Mi sente sempre più infelice e depressa

Inviata da Deianira Sotgia il 9 giu 2018 Depressione

Salve,
Mi chiamo Deianira,ho 20 anni e da tre anni o più mi sento sempre più infelice, ho ansia e attacchi di panico. In famiglia non va molto bene,siamo in cinque. Mio padre 2 anni fa ha avuto un infarto ed è restato in coma per molto tempo,per 5 volte i medici ci dissero anche che sarebbe morto. In realtà,grazie a Dio è tornato a casa dopo molta riabilitazione. Ma lui non è più lo stesso,ha avuto un'ischemia cerebrale,non cammina ma la cosa più grave è che proprio a livello psicologico non è presente,non parla, è depresso e vorrebbe stare solo a letto. Ho una sorellina di tre anni e quando lei prova a giocare con lui,la respinge subito. Il ricordo di com'era mi devasta ogni giorno,anche se è accanto a me è come se non ci fosse,non lo riconosco,sembra un'altra persona. Mio padre,da quando io e mio fratello eravamo piccoli beveva e si comportava male, ma nei periodi in cui non lo faceva era affettuoso e giocherellone. Non riesco neanche più a guardarlo,perché appena lo faccio mi viene da piangere. Quando provo a parlarne sia con i parenti sia col mio ragazzo, mi dicono che ormai è così e che devo accettarlo, questo lo so anch'io ma non riesco,non posso dimenticare come è stato per 17 anni. Inoltre durante tutto il tempo in cui è stato in coma e in ospedale,sia io che mio fratello abbiamo fatto i turni perché lui non poteva rimanere solo neanche di notte,e io mi mi sono dovuta ritirare da scuola per tenere mia sorella che aveva solo 8 mesi, perché mil madre doveva lavorare,ora sto studiando da privatista sempre nella stessa scuola ma ho problemi, in matematica e fisica e non ho nessuno che mi aiuti o soldi per le ripetizioni perché non riesco neanche a trovare un lavoro. Mi sento inutile,incapace di fare qualsiasi cosa . In più sono sola,non per modo di dire ma veramente non ho neanche un conoscente da chiamare per fare una passeggiata. Ho solo il mio ragazzo più grande di me di 10 anni,io lo amo molto,ma a volte quando mi sfogo con lui e mi viene da piangere, non lo faccio apposta ma mi viene, lui si infastidisce. Credo di non piacere alla gente, forse perché non mi piacciono neanche io e mi sento solo un grande fallimento. Ogni giorno ormai penso che se la facessi finita sarebbe meglio per tutti. Mi sento già vecchia e senza prospettiva per il futuro solo tanta paura e angoscia. Mi serve davvero qualcosa che mi faccia rialzare ma non so come. Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Deianira,
mi dispiace per le difficoltà che stai vivendo ma deve consolarti il pensiero di essere nel giusto e fare ciò che ti è possibile per dare una mano sapendo che già il solo fatto di occuparti di una sorellina piccola è un grosso aiuto.
Il fatto che il tuo fidanzato si infastidisca quando sei giù di tono e ti sfoghi con lui può dipendere da eccessive tue lamentele o sua incapacità di reggere le frustrazioni e saperti consolare.
Pertanto hai bisogno di sollevarti da questa tendenza depressiva tramite un sostegno psicologico qualificato che puoi eventualmente chiedere anche presso la tua ASL su opportuna richiesta del medico di base.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
Medico chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Deianira, quante ferite e difficoltà nella tua vita...difficoltà che sembri dover affrontare da sola perchè non sei compresa da nessuno. Nella tua vita sono successi degli eventi sfortunati che ti hanno portato per forza di cose a metterti in secondo piano, e questo potrebbe aver dato vita ad un circolo vizioso di umore depresso e mancanza di fiducia nel domani perchè attorno a te vedi solo fatica, infelicità e rinuncia. Ciò che puoi fare è iniziare a volerti un pò più bene: nei limiti del possibile scegli di fare delle piccole cose per te ogni giorno, trova dei momenti per "staccare" anche solo facendo una passeggiata, e quando sei più giù prova a scrivere come ti senti per distaccarti un pò dal tuo malessere. Valuta l'idea di parlare con una persona esterna al tuo nucleo familiare, magari rivolgendoti ai servizi pubblici della tua zona: uno spazio di sfogo può essere un buon punto di partenza per contenere ciò che provi e provare piano piano ad elaborarlo.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Deianira, quante ferite e difficoltà nella tua vita...difficoltà che sembri dover affrontare da sola perchè non sei compresa da nessuno. Nella tua vita sono successi degli eventi sfortunati che ti hanno portato per forza di cose a metterti in secondo piano, e questo potrebbe aver dato vita ad un circolo vizioso di umore depresso e mancanza di fiducia nel domani perchè attorno a te vedi solo fatica, infelicità e rinuncia. Ciò che puoi fare è iniziare a volerti un pò più bene: nei limiti del possibile scegli di fare delle piccole cose per te ogni giorno, trova dei momenti per "staccare" anche solo facendo una passeggiata, e quando sei più giù prova a scrivere come ti senti per distaccarti un pò dal tuo malessere. Valuta l'idea di parlare con una persona esterna al tuo nucleo familiare, magari rivolgendoti ai servizi pubblici della tua zona: uno spazio di sfogo può essere un buon punto di partenza per contenere ciò che provi e provare piano piano ad elaborarlo.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, quali sono i sentimenti e soprattutto i pensieri che la portano a questo continuo senso di inadeguatezza?. È la sua situazione famigliare, la sua vita personale o cosa altro? Inoltre, sono queste le cose che la rendono triste o è la tristezza a rendere ancora più negativi certi eventi della sua vita? Rifletta bene su questultima domanda. Tutti abbiamo passato momento difficili, titti abbiamo fatto i turni in ospedale per parenti malati. Cosa impedisce a lei che ora mai ha 20 anni, di vedere le cose in maniera più risolutiva?
Guardi a ciò che si porta dentro ai suo pensieri. Le consiglio di seguire un percorso terapeutico che l'aiuti a prendere coscienza di ciò che è alla base del suo disagio.
Cari saluti.
Dott.ssa B.De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte