Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mancanza di interesse sessuale

Inviata da erika · 18 feb 2019 Terapia familiare

Buongiorno gentili dottori, sono una ragazza di 22 anni. Sono fidanzata da poco meno di un anno con un ragazzo mio coetaneo. Per la prima volta sento di amare un uomo e di essere tanto amata. Sento che insieme stiamo facendo un buon lavoro come coppia, comunichiamo molto e sempre più adeguatamente ed efficacemente, riuscendo a raggiungere nuovi equilibri e consapevolezze oltre le impasse. Tuttavia, io non ho desiderio di avere rapporti sessuali con lui. Lui lo ha capito e mi rispetta ma prova comunque a coinvolgermi in quel tipo di contatto (mai con i gesti, sempre a parole, spesso usando lo scherzo). La mia resistenza a ciò mi agita molto. Il sesso di per sé non mi piace e non mi piace farlo con lui (l'atto sessuale in sè mi appare violento nel significato, nel tipo di movimento e in tutto ciò che ci sta intorno). Non mi dà alcun piacere, mi sembra una perdita di tempo e diventa estenuante anche perché lui impiega tanto a raggiungere l'orgasmo (a quanto ho capito lui cerca di "durare di più" perché assume che sia quello che la donna desidera), seppur io sia consapevole di non far trasparire molto di questo mio vissuto nel momento specifico (quelli dell'avversione a questo tipo di intimità sono pensieri e sensazioni che aumentano quando sono sola). Non considero il sesso come importante nella mia vita mentre vale l'opposto per lui- che comunque non chiede tanto: per lui, idealmente, una "buona dose" sarebbe qualche volta a settimana o ogni due, così da "creare legame anche a livello fisico" . Mi sento molto in colpa e mi sembra di fare a questo ragazzo un grande torto, ma non riesco a cambiare e andargli incontro. Inoltre, il pensiero che quando usciamo "si dovrebbe", almeno ogni tanto, fare quello, mi fa passare la voglia di vederlo e stare con lui diventa persino fastidioso, con tutte le conseguenze negative che questo comporta. Vi sarei grata se voleste dire qualcosa a riguardo... grazie per l'ascolto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Erika,
Bisognerebbe comprendere quale significato assume per lei la sessualità e come vive in profondità questa dimensione. Inoltre un altro aspetto importante da verificare è se questa relazione la soddisfa o vi sono elementi che vorrebbe migliorare.
Se vi sono cose che le creano disagio provi a parlarne apertamente con il ragazzo, non necessariamente occorre adattarsi ad ogni cosa.
Un percorso di counseling, anche breve potrebbe aiutarla a stare meglio.
Resto a disposizione
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2528 Risposte

2109 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20800

domande

Risposte 80500

Risposte