Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mi sembra d’impazzire.

Inviata da Alice il 23 mag 2019 Crisi adolescenziali

Ho 19 anni, e molti data la mi giovane età sottovalutano i miei sentimenti e i miei problemi.
Ho sofferto in passato di una forte depressione (con autolesionismo e anoressia) e fortissima ansia (la quale mi ha procurato vertigini talmente forti che per 6 mesi ho smesso di camminare, mi ero “dimenticata” come si faceva e avevo il terrore di camminare o di uscire) ovviamente accompagnata da tanti attacchi di panico e insonnia.

Ovviamente ho visto tanti specialisti ma tutti quanti hanno semplicemente ributtato la colpa sui miei genitori (che non hanno nulla che non va, a parte i difetti che hanno tutti gli umani) e dire che semplicemente per forza avevo subito un trauma. Ovviamente non ho subito nessun trauma. Semplicemente da un giorno all’altro la mia vita è diventata un’incubo.

Ammetto che sin da piccola ho sempre sofferto d’insicurezza e mi sentivo sempre dissociata dal mondo. Come se ciò che avveniva non mi riguardasse. Inoltre m’isolavo nei miei libri (da quando ho 7 anni) e facevo finta di non esistere, perché preferivo la vita degli altri.

Ora molti problemi sono riuscita a risolverli. Però rimane un qualcosa d’incompiuto. Ovvero, mi sento come se non fossi nella mia testa. Mi sembra d’impazzire e mi sembra sempre di sentire le voci che mi dicono che non valgo niente, che non ce la farò mai, che mi stanno tradendo etc. Queste voci non stanno mai in silenzio. Cioè sono consapevole che sono i miei pensieri, ma non c’è verso che si fermino. Sono incontrollati.

A volte mi sento come se non avessi più il controllo delle mie parole, dei miei gesti e delle mie azioni. Ed effettivamente mi ritrovo a dire cose che non penso, a fare cose che non vorrei fare. E me ne rendo conto solo quando è troppo tardi.

Sto male nel mio stesso corpo, e ho una grande difficoltà a relazionarmi. Soprattutto perché le persone non mi capiscono. E questa cosa mi fa impazzire. Perché non capiscono mai niente? Mi sembrano tutti stupidi, ed è inevitabile che mi debbano ferire. Ecco perché sono molto paranoica.
Poi tornano tutti, ma io non riesco a perdonare nessuno. E mi sento come se dovessi vivere sola, e come se gli altri fossero superflui. Non sopporto nessuno, perché tutti vogliono qualcosa da me.

A volte sento come se fossi onnipotente, altre volte come se non fossi nulla. Mi sembra inutile parlarne con uno specialista perché mi sembra di raggirarli, di dire ciò che vogliono sentirsi dire e ciò che si aspettano. Quindi non sono neanche totalmente sincera. Purtroppo sono troppo scontati, e mi viene spontaneo “giocare” con le persone che sono un libro aperto.

Prendo delle medicine, ma sono inutili.
Sono molto paranoica, mi sembra che tutti mi rispondano male e che mi vogliano ferire.
Sto impazzendo probabilmente. Forse può aiutare, ma nonna soffriva di bipolarismo.

Sono certa che nessuno specialista che io abbia mai visto si sia mai davvero avvicinato a ciò che sono.

Vorrei un vostro parere. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentilissima,
credo sia per lei davvero difficile sopravvivere con questo dolore e sofferenza continua, tuttavia lei sembra escludere qualsiasi soluzione a priori. L'intervento psicologico non lo reputa utile cosi come l'intervento farmacologico. Le terapie si possono modificare, il fatto ad esempio che lei senta delle voci significa che probabilmente non è compensata. In ogni caso ritengo davvero difficile poterle dare un semplice parere on line vista la complessità della situazione, le consiglio di cuore di fare una riflessione profonda in direzione di una presa in carico sia psicologica che farmacologica.
I miei migliori auguri
D.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2452 Risposte

2066 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alice, comprendo la sua sofferenza e mi dispiace. Tuttavia è difficile aiutarla, perché tutti voi che scrivete qui cercate una risposta facile, e quando poi vi si chiedete maggiori precisazioni tacete. In questo modo diventa inutile e frustrante per noi formulare ipotesi, e parimenti per voi. Dubito che tutti abbiano sbagliato diagnosi. Ma anche se avessi una diagnosi perfetta questo sarebbe solo il primo passo. Occorre allora dedicare tempo e impegno ai propri problemi, cercando un/a terapeuta di valore e dai quali ci si senta compresi e accolti. Per il resto ci sarebbe troppo da dire rispetto a queste poche righe. Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

795 Risposte

323 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19300

domande

Risposte 78300

Risposte