Mi lascia ed abortisce senza alcune spiegazione, come superare tutto?

Inviata da Robert · 11 nov 2016 Terapia di coppia

Buongiorno,
cerco di essere breve: sono un uomo di 35 anni e qualche mese fa ho conosciuto una donna di 30 anni con un figlio di quasi 8 anni. Dopo poco più di 2 mesi lei rimane incinta (ha preso degli antibiotici e la pillola non ha fatto effetto). Dopo un mio leggero smarrimento iniziale (2 giorni) questa notizia mi ha riempito di gioia. Lei nessun tentennamento era felicissima. Abbiamo informato le rispettive famiglie (si era presto, ma eravamo euforici). Mi disse poi di voler chiamare il futuro nascituro come mio fratello morto per un incidente d'auto qualche mese prima. E molte altre cose che non sto a narrare.
Il giorno dell'ecografia per l'8a settimana, andando in ufficio gettai le sigarette ero al 7o cielo. La mattina lei mi mandò qualche messaggio che riassunti: "io non ti amo, abortisco e sparisci" ... Fino al giorno prima andavamo d'amore e d'accordo, mai una litigata, mai nulla.

Ho provato in mille modi a fermarla, o almeno ad avere delle spiegazioni: non ci riuscii, 3 giorni dopo lei abortì. Provai a parlarle anche dopo l'aborto ma lei mi trattò come un cane. Scoprii poi che subito dopo si rimise insieme all'ex (ex che la sua famiglia ha sempre "odiato" e che sopratutto suo figlio non ha mai sopportato perchè veniva preso in giro da lui ... invece a me mi ha sempre voluto un bene dell'anima ...).

Ho provato a scriverle delle lettere (mi bloccò ovunque) dove MAI l'ho insultata, dove le esprimevo il mio affetto/amore e altro... Non ho mai ricevuto una risposta. Sono stato in contatto diverso tempo con i genitori di lei, ma anche loro ancora oggi non hanno una risposta per questo suo comportamento.

Ora è passato tempo (quasi 4 mesi) sto veramente male e mi sto distruggendo con le mie mani.

Sono un uomo piacente, in poche settimane nelle quali ho ricominciato ad uscire ho avvicinato molte donne anche più belle di lei (lei la prima volta che la vidi non mi piaceva molto fisicamente), eppure non riesco a dimenticarla.

So benissimo che mio figlio non potrà mai più tornare, so benissimo che anche se lei dovesse un giorno tornare nulla sarà mai più come prima, so benissimo che devo lasciar perdere e chiudere tutto (ora ho chiuso tutto, anche con la sua famiglia), so benissimo che come si è comportata è da vigliacchi.
Ma allora perchè non riesco a dimenticarla, perchè non riesco andare avanti!? Perchè continuo a pensare a lei, a suo figlio e a tutte le cose belle passate e non riesco a focalizzarmi su ora?

Grazie 1000 per una vostra risposta

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 NOV 2016

Gentile Robert,
la sua è stata una esperienza triste in cui tutto è stato forse consumato troppo velocemente.
Se le cose stanno davvero come lei ha raccontato, questa donna di sicuro non è mai stata convinta di voler portare avanti un'altra gravidanza nonostante l'apparente euforia.
L'improvvisa decisione univoca di abortire e tagliare drasticamente ogni contatto con lei depone per problematiche serie in tema di instabilità e impulsività nonostante il riavvicinamento al suo ex.
Pertanto la invito a guardare il lato positivo della cosa che è quello di non essere più impegnato in un rapporto con un donna problematica e già con un passato difficile alle spalle.
Cerchi di essere più cauto per il futuro ed essendo stata comunque, questa, una esperienza traumatica e dolorosa, è preferibile che lei la elabori con l'aiuto di un terapeuta dal vivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2018

Buongiorno Robert
Ho letto oggi la sua storia e vorrei risponderle. Sono passati ormai alcuni mesi e sicuramente le cose andranno meglio. Ciò che racconta è pesante da vivere. Essere messi alla porta in questo modo, esclusi dalla propria vita da una donna dalla quale si sta per avere un figlio.... un figlio che poi viene abortito.... Bhe.... qualsiasi parola per definire le cose può essere limitante.
Nelle dinamiche familiari purtroppo ci si trova a volte a vivere le cose che accadono sentendosi quasi come dei burattini trasportati dal vento. Qualsiasi cosa si faccia niente può fermare ciò che sta avvenendo.
Tuttavia c'è una frase che lei ha scritto e che subito ha catturato la mia attenzione... il nome che la sua compagna desiderava dare al vostro bambino....
Quando mi sono avvicinata alle costellazioni familiari provenivo già da una modalità di sguardo verso il paziente come inserito in un sistema dal quale veniva influenzato e che egli stesso condizionava.... Le costellazioni familiari ed in particolare il modo di guardare la realtà loro caratteristico hanno ampliato questa mia percezione degli eventi apparentemente privi di senso ma che un senso profondo lo acquistano grazie alla loro collocazione all'interno di un sistema.
Mi fermo qui.. per dare il tempo e per rispetto. Se volesse approfondire il discorso mi scriva pure. La ringrazio. Laura Gaido

Dott.ssa Laura Gaido Psicologo a Grugliasco

73 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 FEB 2018

Robert,
come si fa a dimenticare che un giorno stai per avere un figlio dalla donna che ami e il giorno dopo lei non ti ama più e abortisce? Nessuno ha questa risposta.
In fondo è passato solo poco tempo. Il gioco sta anche nell'avere degli amici, nel crearsi nuovi interessi e passioni e perchè no? Magari anche valutare l'idea di un consulto psicologico, che in questi casi potrebbe essere anche solo per poche sedute.
Se vuole può contattarmi.
Dott.ssa Antonazzo Floriana Zora, Psicologa e Specializzanda in Psicoterapia.

