Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Marito depresso e violento a parole

Inviata da Jessica Caselli il 9 nov 2016 Depressione

Buongiorno,
avrei bisogno di un consiglio.
Mio marito è rimasto senza lavoro da un paio d'anni e ha comunciato a deprimersi.
All'inizio ero fiduciosa, pensavo si trattasse solo di un momento e che poi si sarebbe rimboccato le maniche e avesse reagito, non tanto per me, quanto per la nostra piccola di 2 anni.
Ultimamente è diventato depresso, ma anche molto irascibile.
Pensa solo alle sue cose, a stare davanti al computer e a seguire solo quello che interessa a lui. Non parlo solo di lavoro, lui ha l'abitudine di sfogarsi nei social network e a volte attacca in maniera un pò scortese gli altri... e quindi riceve dei ban... ovviamente lui si arrabbia e si sfoga con me. Io considero questi sfoghi come dei capricci, secondo me si arrabbia inutilmente e non dovrebbe prendersela... eppure quando lo faccio notare, divento io la cattiva, sono io che non gli lascio esprimere le sue idee, che metto un bavaglio. Il problema è che lui attacca le persone, e non se ne rende conto!
Sono esausta. Al momento sono in cura da uno psicologo per la mia depressione, e sto cercando di coinvolgere anche lui nelle sedute... ma non si apre. Si comporta come ad un colloquio di lavoro, dove deve far vedere che lui è bravissimo.
Non è una persona cattiva, è solo depresso perchè non ha un lavoro, ma sta facendo vivere la nostra famiglia in maniera impossibile.
Con la bimba è molto severo, la guarda in modo un pò distratto secondo me, ma le vuole molto bene.
Con me è diventato poco affettuoso, e manca l'intimità.
Non so come aiutarlo. Quando comincia a sfogarsi, io mi ritraggo istintivamente e non voglio ascoltarlo. Hanno la stessa reazione anche i nostri amici e famigliari, non lo sopportano più e ci stanno isolando.
Vorrei solo che lui si calmasse e che non se la prendesse per queste questioni inutili, ma che pensasse realmente alla sua famiglia e all'affetto che gli diamo.
Come potrei aiutarlo a reagire? Come potrei fargli sbollire questa rabbia che ha dentro in maniera costruttiva?
Vorrei farlo ragionare, per sua figlia.
Grazie per la vs. attenzione.
Buona giornata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Jessica
lo stato di depressione di suo marito e il suo sentirsi umiliato e svilito per la situazione di disoccupazione lo portano alla necessità di "sminuire" gli altri per potersi sentire un minimo alla loro altezza.
Questo meccanismo in particolare viene agito con le persone più vicine.
Se si può comprendere il meccanismo che ho descritto, resta il fatto che non è giusto da parte sua accettare questi comportamenti.
Bisognerebbe che suo marito potesse apprendere nuove modalità di comunicazione imparando ad esprimere sentimenti ed emozioni in modo adeguato e imparasse a cercare sostegno negli altri.
Credo ci vorrebbe un intenso lavoro per raggiungere questi obiettivi.
Si informi anche con la sua psicologa se esistono nella sua città dei Centri apposta per gli uomini, dove possano essere seguiti e sostenuti nelle modalità di cambiamento che ho indicato sopra.
Tanti auguri e
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6816 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Jessica,

Sarebbe importante e più sicuro per lei confrontarsi con la sua terapeuta che avrà elementi in più per aiutarla a capire la via migliore da seguire.

Mi sento solo di aggiungere, come indicazione generale, che gli scatti d'ira sono spesso veri e propri sintomi depressivi, anche se spesso appaiono solo come "atteggiamenti" o "comportamenti" sbagliati. Sarà difficile evitare questi comportamenti per suo marito, se l'umore non torna ad un livello ottimale.
Vista la durata della situazione che descrive, sarebbe importante valutare un supporto psicologico o almeno farmacologico, a partire dal medico di base o meglio da uno specialista psichiatra.

A disposizione per eventuali chiarimenti,
Saluti.

Camilla Marzocchi
Bologna

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

167 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Jessica,
ci dice che sta seguendo un percorso psicologico, le suggerisco di parlare con il suo psicologo che ora la conosce bene e conosce la sua situazione familiare, per ricevere suggerimenti su come aiutare suo marito.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2799 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte