Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mi manca la forza di reagire

Inviata da luigi il 2 feb 2015 Crisi esistenziale

Salve,
mi chiamo Luigi e ho 48 anni.
Da un po di tempo faccio una gran confusione nel gestire la mia vita, non riesco più a organizzare le giornate, mi sento abbattuto, sconfitto e rassegnato con dei alti e bassi a livello morale .
tutto questo e iniziato da quando ho subito dei fallimenti di mancato incasso sul lavoro e la mancanza del lavoro stesso... preciso che sono un artigiano edile in piena crisi! Ora come se non bastasse per migliorare questo stato, sto provando col gioco, ma non faccio altro che aumentare i problemi!!! So, è capisco che sto andando verso un burrone e se casco da li non ho speranze!!! Ma una forza mi trascina verso quella strada... e io non ho la capacità di fermarmi! Come e cosa posso fare per reagire???

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cao Luigi, molto probabilmente sei nel pieno di una crisi depressiva e, da quello che dici, non hai neanche le energie psichiche per tirarti fuori da solo. Devi assolutamente cercare un supporto professionale (uno psicoterapeuta). Se non hai soldi per pagarlo rivolgiti presso i Servizi Pubblici e/o presso il Consultorio Familiare del tuo paese. In alternativa puoi cercare un gruppo di auto-mutuo-aiuto (soprattutto per il problema del gioco) ma non restare da solo. Se hai bisogno di indicazioni per la tua zona scrivimi in privato.

Psicologo Dott. Raffaele Farina Psicologo a Ostuni

21 Risposte

82 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Luigi,
non esistono tutte queste cose come: "non ho la capacità di fermarmi!" e "una forza mi trascina verso quella strada".
Sono scuse mentali dovute alla difficoltà e dovute ad una certa arrendevolezza.
Sono certa che un tempo lei non era affatto così ma era un tipo grintoso e coraggioso.
Ora dove è finita la sua grinta?
Certo le problematiche economiche sono spaventosamente ansiogene; ci si sente vinti e perduti.
Diciamo che proprio in questo contesto occorre essere molto fermi con se stessi e dominarsi nel pensiero.
Certi meccanismi sociali sfruttano (vigliaccamente) questi momenti di difficoltà che si possono incontrare nella vita.
Secondo me lei ha molte qualità positive, deve continuare a crederci.
Se una cosa va male non vuol dire essere falliti.
Cancelli questa parola dal suo vocabolario e rimetta in moto il pensiero e la capacità di reagire e resistere alla difficoltà.
Cerchi di fare qualsiasi azione costruttiva anche minima.
Mantenga un atteggiamento di grande dignità.
Si faccia aiutare da uno psicoterapeuta. Se non ha soldi, proponga un pagamento in lavoro, come fare dei lavoretti nel giardino o altro.
Auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Luigi,
ha provato a cercare centri specializzati per problemi come il suo? Forse esistono anche gruppi di auto-aiuto.
Penso che lei sia vittima di un circolo di pensieri che la porta verso il gioco, ma forse non è così difficile spezzarlo; uno psicoterapeuta dovrebbe poterla aiutare, ma non è possibile farlo in questa sede. Consulti uno psicologo psicoterapeuta di persona.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

702 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Luigi,
Nei momenti di "crisi lavorativa" spesso si ricorre al gioco perché si spera di riuscire a "vincere" e risolvere nel breve periodo i problemi economici. Purtroppo i problemi non si risolvono così anzi quando si perde subentra la frustrazione. Come suggerito dal collega rivolgiti ai servizi sanitari della tua zona, ti daranno indicazioni utili, non rimanere da solo con la tua confusione chiedi aiuto.
Cordialmente.
Dr.ssa Verena Elisa Gomiero

Dott.ssa Gomiero Verena Elisa Psicologo a Padova

85 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Luigi,
mi associo alla risposta del collega: non è questo il momento di affrontare queste problematiche da sole. Recati presso un Consultorio e cerca l'aiuto di uno specialista e sopratutto parla con lui anche della problematica relativa al gioco ( assolutamente da non dover sottovalutare). Informati sull'esistenza nel tuo territorio di centri riservati al GAP ( gioco d'azzardo patologico) o almeno di gruppi di auto-mutuo aiuto, è molto importante che tu riesca a cogliere ed affrontare questo problema per tempo.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa, Torino

Dott.ssa Valentina Mossa Psicologo a Torino

159 Risposte

248 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77850

Risposte