Mi aiutate a uscire dalla confusione?

Inviata da Gianni · 16 mag 2022 Autorealizzazione e orientamento personale

Buongiorno,
Vorrei scrivere in breve quello che mi succede. Cerco di essere coinciso così da far capire quello che mi succede. Ho finito la scuola superiore più o meno 6 anni fa con un diploma di cui non mi interessava, ma ho dovuto continuare a studiare per prendere questo benedetto diploma perché i miei genitori erano intransigenti e volevano a tutti i costi che prendessi il diploma. Comunque, non volevo fare un lavoro che fosse inerente, ma volevo fare qualcos’altro. Volevo fare un lavoro semplice, ma che mi gratificasse allo stesso tempo. Avevo scelto già cosa volevo fare. Siccome sono cresciuto come una persona timida e chiusa, ho sempre tentato di sfidarmi a fare cose che mi spronassero a sbloccarmi. Era proprio una sfida con me stesso e il più delle volte ci sono riuscito. Perciò ho scelto il lavoro che mi sembrava potesse spronarmi ancora di più. Oltre a questo fatto, avrei voluto fare anche una esperienza all’estero per affinare l’inglese, che per me è come se fosse la mia seconda lingua. Purtroppo però mentre frequentavo la scuola che non volevo frequentare sono stato preso da una depressione direi “nascosta” cioè mi accorgevo che c’era ma facevo finta di nulla che mi ha portato a chiedermi cosa ne sarebbe stato del mio futuro ecc…. Insomma sono successe poi tant’è cose così negative che quando ho finito la scuola ero così confuso sul mio futuro da non ricordare cosa volessi fin dall’inizio. Quindi ho cercato lavoro, ma senza una meta precisa perché in qualche modo “non ricordavo” cosa volessi veramente. Ho avuto difficoltà a trovare anche lavoro e sono stato fermo per 2 anni, cosa che mi ha ancora più confuso il cervello. Dopodiché ho trovato il mio primo lavoro e ne ho fatti altri 4, sempre che non mi interessavano minimamente, ma ero troppo stufo di cercare lavoro che mi sono buttato su qualunque cosa. Insomma per farla breve sono passati anni, anni dove avrei dovuto fare altre cose, cose che per appunto avevo dimenticato che volevo. Ora mi ritrovo di nuovo senza lavoro e non ho il minimo stimolo di trovarlo. Ogni volta che lavoravo c’era una voce nella mia testa che diceva “tu non dovresti essere qui” “non dovresti fare questo”. Insomma da li ho capito che non mi andava ne di fare quel lavoro che stavo facendo e ne di stare nel paese in cui sto. Non so perché ma mi viene una repulsione. Anche se dovessi cercare un altro lavoro accadrebbe la stessa cosa “ io non dovrei essere qui”. Ho cercato di ripercorrere la strada che ho perso anni fa, ma invano, poiché a causa del covid, la crisi, il fatto che non ho esperienza in quello che vorrei fare, una zona dove sono che non ha tanto bisogno di figure di questo tipo, insomma non sono risuscito anche se ci ho provato. Allo stesso tempo penso al fatto che sono passati anni da quando avrei dovuto fare questa cosa è questo mi fa sentire in ritardo come se non so bene se è quello che voglio veramente ( o se non lo voglio più, ma tento di ripercorrere sta strada a tutti i costi). Insomma, io so solo che me ne voglio andare da questo paese, ma non so né esattamente dove, ne cosa dovrei fare( non ho più una prospettiva futura della mia vita) e ne il perché. Ma come cavolo ne esco da questa situazione, ormai sono anni che va avanti così e sono stanco. Mi sento che la mia vita è ferma, bloccata, non va avanti. Mi sento che a quest’età (26 anni) avrei già dovuto fare parecchie cose nella mia vita, dovrei aver già raggiunto diversi risultati nella mia vita è invece niente. Devo ancora cominciare. Ormai dubito di tutto non so più che devo fare. Da una parte ci penso e dico “ ok facciamo in modo di andarcene, non importa come, non so bene a fare cosa, ma ho bisogno di andarmene” come se avessi questo bisogno di andarmene da qui a tutti i costi perché mi sento troppo in ritardo sulla tabella di marcia. Ma dall’altra parte non so se è la cosa giusta da fare. Insomma questa confusione non mi fa capire cosa cavolo voglio da questa vita. Io sono sempre stato troppo esigente “o è come dico io o non se ne fa niente” ma dall’altra parte ho capito che in Italia la situazione non è che permetta questa ampia scelta, quindi o ti adegui o vegeti. Insomma non so che fare per chiarirmi le idee, non voglio stare un altro anno qui a perdere tempo voglio dare una svolta, ma non so come? Qualcuno mi aiuti a venirne fuori vi prego!!
PS: Comunque sono andato anche da uno psicologo dell’ ASL che mi ha fatto fare un test con le domande e ha detto che non ho nulla, ma non mi pare proprio dato che ho l’angoscia continuamente la sera perché sento che il mio corpo mi dice che il tempo passa e non sto facendo nulla e mi sento sempre giù stanco e demotivato. Letteralmente non ho voglia di fare nulla nemmeno le cose più semplici, ho sempre una svogliatezza addosso, fino a poco fa non era così perché ho lavorato ma dopo l’ennesima delusione e come se mi sentissi più demotivato di prima. Se penso a cosa vorrei veramente, non so darmi una risposta, penso a quello che volevo prima ma non so se è quello che voglio ancora o è soltanto un capriccio. Non so io ho sempre creduto che le cose che devo fare devono avere un senso per me, se non c’è l’hanno non ho proprio voglia di farle. Magari faccio un lavoro che non è un lavoro bellissimo, non è il lavoro della mia vita, ma se almeno un po’ mi da quella gratificazione di ciò che ho fatto ne è valsa la pena per me. Se mi ha permesso di imparare, di crescere, di apprendere quello che io cerco allora lo devo fare. È una questione di quello che sento dentro, non posso farci nulla. In questo modo non riesco a pormi un obiettivo è a seguirlo perché sono troppo confuso

