Mi lascia perché dice di non amarmi più come prima.

Inviata da Catania123 · 5 lug 2021

Buongiorno, scrivo nella speranza di ricevere un aiuto per affrontare il momento ad oggi più brutto della mia vita.
Io e il mio ex ragazzo stavamo insieme da poco più di 8 anni, di cui 2 di convivenza. Dopo aver vissuto per 6 anni una relazione a distanza, decidiamo di fare il passo della convivenza e mi trasferisco nella sua città.
Come penso sia normale, inizialmente ci sono delle difficoltà nell'assestamento del nuovo equilibrio. Successivamente non siamo felici al 100% anche a causa di insoddisfazioni lavorative e difficoltà personali in cui io lo appoggio pienamente e gli do conforto in tutto, anche quando lui non è il primo a credere in se stesso.
Contemporaneamente arriva la pandemia di cui lui soffre moltissimo e anche io a modo mio ma sempre ci sosteniamo. In questo periodo però una persona entra a spada tratta nel nostro rapporto (si parlano tutto il giorno tutti i giorni, lei chiamava anche di sera dopo cena ecc). Io infastidita inizio a dire di regolare un po' la cosa ma non succede perché lui giura di non avere nessun flirt e me lo faccio andare bene finché non scoppio e scopro che negli ultimi mesi lui aveva dei dubbi sui sentimenti per lei. Dormiamo separati e il giorno dopo piangente mi dice che ha sbagliato, che non mi può perdere, che gli posso dare tutto quello che vuole dalla vita, che fino ad ora aveva sbagliato a non voler crescere ma adesso è pronto. Tutto rose e fiori se non fosse che DUE giorni dopo decide di volere una pausa: non sa quello che vuole, mi ama ma non come prima, era infelice con me.
Me ne vado di casa ma non abbiamo un ultimo confronto vero e proprio. Lo chiedo da un paio di giorni ma lui lo nega anche se aveva detto che me l'avrebbe concesso.
Secondo me è dovuto in quanto per mesi e mesi ha deciso di affrontare questi problemi con tutte le persone fuorché me (forse per paura di ferirmi) e adesso subisce le deviazioni mentali di tutte queste persone che pensano che il nostro rapporto non fosse solido, che è meglio così. Dunque io sicuramente possiedo una visione distorta della storia.
Ho deciso cmq di non cercarlo più per un po' e di aspettare la sua mossa anche in merito alla questione organizzativa della casa.
Io vorrei fargli capire che siamo legati da qualcosa di prezioso e speciale, e che ci comportiamo a vicenda, che utti gli errori fatti sono riparabili se vogliamo e io voglio.

La notte dormo male, la mattina mi sveglio disperata piangente e non riesco ad uscire di casa, ogni cosa mi ricorda lui.
Sto inoltre prendendo dei tranquillanti.

Dopo essermene andata, qual è il passo che devo compiere per stare meglio?

Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121150

Risposte