Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mi sento, e sono, sola

Inviata da Alessia · 4 lug 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Per quanto sappia sia più che lecito rivolgersi ad uno psicologo nel bisogno, mi vergogno molto a dover ammettere un problema che penso che alla mia età neanche dovrebbe porsi. Ho diciassette anni, e vivo in un paese che tutto sommato, nonostante non sia un posto pieno di opportunità e di gente particolarmente interessante, è vivibile. Sono certa che la causa del mio malessere sono io. Non ho problemi di autostima, anche se ho avuto e tuttora ho dei rapporti poco sani col cibo dovuti alla percezione che avevo del mio corpo di cui ora non posso lamentarmi. Non mi lamento nemmeno del mio carattere e delle mie capacità intellettuali e sociali, sono di natura estoversa, espansiva, portata al dialogo. Allora, perché non ho amici? Perché mi manca un gruppo come tutti i miei coetanei hanno con cui uscire e godere di esperienze normali? Ecco, questo è l'unica cosa che mi fa sentire fuori dalla mia età, che mi rende debole, triste, arrabbiata, perché sento anche che non dovrebbe essere così: dovrei essere come tutti gli altri. So parlare, stare in gruppo, ho interessi. Allora cosa mi manca? Cosa posso fare per uscire da questa condizione desolante, vergognosa? Mi sembra di star perdendo tempo, e ogni ora che passo da sola è per me un'ora persa. Sono stanca di essere sola.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 LUG 2017

Buongiorno Alessia,
è adeguato da parte tua manifestare queste sensazioni di disagio, del resto comuni a molte ragazze adolescenti. Questo sentirsi da sola da quanto tempo si manifesta? Nel periodo in cui hai avuto difficoltà con l'alimentazione ti sei sentita sola o hai perso amicizie? Parli di avere interessi, questi implicano la presenza di altre persone?
Prova a valutare la possibilità di un breve percorso terapeutico che ti aiuti ad individuare ed attivare strategie, in base alle risorse che sicuramente possiedi.
Un saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1197 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 LUG 2017

Cara Alessia,
credo che Tu sia piena di risorse: nella tua descrizione metti in risalto lati positivi e negativi del luogo dove vivi, che di Te stessa..... di certo non comune alla tua età aver capacità di analisi sia fuori da se che dentro di se.

Ora che hai chiaro il contesto e le tue capacità, nonchè i tuoi desideri non devi far altro che muoverti per raggiungere i toui obbiettivi nel contesto dato che ben hai dimostrato di conoscere data la lucida analisi.

Fai un elenco delle cose che a Te piace fare (giocare a tennis, fotografare, cantare, andare in motbike, fare teatro, volontariato ...........), scegline due fattibili quest'estate, poi cerca una palestra o un'associazione dove puoi esprimere e migliorare le tue passioni e inizia ad usare e vivere il tuo tempo.... avrai così l'occasione di conoscere persone con le tue stesse passioni..... e poi raccontami come ti senti,

a presto
Elisa P.

Dott.ssa Elisa Pravato Psicologo a Vicenza

17 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 LUG 2017

Buongiorno Alessia,
non è un problema da poco quello di sentirsi soli e fuori da una cerchia sociale, specialmente in età adolescenziale e prima età adulta. E purtroppo non è nemmeno così scontato avere amici. Pertanto non dovresti colpevolizzarti sul fatto di voler parlare di questa difficoltà. Per poter trovare risposta alla tua domanda, occorrerebbe capire meglio i fattori che intervengono e che comportano questa mancanza. Ci sono stati rifiuti? Ti sei sentita allontanare da alcune cerchie di amicizie? In che modo provi a stringere amicizia? Come sfrutti le tue doti e capacità nel rapporto sociale? Non è impossibile uscire da questa situazione, ma come ogni problema, per poterlo risolvere occorre capirne l'origine e le cause! Alcune volte può trattarsi di rapidi automatismi comportamentali che ci fanno percepire in maniera sbagliata dagli altri, altre volte siamo noi stessi che giungiamo rapidamente a conclusioni sulle intenzioni altrui valutandole come poco disponibili.. ad esempio.
Un percorso psicoterapeutico, anche breve, potrebbe esserti d'aiuto a fare chiarezza in questo momento di solitudine.
Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa Psicoterapeuta cognitiva

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

250 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte