Mania di persecuzione...che terapia fare?

Inviata da Vale · 25 giu 2015 Orientamento professionale

Salve voglio aiutare il mio compagno a passare questo brutto momento, ma non so come fare, cerco di tranquilizzarlo ma passa qualche giorno che ricomincia con le sue paranoie. Vi spiego lui (lavora con tantissimi clienti) è perseguitato dai giudizi altrui anche di familiari, pensa che tutti potrebbero dire cose di lui non vere e che ci possono essere delle persone che dopo una sua consulenza queste vadano da loro per diffamare la sua persona, inoltre più volte mi ha detto che pensa di avere il telefono sotto controllo o che ci siano persone che lo possano seguire. Vorrei capire che tipo di terapia abbia bisogno e lui è pronto a prendere questo percorso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GIU 2015

Cara Vale,
in un momento così faticoso per lei e per il suo compagno, è davvero una buona cosa che pensiate ad un supporto psicologico.

Non penso sia rilevante la scelta del tipo di terapia, quanto, piuttosto, la volontà del suo compagno di cominciare un percorso per stare meglio.

In questo caso ritengo importante un percorso vis a vis (non online) in cui il suo compagno possa da subito entrare in relazione e allenarsi a offrire fiducia. Mi è parso di capire che il suo compagno si fidi di lei e, per questo, le suggerisco di accompagnarlo nella scelta del professionista.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2063 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2015

Cara Vale,
il quadro che descrivi è di notevole impatto. Il tuo ragazzo dovrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta, alcuni studi scientifici stanno portando prove dell'efficacia della terapia cognitiva anche per i sintomi simili a quelli che descrivi. Sarà compito del terapeuta valutare la necessità,o meno, anche di un consulto psichiatrico. Ma, prima di tutto, deve essere il tuo ragazzo a sentire la necessità di chiedere aiuto, senza la sua motivazione alla cura sarà tutto molto più difficile.

un saluto,
Dott.ssa Monica Palla

Dott.ssa Monica Palla Psicologo a Pisa

58 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 GIU 2015

Gentile Vale,
innanzitutto credo sia importante sottolineare quanto sia importante il fatto che lei ed il suo compagno, in un momento così particolare e faticoso, abbiate deciso di prendere in considerazione un percorso terapeutico.Si tratta di una scelta che denota consapevolezza, attenzione verso sè e motivazione a cambiare la situazione attuale...e questo è un presupposto fondamentale per generare cambiamento.
Alla luce delle informazioni che ha fornito in questo intervento direi che gli aspetti su cui è importante che vi focalizziate nella scelta del terapeuta siano di natura relazionale...un percorso vis a vis con un professionista capace di ottenere immediatamente la vostra fiducia, del quale apprezzate il modo di relazionarsi e con il quale riuscite ad entrare immediatamente in sintonia. è fondamentale una cornice protettiva nella quale il suo compagno senta l'assenza di giudizio, ascolto e fiducia. L'orientamento del professionista passa in secondo piano. Fate questa scelta insieme, vi sarà d'aiuto.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1037 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Buongiorno,
dato l'aspetto persecutorio abbastanza avanzato, è necessario un intervento terapeutico che arresti la spirale in cui si trova il tuo compagno. Tu puoi aiutarlo soltanto convincendolo di prendere contatto con uno specialista. Spesso chi soffre di questi disagi, non fidandosi di nessuno, rifiuta. Se così fosse anche per lui,dovrai avvalerti di qualche strategia per convincerlo e pertanto hai bisogno di un supporto tu stessa per riuscirci. Non è il caso di lasciare passare altro tempo, poiché lo stress complicherebbe il suo stato. Resto a disposizione per ulteriori comunicazioni.
Dottt.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

641 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Posso dirle che la terapia Strategica Breve ha ideato dei protocolli efficaci per la paranoia, così come per altri disturbi. Potrebbe perciò provare a consultare un professionista di questo indirizzo che dovrebbe avere anche il vantaggio di essere efficace in tempi piuttosto brevi. Deve comunque affidarsi ad un professionista di sua fiducia e con cui si senta a suo agio.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

722 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Buongiorno Vale, se il suo compagno è pronto a chiedere aiuto e a iniziare un percorso, e lei desidera stargli vicino e aiutarlo a capire quale terapia fare, direi che state sulla strada giusta.

Per via dei sintomi del suo compagno, credo che sia particolarmente importante che vi rivolgiate ad un professionista che vi ispiri fiducia, sicurezza e protezione. Questo potrebbe essere il primo criterio da seguire per la scelta del terapeuta giusto per il suo compagno.

Per quanto riguarda la psicoterapia, ho l'impressione che il suo compagno stia attraversando un momento davvero molto doloroso e credo che, almeno per un periodo iniziale, sarebbe opportuno un lavoro di almeno due volte a settimana.

Costruire un buon piano terapeutico adeguato ai bisogni del paziente è il miglior modo di intraprendere un percorso e permetterà in seguito al suo compagno di potersi fidare del terapeuta e di instaurare con lui/lei una buona relazione terapeutica. Resto a disposizione per ulteriori informazioni. Un sincero in bocca al lupo. Dott. Massimo Perrini - Psicologo Psicoterapeuta Psicoanalista Relazionale a Roma.

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2015

Gentile Vale, comprendo la sua preoccupazione per il suo compagno nell'affrontare questo delicato momento.
La soluzione più efficace che mi sento di suggerirvi è quella di rivolgervi ad uno psicologo personalmente, perché da soli non credo possiate farcela a superare questa situazione, dovuta ad un carico di stress eccessivo e che va ridimensionata con l'aiuto di un professionista.

Resto disponibile per ulteriori informazioni.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2015

Cara Vale,

da come descrive la situazione mi pare di capire che il livello di sofferenza del suo compagno sia, al momento, molto elevato. A prescindere dal tipo di psicoterapia più idoneo (io le suggerirei un percorso di tipo Cognitivo Comportamentale) è importante che si rivolga al più presto ad uno psicologo della zona per una prima consulenza. Capisco la sua preoccupazione ma è assolutamente fondamentale che il suo fidanzato sia motivato a voler intraprendere un percorso di cura.

Saluti.

Dott. Guglielmo D'Allocco

Dott. Guglielmo D'Allocco Psicologo a Caserta

26 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85650

Risposte