Anonimo-169958 Psicologo a Bari

128 Risposte

66 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2018

Salve Robert
credo che lei abbia avuto la sfortuna di entrare in relazione con una personalità instabile a livello affettivo e che ciò abbia generato un misunderstanding tra di voi.
Certamente la scelta o meno di voler avere un figlio, dipende dal fatto che esista una coppia o almeno la voontà da parte della donna, di averlo.
Se la donna (per dinamiche, cause o problemi che non è dato sapere nè giudicare) non se la sente, non è possibile purtroppo forzare la mano, in quanto è la donna a dover portare avanti fisicamente la gravidanza e farlo in condizioni di evidente conflitto e rifiuto, può instaurare dinamiche psico-affettive già malate prima della nascita, sia nella coppia che tra madre figlio.
Questa donna si è sentita punita, in gabbia, in colpa... e chissà quali drammatiche condizioni l'hanno portata a fare questa scelta.
Comprendo la sua rabbia, il suo sentirsi impotente, svalutato, inutile, ... abbandonato con una speranza, un fantasma, senza che il suo "seme" abbia avuto valore.
Le consiglio di fare un breve percorso per questo trauma che ha subito a livello psico-affettivo.
Guardi sul mio blog, ci sono vari articoli riguardo a queste dinamiche affettive con personalità drammatiche come borderline, narcisistiche etc... forse può trovare buoni spunti di riflessione.

Dottoressa Silvia Michelini

D.ssa Silvia Michelini Psicologo a Roma

162 Risposte

139 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2017

Buonasera Robert
In primo luogo la ringrazio per la sua fiducia e per aver condiviso questa sua esperienza ancora così fresca e piena di dolore. Si sente dalle sue parole quanto é turbato, affranto ed arrabbiato.

Questa relazione per quanto breve e densa di accadimenti repentini ed imprevisti, le ha lasciato un enorme vuoto e dei “ e se..”. E se... fossimo rimasti insieme, e se ... il bimbo fosse nato, e se... fossimo diventati una famiglia...
Come un dono inatteso ed improvviso che viene mostrato e subito negato.

Non le é stato dato e lasciato il tempo e soprattutto il modo di poter gustare e vivere tutto ciò che le é stato mostrato. Mostrato tuttavia senza la possibilità concreta di poterlo negoziare, afferrare o avere.

Lei sta vivendo uno stato post- traumatico di frustrazione e profondo dolore.
Lei infatti si é reso conto di desiderare una famiglia ed un figlio, ma l’altra parte non aveva i suoi medesimi scopi ed obiettivi ed infatti ha operato in direzione opposta.

Le consiglio di sospendere gli sms e la ricerca di spiegazioni da parte di questa persona che non desidera più continuare un rapporto con lei. E le suggerisco di cominciare nell’immediato un percorso di sostegno psicologico affinché lei possa elaborare questo duplice lutto per la relazione e per suo figlio non nato, e per poter costruire attivamente sulla sua nuova consapevolezza.
Questo affinché lei possa trovare e realizzare il progetto di famiglia che ha scoperto di desiderare.
Un caro saluto
Dott.ssa Fabiana Nicolini

Dott.ssa Fabiana Nicolini Psicologo a Bologna

124 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2017

Salve Robert, la situazione che ha prospettato non è facile da affrontare e gestire ma a tutto c'è un rimedio e anche in questa situazione lei potrà trovare il modo e le risorse giuste per affrontarlo e uscirne. Cosa fare? Fermarsi e riflettere! I momenti di silenzio, di pausa e di distacco dalla realtà quotidiana sono il modo migliore per ripristinare un minimo di serenità e lucidità. Si trovi una "isola felice" ovvero un posto in cui stare in tranquillità con se stesso per capire meglio la situazione che sta vivendo e per guadarla in modo chiaro. Se ciò non dovesse essere utile valuti l'idea di un aiuto psicologico mirato a sostenerla in questo periodo. Saluti.
Dott. Giuseppe Romano. Firenze,Napoli, Cosenza

Dott. Giuseppe Romano Psicologo a Cosenza

29 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2016

Caro Robert,
Mi spiace davvero tanto per il lutto che l'ha colpita..
Sono passati 4 mesi, sì, ma ogni persona ha i propri tempi per elaborare un accaduto.
Forse è del tutto fisiologico per lei pensarci ancora, specie se non le sono state date delle risposte , e si è trovato così, di punto in bianco, di fronte ad una persona che ha cambiato del tutto atteggiamento nei suoi confronti .
Quello che sento di dirle al momento , anche se mi rendo conto che non è facile, è che sarebbe opportuno per lei riprendersi in mano la sua vita, distrarsi, coltivare un hobby, o semplicemte ritagliarsi del tempo per il suo benessere.
Potrebbe contattare un terapeuta della sua zona e pensare ad un percorso individuale che possa aiutarla ad affrontare al meglio questo periodo.
Resto a disposizione per ogni cosa!
Un caro saluto!

