Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Marito chiede pausa di riflessione.

Inviata da Daniela il 24 lug 2017 Terapia di coppia

Salve.

Dopo 7 anni insieme di cui 5 di matrimonio, lui chiede una pausa di riflessione..
Oggi sono 2 mesi che é andato via di casa. Il suo allontanamento, é un allontanamento fisico.. Solo da me. Sempre presente con i bambini ( ne abbiamo 2) e con suo fratello che vive in casa nostra da 5 anni... I nostri problemi e la mia insofferenza, inizia esattamente 5 anni fa.

La sua famiglia.. Uno stress troppo grande che non riesco a gestire. Sua madre alcolizzata, un bel giorno decide di sparire lasciando (letteralmente) per strada suo figlio di 13 anni. La scuola decide di intervenire e contatta i servizi sociali che vogliono portarlo in comunità.. Non potevamo permetterlo, così di comune accordo lo portiamo a casa con noi. Iniziano i problemi ed i primi veri litigi. Il fratello non è molto facile da gestire, e la loro sorella maggiore non è molto di aiuto, anzi.. Si intromette dicendoci come comportarci ( cosa fare o non fare, cosa dire o non dire).. Così dico chiaramente che sia meglio che suo fratello vada a vivere con la sorella, visto che fa la maestrina su tutto.. Ma la sorella si rifiuta di prenderlo in casa.. Dice che é un impegno molto grande, che ha una casa piccola e due bambini da accudire.. ( 5 anni fa noi non avevamo ancora bambini)

Tra malumori e malcontenti ci sposiamo e decidiamo subito di avere un figlio... Dopo 3 mesi la sentenza.. Mio marito è affetto da azoospermia.. Altro stress da gestire.. Con la fecondazione in vitro, anzi con 2, riusciamo ad avere 2 bambini... Ma nel frattempo i malumori i litigi erano sempre presenti.. ( in 5 anni, entrambi abbiamo pochi ricordi di momenti felici)

Nel dicembre del 2014 dopo una furiosa litigata, va via di casa per la prima volta per 3 giorni. Staccando il cellulare. Esperienza terribile. Si ripete la stessa situazione nel luglio del 2016.

In tutto questo, il padre di suo fratello ( hanno padri diversi) sparisce.. anche lui alcolizzato.. E la madre non da cenno a ritornare o a cambiare vita..

Ad ogni modo..a distanza di 5 anni, suo fratello vive sempre con noi, non ho mai accettato questa situazione.. Dentro di me la domanda : perché tutto su di noi? Perché? Madre padre nonni sorella, dove sono? Perché tutto sulle nostre spalle?
Segno evidente di non riuscire ad oltrepassare su questo. Rabbia, risentimento,insofferenza hanno preso il sopravvento.. Ho trattato molto male mio marito, che in tutto ciò aveva grandi senza di colpa.. Ha cercato in tutti modi di farmi felice ma io non ho apprezzato. Dopo la nostra ultima discussione, due mesi fa lui chiede una pausa di riflessione.
A dire le verità, inizialmente mi sono sentita anche bene.. Come se mi fossi liberata di un peso..
Dentro di me l ho sempre accusato di tutto.. Di ogni colpa.. Paragonandolo a volte, ai suoi genitori ( ferendolo molto).

Ora, a distanza di tempo, ho capito i miei sbagli. Non sono stata una brava moglie.. Avrei dovuto abbracciarlo ed affrontare la situazione insieme.. Una pacca sulla spalla e risollevarlo... Più comprensiva con suo fratello che è stato abbandonato dai suoi genitori.

Ed ora? È troppo tardi? Non riesco a parlare con lui. Non vuole assolutamente parlare con me.. Mi dice solo che ha bisogno di tempo.. Email.. Messaggi di scuse non portano a nulla...
C è solo silenzio.
Ritornerà?
Mi darà la possibilità di rimediare ad i miei ( grandi) errori ed essere finalmente felici?

So che le persone(io, in questo caso) non cambiano da un giorno all'altro, per questo ho deciso di intraprendere un persino terapeutico con uno specialista.

In attesa delle vostre risposte, saluto cordialmente

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Daniela,
Non penso che lei abbia commesso degli errori, sarebeb stato obiettivamente difficile per chiunque gestire tutte queste situazioni difficili che sono ricadute sulle vostre spalle. È comunque lodevole la sua idea di parlargli per esporgli gli errori e trovare nuove soluzioni e nuovi equilibri e che abbia intrapreso un percorso terapeutico di supporto.
Conceda del tempo a suo marito, probabilmente lui ora ha solo bisogno di tempo, ma se in questi anni avete creato una relazione solida superando tutte queste difficoltà, sono propensa a credere che prima o poi tornerà.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2167 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20700

domande

Risposte 80350

Risposte