Marito in crisi

Inviata da Roberta · 4 mag 2016 Terapia di coppia

Salve, 15 anni di convivenza due figli 55 anni lui 52 io, un bell'uomo, circa sei mesi fa a causa di un incidente è costretto a casa, e mi accorgo che si intratteneva ore intere su whatsapp con una ragazza di 29 anni, sposata con figli, conosciuta poco tempo prima. Alle mie richieste di spiegazione prima dice che è un'amica ma poi comincia a rifiutare la mia vicinanza. Scopro che manda messaggi di nascosto e anche regali, lui giustamente nega. Ho affrontato anche lei, ma figurarsi, il tutto fino a circa 1 mese fa quando anche il marito della ragazza si è accorto e allora hanno rotto questa relazione. Io amo mio marito, ho capito gli errori mi soon annullata per la famiglia, lui mi ha sempre aiutato poco, questa storia mi ha ferito in maniera devastante. Lui è presente in casa ma dice che non vuole prendermi in giro, che al momento non sa cosa prova per me..Che non devo mettergli fretta e se non passa? In compenso sono rinata a livello fisico. ho cominciato a pensare a me. Datemi un consiglio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 MAG 2016

Cara Roberta
la via giusta è quella che hai trovato da sola e che ora devi cercare di portare avanti con costanza; la via di pensare a te stessa e di stare bene, essere serena, in forma e valorizzarti.
Questo errore che hai fatto e che ora hai riconosciuto :"annullarti per la tua famiglia", non si deve più ripetere.
Nella vita nessuno deve "annullarsi" per qualcun altro, ci può stare il fatto di accettare qualche compromesso a fini adattivi, ma annullarsi proprio no.
Hai dovuto imparare questa dura lezione.
Ora dovresti anche fare capire a tuo marito, molto chiaramente, che se lui non cambia le sue modalità da "Peter Pan attempato" e non si rende disponibile a te alla famiglia in modo serio potrebbe ritrovarsi senza una moglie.
Così facendo forse lui inizierà a riflettere ...e si accorgerà di avere una moglie bella e desiderabilissima.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7361 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2016

Una donna giovane per un uomo 50enne è come un bocconcino di kitekat per un gatto. Difficile resistere. Se questo episodio ha incrinato irrimediabilmente la vostra relazione affettiva, se lui resta con lei perché "questo passa il convento"....inizi a pensare che anni fa viveva anche senza suo marito, e potrebbe tranquillamente farlo ancora. Coraggio

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

457 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2016

Gentile Roberta,
il consiglio è quello di continuare a prendersi cura di sè, come finalmente sta iniziando a fare, avendo compreso che è un errore "annullarsi" per la famiglia o per chiunque altro.
Solo dando il giusto valore a se stessi si può sperare di essere poi valorizzati anche dagli altri.
Eviti litigi e scenate di gelosia, non si isoli e non si chiuda nel dolore ma esca di casa e si faccia aiutare da uno psicoterapeuta.
Se suo marito viene a più miti consigli e le dimostra ancora interesse gli chieda se vuole coinvolgersi in un percorso di terapia di coppia, altrimenti vada avanti per conto suo.
Il suo terapeuta saprà poi accompagnarla fino al superamento di questa crisi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7640 Risposte

21334 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2016

"In compenso sono rinata a livello fisico. ho cominciato a pensare a me". La chiave di tutto questo messaggio, nei fatti, sta solo qui. La vita ci manda le crisi proprio per farci rinascere. Spesso infatti ci identifichiamo in certi ruoli standard, proprio come hai fatto tu ("mi sono annullata per la famiglia"), tipo quello della buona moglie, madre, casalinga, lavoratrice, attivista. qualunque esso sia l'identificazione con un ruolo ci porta a dimenticare chi siamo e dunque arrivano le crisi a ricordarcelo con forza. Quello che devi osservare è solo questo, che sei rinata fisicamente ricominciando a pensare a te. Che questo possa avvenire a braccetto di tuo marito o meno non ci è dato saperlo, l'unica cosa che devi fare è stare con quella parte di te che è rinata, instaurare un dialogo con lei. Il resto verrà di conseguenza.

resto a disposizione
dott.ssa Chiara Pica

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

411 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2016

Salve Roberta,
io direi che nell'ultima parte della sua lettera c'è già un aspetto positivo: ricominciare a prendersi cura di sé.
Il suo rapporto è evidentemente in crisi ma non è detto che sia al capolinea, indugiare sul voler capire e voler sapere crea solo una stagnazione che non serve a nulla anzi può solo peggiorare il clima familiare.
Metta in stand-by l'affanno del recuperare un rapporto, recuperi prima se stessa, rigenerata riuscirà a capire meglio quest'uomo che è entrato in una sua crisi, ma soprattutto riuscirà a gestire meglio la situazione, magari rigenerando questo rapporto che nella routine si è un po' appannato.
Non sono necessari tempi lunghi ma solo uno specialista competente.
Cordialmente
Dott.ssa Ivana Gallo

Dott. Ivana Gallo Psicologo a Castel Volturno

21 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2016

Buongiorno Roberta,
capisco il momento emozionalmente difficile che sta attraversando.
Ipotizzo che i figli hanno un'età in cui sono autonomi e non richiedono un'attenzione costante da parte dei genitori.
Capitano frequentemente nelle coppie momenti come quello che lei descrive, spesso ritrovarsi ad essere meno impegnati con i figli comporta un "rilassarsi rispetto al ruolo genittoriale" e a confrontarsi sul piano dell'essere principalmente coppia: ritrovarsi sul piano dell'intimità, complicità, condivisione di interessi ecc.
E' molto importante per lei impegnarsi e mantenere degli spazi personali e di cura di se, questo sicuramente può essere estremamente benefico per lei visto che negli anni ha dedicato tutta se stessa per la famiglia.
Sicuramente il suo impegno su se stessa la porterà ad essere meno concentrata sul dovere controllare suo marito.
Lui d'altra parte sembra avere perduto nel tempo gli aspetti vitali di se che ricerca in una relazione esterna alla coppia, e indubbiamente la confusione che le dice di sentire è reale ma in apparenza legata a questa donna, la vedrei come una confusione rispetto ad aspetti profondi.
Continui ad occuparsi di se lasciando tempo alla vostra relazione di coppia ed eventualmente proporre a suo marito degli incontri con un terapeuta della coppia con l'obiettivo di fare chiarezza rispetto al caos.
Psicologicamente Donna della dott.ssa C. Arcangeli (Roma)

PsicologicamenteDonna Psicologo a Roma

12 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2016

Classica crisi intorno ai 50 anni,
ricerca di gratificazione attraverso una relazione (o semplice amicizia) con una ventinovenne con l'aggiunta della complicità dannosa ed insidiosa di internet. Cosa fare? Non diventare poliziotti postali per frugare nella privacy di nostro marito, magari chiudere per un po' questi social (ma e' molto difficile) ma ritrovare il dialogo guardandosi negli occhi e non scrivendo chat. Entrambi partite dai vs errori evitando l'elenco delle cose sbagliate dell'altro e cercate di trovare l'ancora di salvezza a cui aggrapparsi per ricominciare.
Una su tutte: i figli, vittime incolpevoli di crisi sbandate ecc., dai figli non si divorzia e non hanno chiesto di essere messi al mondo.
A disposizione per approfondire il problema
Dott. Giuliano Nardino

Dott. Giuliano Nardino mediatore familiare Psicologo a Ancona

3 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30700

domande

Risposte 105250

Risposte