Mi metto a nudo

Inviata da Virgilio · 6 ago 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Salve a tutti.
Non è la prima volta che scrivo per chiedere aiuto; molto spesso grazie ai vostri consigli, sono riuscito a migliorare la qualità della mia vita.
Alla soglia di 25 anni però, credo sia arrivato il momento di fare quasi tabula rasa.
In questo sito ho spesso usato un pseudonimo, ma credo che iniziare anche solo a non nascondersi più dal proprio nome, sia un passo importate per me.
Io mi chiamo Jacopo ed oggi vi scrivo per avere vostre opinioni in merito alla mia situazione.
Partiamo dall'inizio.
Sono un bel esteticamente un bel ragazzo, ma a liceo sono stato bullizzato a causa del mio aspetto fisico. Dal periodo del secondo anno di medie al secondo anno di liceo (considerando che il primo anno di liceo mi è costato una bocciatura), ero in forte sovrappeso. Questa situazione, era dovuta dal fatto che da piccolo sono stato male a causa di un overdose di vaccino. I primi anni di liceo ho sofferto molto questa situazione: non mi sentivo accettato o adeguato "alla massa".
Complice il fatto che mi ritengo una persona estremamente votata al bene, non ho mai provato a reagire. Tra il bullismo e la mia malattia, mettiamoci anche il fatto che mangiavo troppo e male: nel cibo avevo trovato una sorta di droga che mi face stare bene.
Nell'estate del 2010 arriva però la svolta: decido di mettermi a dieta, fare attività fisica e di smettere con quella vita.
All'inzio del liceo, tutti quanti i miei compagni a farmi i complimenti: ero finalmente fiero di me.
Gli anni passano e arriviamo all'università. C'è da dire che io con le donne sono sempre stato molto timido: ho sempre rinnegato il fatto di piacere alle ragazze, tale da scegliere di non avere esperienze, fino all'arrivo della mia attuale ragazza.
Con lei mi sono trovato bene fin da subito: avevo veramente voglia di stare con lei.
I mesi passano, si inzia a pensare al futuro insieme già dopo poco tempo.
Ahimè però... i fantasmi e i demoni che ho dentro, non se ne vanno.
Arriviamo ai problemi che mi porto dentro da tanto.
Sostanzialmente soffro di bassa autostima.
Questo mi porta ad essere insicuro e ad avere problemi con le persone, sopratutto quelle che mi vogliono bene.
Ho l'impressione che quest'ultime (la mia famiglia, la mia ragazza, ecc), non mi credano o non si fidino di me. La mia ragazza mi dice spesso che è come se dovessi dimostrare sempre a qualcuno più di quello che sono veramente.
Solamente con lei riesco ad essere me stesso, perchè mi sono sentito accettato finalmente.
Sono anche molto ansioso, ho paura che la mia ragazza possa lasciarmi, e ho anche paura che lei mi faccia degli apprezzamenti (es. "sono fiera di te"), solo per tenermi buono e per darmi un contentino. Ho la sensazione che nelle cose mi impegno talmente tanto, tale da esaurire le energie; ho come l'impressione di non riuscire a spegnere il cervello per godermi le piccole cose...
Sono stimolato dall'idea di un futuro tutto mio (lavoro, casa, famiglia), ma allo stesso tempo mi spaventa da morire. La mia ragazza è l'unica che è riuscita a guardarmi dentro e a capirmi.
Paradossalmente però mi fido più di quello che mi dicono i miei amici (che conosco da quasi 12 anni), piuttosto che la mia ragazza e la mia famiglia (tranne mia sorella più piccola).
Arrivato a questo punto, mi sono reso conto che forse a causa di questi problemi non sto vivendo un amore sano; cerco sempre "conferme" dalla mia ragazza, un cuore mancante nei messaggi mi fa pensare al peggio, ho paura che lei stia con me giusto per non rimanere sola....
Ultimamente ho spesso delle crisi di pianto: quando sbaglio qualcosa, torno a sentirmi inadeguato e responsabile di tutto.
Tengo a lei, ma tengo sopratutto tengo alla mia sanità mentale.
Avrei voluto farcela da solo ma credo che arrivato a questo punto, la cosa migliore per me sia quella di rivolgermi di ad uno specialista.
Mi spiace per la lunghezza del messaggio; ho cercato di essere sintetico ma dettagliato.
Credo che questo sia più un messaggio di sfogo che ho fatto per me stesso, più che una richiesta d'aiuto vera e propria... non lo so neanche io...
Sento che condividere la storia della mia vita può far bene a me ma anche a qualcun'altro che magari vive la mia stessa situazione.
Ringrazio ancora una volta, tutti i dottori che anche solo leggeranno il mio messaggio.
Cordiali Saluti
Jacopo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 AGO 2018

Caro Jacopo, grazie intanto per aver avuto il tempo ed anche il coraggio per poterti mettere a nudo e raccontare la tua storia. Hai davvero un grande vissuto che ti porti e che non ti fa vivere serenamente. Penso che la cosa che tu debba chiederti a questo punto sia in che modo la tua ragazza ti faccia dubitare che ciò che dice non sia vero. Mi chiedo come mai la persona che tu dici ti conosca di più, sia allo stesso tempo la persona che temi ti menta. E' come se conoscendoti realmente e profondamente non ti si possano fare dei complimenti. Penso che sia questo l'errore che fai ed il pensiero che ti assale e ti fa star male. Credo che la tua ragazza ti dica semplicemente ciò che davvero pensa, ma se non dovesse essere così, cosa ci sarebbe di male? Non hai mai detto una cosa carina a qualcuno qualche volta nella tua vita perchè tenevi a questa persona e volevi farle piacere? Cosa ci sarebbe quindi di sbagliato in questo? Io penso che la tua ragazza sia sincera, ma se così non fosse, se le tue paure fossero motivate, sarebbe comunque sincero il suo amore, perchè sarebbe un modo per starti accanto e sostenerti. Goditi la bellezza della tua relazione e della possibilità di stare con una persona che è intenta a sottolineare le tue risorse piuttosto che i tuoi difetti.
Spero di esserti stata d'aiuto,
Dott.ssa Ferlito

Dott.ssa Bruna Ferlito Psicologo a Fiumefreddo di Sicilia

4 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2018

Carissimo Jacopo, effettivamente sarebbe il caso che, con l'aiuto di un profrssionista, provasse ad anlizzare cosa c'è dietro la sua insicurezza, dietro le sue paure e cosa la stia bloccando lì, nel disagio. Il suo dolore ha delle radici profonde abbia il coraggio di ripercorlele.
Resto a disposizione. Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

439 Risposte

205 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2018

Gentilissimo Jacopo
La ringrazio per aver condiviso con noi la sua situazione e vita. Quello che ha scritto aiuterà sicuramente qualcun'altro a trovar la forza di chiedere aiuto. Lei inizii a farlo. Si affidi a uno psicoterapeuta che la aiuterà ad affrontare e elaborare tutte le sue paure, ansie.
Deve iniziare a VIVERE!!!
dott.ssa Enza Pecora
Psicologa e psicoterapeuta
Reggio Calabria

Dott.ssa Enza Pecora Psicologo a Reggio Calabria

41 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16500

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84100

Risposte