Dott.ssa Marilù Altavilla Psicologo a Ceglie Messapica

110 Risposte

73 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2016

Gentile sig. Robert,

Lei è “piacente” però ha ricevuto un No!

Proprio questa donna a parer suo “bruttina” è stata capace come una Circe di incantarla, sedurla e abbandonarla.

E' possibile che lei abbia spinto un po’ troppo sull'acceleratore della relazione? Stiamo parlando di due mesi di conoscenza.

Forse quella storia non è stata così perfetta come pensa. Tuttavia lei non vuol rinunciare a quest'illusione di perfezione un po’ come un bambino che resta incantato a guardare il palloncino svolazzante nel cielo.

Le chiedo: ha potuto constatare quello che le è stato detto? Ovvero ha assistito all'ecografia? Ha verificato che il figlio fosse suo? E in seconda battuta che l’aborto sia avvenuto? Di fatto l’unico dato certo è che la sig.ra sia sparita.

Certamente capisco la sua rabbia per non aver ricevuto una motivazione. Sono così insopportabili quei dolori a cui non si può dare un senso.

Forse un giorno la signora accetterà di parlarle con chiarezza, nel frattempo sta a lei decidere se restare incastrato nel passato ipotecando il suo futuro nell'attesa o decidere di vivere nel presente con un progetto di felicità.

Cordialmente,

Dott.ssa Elena Consenti
Psicologa - Psicoterapeuta Latina

Dott.ssa Elena Consenti Psicologo a Latina

42 Risposte

699 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2016

Caro Robert,
immagino sia cosí difficile per Lei superare la fine di questa relazione per via di tutto ciò che ha rappresentato per Lei il legame con questa donna, suo figlio e la possibilità di diventare padre.
Inoltre puó diventare molto difficile superare tutto questo quando non si riesce a comprendere cosa sia successo e perché.
Questa difficoltà mi pare quindi comprensibile alla luce di tutto ciò.
Se dovesse avvertire la cosa come particolarmente invalidante e difficile da superare da solo le suggerirei di rivolgersi ad un terapeuta della sua zona con cui poter elaborare quanto accaduto.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

923 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2016

Caro Robert,
innanzi tutto mi dispiace moltissimo per la sua perdita. Lei sta vivendo un vero e proprio lutto, che tra le altre cose è doppio.
Ammiro il comportamento che lei ha avuto scrivendo delle lettere e cercando di riavvicinare la sua ex compagna "senza offenderla" per la reazione a dir poco incomprensibile.
Quattro mesi sono pochi per elaborare il lutto per un figlio che non è mai nato e poi per una compagna che è sparita da un giorno all'altro ,portando con se anche suo figlio, al quale era affezionato.
Quindi la situazione non è affatto facile.Si dia ancora del tempo. L'essere umano è fatto per reagire alla vita, la quale a volte è veramente crudele con noi, ma c'è bisogno anche di tempo. Si conceda di fermarsi un attimo e di sentire tutte le emozioni che sta provando in questo momento. Una volta che avrà imparato a riconoscerle potrà gestirle. Spesso uno psicologo può aiutare in questo processo.
A disposizione
Dott.ssa Denaro Francesca

Dott.ssa Francesca Denaro Psicologo a Prato

103 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2016

Buonasera Robert, innanzitutto mi dispiace molto per questa esperienza estremamente dolorosa che sta vivendo e che sembra averla segnata molto.
Non riesce a dimenticare questa donna perché per lei è stata una persona estremamente importante per la quale provava (e forse prova ancora) grande affetto. Inoltre, questa rottura così brusca e questi atteggiamenti ambivalenti e confusivi probabilmente hanno reso la fine di questa relazione ancora più dolorosa e difficile.
In queste circostanze non serve a niente cercare di convincerci di determinate cose. Sa benissimo che si è comportata male nei suoi confronti e che dovrebbe lasciar perdere tutto. Probabilmente sa anche che non serve a niente continuare ad interrogarsi sul passato, ma lo fa ancora. Questi sono ragionamenti "troppo razionali" che in questo momento non le servono molto perché non tengono in considerazioni gli aspetti emotivi. Lei ha bisogno prima di tutto di accogliere e di gestire i sentimenti che la pervadono (tristezza, rabbia, disperazione, confusione) e di elaborare la fine di questa relazione, ma a livello emotivo e non razionale. Ci vuole tempo (4 mesi non sono molti) e, a volte, anche la guida di un professionista che aiuta a cicatrizzare le ferite e ad accelerare il processo.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

309 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86850

Risposte