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 MAG 2022

Salve Gianni,
dal suo racconto emerge una confusione quasi tangibile. La situazione di "blocco" che sta vivendo sembra proprio frutto di questa confusione di cui parla. Non è semplice decidere "cosa fare da grandi", soprattutto quando la scelta implica un cambiamento di rotta e non si hanno le idee chiare rispetto al proprio futuro.
Sembra poco a contatto con i suoi desideri, pertanto la invito a riflettere su cosa la rende felice e da quale attività ricava piacere. Potrebbe esserle molto utile intraprendere un percorso psicologico individuale in cui poter esplorare i suoi reali desideri, divenire consapevole delle sue ambizioni, dei suoi limiti e delle sue risorse, per uscire finalmente dal "blocco" in cui si trova.
Conoscere meglio sé stessi è ciò che ci permette di vivere come protagonisti la nostra vita.
Sperando di esserle stata utile, resto disponibile e le auguro buona fortuna.
Un abbraccio

Dott.ssa Federica Cenetiempo Psicologo a Padova

17 Risposte

90 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 MAG 2022

Gentile Gianni,
lei ha attribuito ad uno stato depressivo la perdita della motivazione a perseguire il lavoro che aveva scelto sicchè dopo la scuola era confuso su cosa volesse veramente fare. Dopo ci sono stati due anni di fermo e quindi ha iniziato a fare dei lavori che non la interessavano perchè aveva dimenticato cosa volesse fare.
Tuttora non sa che cosa vuole fare ma sa che sarebbe insoddisfatto qualunque cosa facesse e vorrebbe andarsene da questo Paese, quasi se come ciò potesse farle recuperare il tempo che pensa di avere sprecato.
Tuttavia, alla fine del suo post ammette di essere troppo confuso e prova a fare un più corretto esame di realtà.
Ritengo che per provare a chiarirsi le idee e venir fuori dalla confusione e dalla crisi decisionale, più che di test, può giovarsi di un percorso di psicoterapia utile alla sua crescita personale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8291 Risposte

22546 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 MAG 2022

Gentile utente,
Sarebbe utile intraprendere un percorso di psicoterapia individuale dato il momento di forte confusione e malessere che in questo spazio ben descrive.
Non è certamente attraverso dei test che troverà le risposte al suo stato ma assumendosi in prima persona la responsabilità del suo benessere
Cordialmente
Studio Associato Dott Ferrara Dott.ssa Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

603 Risposte

303 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2022

Ciao Gianni e piacere di conoscerti! Forse hai bisogno di un percorso di orientamento per riuscire a trovare la tua strada e noi possiamo aiutarti! Dico noi perchè sono titolare di un centro MULTISPECIALISTICO, dove coordino i percorsi delle persone che, come te, hanno necessità da più punti di vista. Da noi saresti seguito da me per la psicoterapia (ho oltre 20 anni di esperienza) e da una collega anche lei psicoterapeuta e psicologa del lavoro per il career counselling (consulenza di carriera, capire che scelte di vita di studio e lavorative fare e come rendere al meglio, trovare la tua strada). Un abbraccio e un grossissimo in bocca al lupo, vedrai che risolviamo insieme! Dr.ssa Cipriana Mengozzi - Psicologa del lavoro, psicoterapeuta (ricevo a Firenze, ma online organizziamo percorsi altrettanto efficaci ed emotivamente intensi!) A presto!

Dott.ssa Cipriana Mengozzi Psicologo a Campi Bisenzio

18 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124250

Risposte