Mania di fare regali fino alla bancarotta, cosa si nasconde dietro al problema?

Inviata da Andrea. 17 nov 2013 4 Risposte  · Disturbi della personalità

Mia madre ha 62 anni. È in cura con farmaci da 24 anni, in seguito ad un esaurimento nervoso. Ha visto negli anni uno psichiatra molto saltuariamente, proseguendo nonostante ció le cure prescritte e affinate nel tempo. Dopo il suo pensionamento, ho notato un netto miglioramento del suo comportamento: maggiore stabilitá dell'umore, limitatissime crisi di pianto, minore ansia e maggiore attivitá. Una cosa che l'accompagna da anni, é peró la totale incapacitá di gestire il denaro. Da quando ho raggiunto la indipendenza economica, ho provato in molti modi ad aiutarla a risolvere il problema. Gestendo personalmente il suo denaro, incaricandomi di spese maggiori (es. automobile), estinguendo i finanziamenti con i miei averi, prestando somme (che non sono mai ritornate), cercando di mantenere la contabilitá. Tutto é stato inutile. Mia madre era insegnante e sa perfettamente fare i conti. Ha peró sviluppato una mania di fare regali. Indipendentemente dal suo conto in banca, compra e regala tutto quello che le passa per la testa. Abiti, gioielli, apparecchi. Difficilmente vengono apprezzati i suoi doni, dato che le persone che le stanno piú vicino, sanno benissimo che lei non se lo puó permettere. Questo non la frena, ed ogni occasione é buona per svenarsi. E soprattutto, non compra né spende mai niente di utile per sé - la lavatrice é rotta da mesi, la casa dove vive é in un pessimo stato... Si é procurata una necessaria dentiera nelle ultime settimane, facendo un prestito da 6000 euro, a fronte di una spesa dal dentista di meno di 4000, e scialacquando gli altri duemila in regali di natale (indesiderati...). I farmaci,il cibo ed il riscaldamento sono in secondo e terzo piano... Sono disperato e frustrato perché so bene che si potrebbe permettere uno stile di vita decoroso e vivere tranquilla della pensione. Ma nonostante tutti i miei sforzi continua ad indebitarsi e a vivere in pessime condizioni. Noto purtroppo che affrontare il suo problema dal punto di vista razionale non ha nessun esito. Sempre falliscono i piani di risparmio ed efficienza economica, dal momento che lei non da valore al denaro e prioritizza il fare i regali anche al di là delle sue facoltá. Mio padre é impotente, e non sa fare altro che arrabbiarsi, o disinteressarsi, come forma di salvaguardia di sé. Naturalmente so che anche lui soffre di riflesso tantissimo. Le manie di mia madre sono qualcosa che puó aiutare a curare uno psicologo? Come posso fare ad aiutare mia madre e tutta la mia famiglia in modo piú efficace? Io non so darmi pace, dato che convivo con i problemi di mia madre dalla mia infanzia, ed il senso di impotenza mi avvilisce piú di qualsiasi altra esperienza negativa della mia vita...

crisi

Miglior risposta

Gentile figlio,
capisco il suo smarrimento di fronte a un problema così pervasivo e di cui non si riesce a trovare il bandolo.
I problemi forse sono due e distinti.
- Comperare. Mi riferisco ad una "dipendenza" dall'acquistare. Una volta comperato, Sua madre ha soddisfatto il suo impulso e si disfa con facilità dell'oggetto, ormai inutile
- Regalare. Mi riferisco alla necessità di "avere/comprare" l'amore/affetto/attenzione altrui attraverso regali.
Quale delle due? Uno psicoterapeuta è necessario per affronatare queste patologie. Nel frattempo c'è l'amministratore di sostegno?
Saluti cari.
Dott. Carla Maria Brunialti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Caro Andrea,
il problema di tua madre sicuramente gioverebbe di un trattamento psicologico!
Credo però che non sarà un'impresa facile convincerla ad accettare un aiuto per un problema che lei stessa, con il suo comportamento, nega.
In questi casi, il primo passo da fare è parlare con tua madre e presentargli i suo problema come un "fatto" (o un insieme di fatti) che crea disagio a voi familiari, persone alle quali lei sicuramente è legata affettivamente. Se riesci a farle capire che il suo comportamento danneggia la vostra vita (e solo in secondo piano la sua), le avrai trovato l'aggancio interiore, la motivazione valida, la spinta... per curarsi e trasformare il suo stile di vita così disastroso.

In bocca al lupo!
Francesca Masi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dott.ssa Francesca Masi Dott.ssa Francesca Masi

4 Risposte

5 voti positivi

Gentile utente,
la situazione migliore sarebbe proprio quella che sua madre "decidesse" di andare da uno psicoterapeuta di persona. Ho messo la parola tra virgole in quanto qualsiasi forma di terapia coatta è destinata al fallimento. La motivazione al cambiamento è fondamentale in tutti gli interventi psicologi.
Le motivazioni che possono indurre sua madre a comportarsi in quel modo sono molte. Ciò che è evidente è che così facendo tiene in scacco la famiglia ed in particolar modo lei, che si sente obbligato a sostituirsi alla parte razionale che nell'ambito "spese" sua madre sembra aver smarrito.
Forse sua madre non vuole essere mollata... in particolare da lei.
Non si sente un po' in collera con suo padre?
In definitiva potrebbe essere lui ad accollarsi gran parte dei problemi della moglie...
Ci rifletta.

Restiamo in ascolto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

573 Risposte

354 voti positivi

Gentile Andrea,
credo sia necessario che sua madre si rivolga ad un psicoterapeuta per una valutazione approfondita del caso.
Bisognerebbe a mio avviso rivedere la cura farmacologica dello psichiatra (se non più consultato da diverso tempo), facendo presente la situazione.
Che tipo di diagnosi è stata fatta?

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dott. Giuseppe Del Signore Dott. Giuseppe Del Signore

834 Risposte

630 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Il bene dietro la rabbia.

2 Risposte, Ultima risposta il 31 Dicembre 2016

Non capisco cosa devo fare o come cambiare

5 Risposte, Ultima risposta il 27 Febbraio 2016

Cosa dovrei fare per essere più felice?

2 Risposte, Ultima risposta il 14 Giugno 2017

Cosa devo fare? Sceglierà me o rimarrà da sola?

2 Risposte, Ultima risposta il 19 Luglio 2017

Mia madre tradisce mio padre non so davvero cosa fare

1 Risposta, Ultima risposta il 22 Dicembre 2016

Non so cosa fare con il mio moroso aiutatemi

1 Risposta, Ultima risposta il 07 Febbraio 2017

Mia madre non dorme è non si vuole curare, cosa fare?

4 Risposte, Ultima risposta il 12 Maggio 2015

Ansia, ossessione, crisi isteriche: cosa sono diventata?

5 Risposte, Ultima risposta il 26 Luglio 2016

Problemi in famiglia, come reagisco?

4 Risposte, Ultima risposta il 08 Settembre 2015

Grossi problemi nel matrimonio

5 Risposte, Ultima risposta il 12 Giugno 2016