda con la mia ragazza da cui non riesco ad uscire.
Siamo fidanzate da circa sei anni. Durante questo periodo l'ho lasciata, dopo circa un anno e mezzo l'ho ricercata, perché nel sentirci avevo ripreso ad avere belle sensazioni fino ad innamorarmi di nuovo.
Le cose purtroppo non vanno di nuovo bene, da un anno stanno proprio degenerando, al punto di alzarci le mani.
Lei soffre di ansia, depressione ed attacchi di panico, pensa continuamente di poter essere diventata pazza e tutto questo non mi permette mai di lasciarla. Conviviamo e quasi tutti i giorni puntualmente, ad ogni litigio si arriva al delirio vero e proprio. Spesso mi sento di aver assorbito il suo malessere, penso sia una persona negativa per me, nonostante l'amore. Quando decido di lasciarla però comincia a piangere e delirare. Si dispera fino al punto di creare disagi nel condominio. dice che non ha nessuno se non me. Io per amore ho sempre accettato tutto, ho sempre cercato di darle consigli per tentare di migliorare la sua vita o quanto meno di cambiarla. Non lavora e questo per me e un grande problema perché mi tartassa di chiamate e messaggi in ogni circostanza. Non riesco a liberarmi di lei, mi sento in carcere. Sa dove lavoro e spesso, durante le litigate si presenta a costo di crearmi seri problemi. Io non voglio più vivere questa sensazione, mi sento soffocare e non posso chiedere aiuto a nessuno perché mi ha messo tutti contro, amici e famiglia. Mi ha fatto rinunciare a tutto e a tutti. Spesso ho pensato di denunciarla per stalking ma non voglio peggiorare la sua situazione già grave e pesante.
Io voglio mettere da parte me e i miei sentimenti una volta per tutte. Voglio lasciarla ma non so come fare, non riesco da sola, è una mina vagante. Sono sola e non so a chi chiedere aiuto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 MAR 2020

Buongiorno, è legittima la sensazione che sperimenta di vivere in un carcere, in quanto il legame che ha descritto ha tutti gli elementi per definirsi "patologico". La situazione che lei descrive appare particolarmente complessa per entrambe in quanto ci sono diversi elementi di pericolosità. Il legame che vi unisce sembra caratterizzato da elementi di morbosità e soprattutto di violenza non solo fisica ma anche psicologia. Un suggerimento che mi sento di darle e di rivolgersi ad un familiare o una persona cara alla sua fidanzata per trovare un modo di affrontare il prima possibile la situazione nel modo più adeguato. Se sente di non riuscire da sola a separarsi da questa persona chieda aiuto ad un professionista che la aiuti a capire quali sono i motivi che la spingono a restare in questa trappola e a trovare insieme un modo per uscirne.
Un caro saluto
Dott.ssa Luciana Sarra,
Psicologa Psicoterapeuta Firenze/Scandicci

Dott.ssa Luciana Sarra Psicologo a Scandicci

4 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2020

Gentilissimo utente,
la situazione è davvero delicata, questa ragazza presenta seri problemi da affrontare con personale specialistico, d'altra parte la relazione tra voi mi sembra molto deteriorata. Credo lei debba farsi aiutare per chiudere definitivamente la relazione, tramite uno psicologo valuterà quale posizione assumere ed eventualmnente quali comportamenti effettuare.
Non attenda troppo, agisca a breve.
Cordialmente,
dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2767 Risposte

2310 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2020

La situazione che descrive è molto complessa e posso capire quanto possa essere frustrante. Da quello che scrive la sento esausta emotivamente e cognitivamente. La complessità della situazione è dovuta alle caratteristiche di personalità della sua ragazza che si mescolano alle sue mettendo in scena un mix che non vi porta la serenità che meritate.
Dovrebbe perseguire la strada che la porta ad una sua serenità prima di tutto.

Dott. Riccardo Votadoro Psicologo a Padova

22 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte